Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16152

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza prorogata e definitiva al 30 Settembre 2019
 


VII Concorso Letterario CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500



Scadenza
21 ottobre 2019


á
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Giovedý 23 febbraio 2006 - ore 18.00 Paolo Nori legge dal suo romanzo

di Comunicati Stampa


Giovedì 23 febbraio 2006 - ore 18.00


Paolo Nori


legge dal suo romanzo


I quattro cani di Pavlov


Bompiani



Con l'autore interviene


Andrea Cortellessa



la Feltrinelli Libri e Musica
Galleria Colonna 31/35 - Roma



Paolo Nori, I quattro cani di Pavlov

Collana Narratori italiani, Pagine 160, Prezzo € 13,00



Da un autore di culto, un romanzo comico, surreale e tenerissimo sulla personalità multipla che si nasconde in ciascuno di noi.

Il protagonista di questo romanzo non ha soltanto un Doppio, ma addirittura un Triplo, e le loro voci si alternano in un grottesco madrigale di stravaganti e spassosi monologhi interiori:

il Singolo, Paolo, è uno scrittore in crisi, che attende la nascita del figlio tentando disperatamente di liberarsi del vizio del fumo e di qualche decina di chili di troppo, cercando l’ispirazione per il suo capolavoro guardando le Olimpiadi;

il Doppio, Learco, è sceneggiatore e ambisce a diventare un grande scrittore; anarchico, si accompagna a una donna che gli fa da preziosa consigliera e che soprannomina Togliatti in virtù della sua passione politica;

il Triplo, Olaf, è un agente segreto che lavora per una potenza straniera e tenta in tutti i modi di traviare il povero Singolo, convincendolo a partire per il Sudamerica.

E così, attraverso i suoi alter ego, il protagonista inscena il proprio conflitto interiore, lottando per superare le proprie paure e debolezze nell’esilarante intreccio di soliloqui di un “Io troppo popolato”.



“L’erede di Tondelli.”

Marco Belpoliti, il manifesto



“Il Bukowski padano, il John Fante italiano, il Fitzgerald della bassa.”

Alessandra Iadicicco, Il Giornale



“Splendide acrobazie letterarie in un mondo a metà tra la risata e la malinconia.”

Alessandro Beretta, Corriere della Sera





PAOLO NORI nato nel 1963, vive a Bologna. Ha pubblicato Le cose non sono le cose (1999), Bassotuba non c’è (1999), finalista al Premio Viareggio 1999, Spinoza (2000), Diavoli (2001), Grandi ustionati (2001) e Si chiama Francesca, questo romanzo (2002). Ha tradotto la raccolta degli scritti di Daniil Charms, Disastri e, per “I Classici” Feltrinelli, Un eroe dei nostri tempi di Michail Lermontov. È autore, insieme a Marco Raffaini, di una Storia della Russia e dell’Italia e, insieme a Fabio Bonvicini, dell’audio libro Learco. Ha inoltre pubblicato Gli scarti (2003), Pancetta (2004) e Ente nazionale della cinematografia popolare (2005).

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti