Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18468

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

I Gandolfi, dipinti e disegni - Galleria Fondantico, Bologna

di Comunicati Stampa

Fondantico di Tiziana Sassoli
ARTE E ANTIQUARIATO

I Gandolfi
Dipinti e disegni

Bologna 10 Maggio – 10 Giugno 2006




Comunicato stampa


Mercoledì 10 Maggio 2006 alle ore 18.00 la Galleria Fondantico di Tiziana Sassoli, con sede in Via Castiglione 12b a Bologna, inaugurerà una prestigiosa mostra dedicata ai Gandolfi, importanti artisti in Europa nel XVIII secolo.
I fratelli Ubaldo e Gaetano, seguiti dal figlio di quest’ultimo, Mauro, si segnalano per la doviziosa produzione di dipinti sacri e profani, destinati ad illustri committenti di tutta Europa.
Eredi della grande tradizione bolognese, dai Carracci a Reni e a Creti, essi seppero genialmente rinnovarsi sulla base di ben intesi rimandi alla pittura veneziana, del Piazzetta e del Tiepolo, giungendo ad una sigla stilistica originale e riconoscibile, che rende i loro dipinti ricercati dai musei e dai collezionisti di tutto il mondo.
La mostra proporrà un’ampia scelta di dipinti e disegni rappresentativi delle prerogative dei tre artisti.
Se è Gaetano (San Matteo della Decima, 1734 – Bologna, 1802) il più “internazionale” dei tre Gandolfi, a svolgere la parte del leone con bozzetti, dipinti devozionali e “teste di carattere”, la personalità di Ubaldo (San Matteo della Decima, 1728 – Ravenna, 1781), che è dei tre quello più tenacemente attaccato ad un orizzonte di esperienze bolognesi, sarà ben tratteggiata attraverso dipinti capitali per comprenderne la formazione e gli sviluppi.
Legato ormai ad una temperie “giacobina” che lo porterà a lavorare in Francia e in America, Mauro (Bologna, 1764 – 1834) è autore anche di raffinati dipinti a trompe l’oeil di cui la mostra esibirà significativi esempi.
Tra i dipinti più importanti si segnalano: il giovanile Sansone e Dalida di Ubaldo Gandolfi, i due bozzetti di Gaetano, preparatori per una coppia di dipinti commissionatigli nel 1784 dal Monsignor Trenta (La predica di San Paolo e Cristo e l’adultera), mai esposti in precedenza, e l’eccezionale dipinto su rame di Mauro raffigurante Amore dormiente, simulante una stampa sotto vetro incrinato, fin qui sconosciuto.
Di tutti e tre i pittori saranno presenti, oltre ai dipinti, anche numerosi disegni, che ne documentano la versatilità e l’importanza per l’Accademia Clementina di Bologna.

Tiziana Sassoli ha inoltre sponsorizzato il restauro di un’importante pala d’altare di Ubaldo Gandolfi, Il beato Giacomo Filippo Bertoni, custodita presso la Basilica di Santa Maria dei Servi.
L’opera, oscurata dai secoli, è stata recuperata con un salvifico restauro effettuato dal Laboratorio degli Angeli in Bologna.
A suggerire e seguire l’intervento Donatella Biagi Maino dell’Università di Bologna, da tempo impiegata al recupero anche materiale della pittura di questi grandi protagonisti del Settecento bolognese.

La mostra, aperta nei giorni feriali dalle ore 10.00-13.00 e dalle 16.00-19.30 (chiuso giovedì pomeriggio e domenica) rimarrà aperta fino al 10 Giugno 2006.

IMMAGINI IN ALTA RISOLUZIONE DISPONIBILI SUL SITO www.studiopesci.it

Scheda tecnica

TITOLO MOSTRA:
I Gandolfi, Dipinti e disegni


PERIODO:
10 maggio – 10 giugno 2006

INAUGURAZIONE:
Mercoledì 10 maggio alle ore 18,00à

SEDE e INFORMAZIONI:
Galleria d'Arte Fondantico di Tiziana Sassoli
Via Castiglione 12/b, 40124 Bologna
Tel. 051 265980
fondantico@tiscalinet.it - www.selart.com/fondantico

ORARIO:
ore 10.00 - 13.00 / 16.00 - 19.30
Chiuso giovedì pomeriggio e domenica

INGRESSO:
gratuito


OPERA RESTAURATA:
Il beato Giacomo Filippo Beroni, pala d’altare di Ubaldo Gandolfi, custodita presso la Basilica di Santa Maria dei Servi.
Restaurata dal Laboratorio degli Angeli di Bologna.
Intervento di restauro suggerito da Donatella Biagi Maino dell’Università di Bologna

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti