Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18474

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Il corpo dentro e fuori: Grycko e Ruggiero in mostra alla Gam di Faenza

di Comunicati Stampa

Il corpo dentro e fuori:

Grycko e Ruggiero in mostra alla Gam di Faenza.

Riflessioni sul corpo: materia e anima

20 aprile – 12 maggio 2006



Il corpo è il tema conduttore della prossima mostra allestita alla Gam di Faenza dal 20 aprile al 12 maggio. Monika Grycko e Giovanni Ruggiero, due artisti che hanno scelto di vivere e lavorare a Faenza, presentano le loro riflessioni sul Corpo come grande protagonista della nostra epoca. Mai come in questo periodo la materia corporale viene infatti manipolata, controllata, esibita e identificata con l’identità. La biogenetica la manipola e la controlla, tanta arte contemporanea utilizza il corpo come strumento linguistico per esprimere e riflettere sulle identità.

Alla Gam Monika Grycko, artista di origine polacca, presenta una serie di fotografie tratte dal video "Personal" in cui, camuffata con una parrucca e vestita con un seducente vestito rosso, si fotografa da angolazioni estreme ed improbabili, fabbricandosi un’identità "altra", allo stesso tempo inquieta e frammentata. Il corpo della Grycko, come nella nostra società, è un corpo fatto di superficie. Un’immagine patinata da rotocalco dove tutto deve essere perfetto come nei manichini dei negozi di abbigliamento. "Lampada relax" è nient'altro che un manichino, una donna inginocchiata, con testa e piedi mozzati. Sono bellezze perfette che tradiscono ad ogni istante un dramma: quello della vulnerabilità, della difficoltà dell’esistenza e del riconoscersi in certi modelli sociali.

La Grycko, poi, attraversa la superficie per indagare sulle anatomie dei corpi. Allora gli organi vitali del corpo vengono collegati da vasi sanguigni rappresentati da circuiti elettrici. E’ un corpo cibernetico, seppure descritto con una tecnologia domestica e collegato alla cultura domestica del cibo proprio dalla tela cerata sopra la quale è collocato.

Giovanni Ruggiero, riflette sull’interno del corpo, sugli organi vitali, per arrivare all’opposto della Grycko ad afferrare l’anima e la spiritualità dell’uomo. Il corpo umano diventa nelle sue opere un calco in negativo impresso in profondità su pannelli monocolori.

Forte della lezione Yves Klein Ruggiero utilizza gli stessi colori: il bianco, l’oro, l’argento, il blu per rendere ancora più efficace la resa dello smaterializzarsi della materia corporale. Un corpo che in alcuni casi addirittura trasfigura in segni grafici simili ad anelli di energia elettro-magnetica. Un intrecciarsi di tratti che richiamano la spina dorsale, centro vitale e portante dell’essere. Ruggiero scava in fondo alla materia per riuscire almeno per un attimo a toccarne l’essenza e allora i corpi rimangono vuoti, solo segni impressi come sacre sindoni dell'anima.



La mostra a cura di Stefania Mazzotti rimarrà allestita fino 12 maggio con i seguenti orari di apertura: dal lunedì al venerdì 9-18,30, sabato 15-18. Domenica chiuso. Per informazioni telefonare a 0546 682027, info@gamfaenza.com



Scheda tecnica

Artisti: Monika Grycko e Giovanni Ruggiero

Mostra: Il corpo dentro e fuori

A cura di: Stefania Mazzotti

Sede: G.A.M. Faenza – v. Maestri del Lavoro,1 – 48018 Faenza (Ra)

Periodo: dal 20 aprile al 12 maggio 2006

Orario: dal martedì al venerdì 09-18,30. Sabato e domenica dalle 15 alle 18.

Catalogo: Christian Maretti editore

Informazioni: Tel. +39 0546 682027 – email: info@gamfaenza.com

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti