Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18577

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Narrativa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Café au livre, via degli Zabarella, 23 - Padova

di Narrativa

Continua a seguirci su facebook al seguente link

http://www.facebook.com/paroleinfuga.it



Sabato 24 Giugno 2006, ore 18.00
Enzo Mandruzzato, Giuliano Pisani e Antonella Barina
presentano:
"Clitennestra, la saga degli Atridi" di Alessandro Cabianca

(Editoria Universitaria - Venezia)


La rappresentazione del mito nel teatro tragico, per i contemporanei, non si presta ad alcuna funzione consolatoria, semmai ha funzione ansiogena, angosciante, per il predominio del perturbante, dello spaventevole (dèi spaventosi, misfatti atroci), del meraviglioso e dell'inconoscibile. Il mito quindi come elaborazione di identità collettive, sovraindividuali, dove l'io si annulla all'interno di cicli epico/sacrali, e trasmissione di "leggi" non scritte, valide per il demos, ma al tempo stesso il mito trasmesso nelle forme e nei contenuti voluti dalla società dominante, dove gli dèi non sono "immorali", riflettono esattamente il punto di vista, se non il comportamento concreto, del dominatore: stupratori, arroganti, vendicativi, partigiani. Ed a noi sono giunte le opere che più di altre mostrano la grandezza degli eroi e degli dèi, ma dal punto di vista dei vincitori; a noi quindi resta l'obbligo di guardare con senso critico e di indagare senza preconcetti queste opere, peraltro tra le eccelse opere dell'uomo e, se ne ha le forze, di riproporle nella loro fase germinale e problematica, quando tutte le potenzialità sono presenti e nessuno dei possibili sviluppi è ancora determinato.

EDITORIA UNIVERSITARIA ­ San Polo 2199 ­ 30125 Venezia - Tel. 338 8167955
http://www.editoriauniversitaria.net
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti