Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17889

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 



Tutto quello che sai su come si scrive una poesia NON è vero!

Il 99% dei Poeti scrive SOLO con le emozioni…

Ti rivelo il segreto che permette all’1% degli autori di scrivere VERE poesie, capaci di sorprendere i lettori!

È arrivato il momento di fare chiarezza:

Registrati alla Lezione Gratuita del 6 Dicembre 2021
La Nuova Era della Poesia sta per cominciare!

Clicca qui

* * * *

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autrice:
Polizzy Carbonelli M L
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

A TE! ( A mio fratello Ignazio )

di Polizzy Carbonelli M L



Intorpidita l’aria già m’annuncia sera,
disfa i contorni d’accatastate case alle mie spalle;
del lontano orizzonte la vision lentamente asconde.
Sparito il Sole,
scura la montagna gettasi nel mare intorpidito anch’esso:
nero spumante a divenir s’appressa;
tremuli lucichii mi dona al guardo;
nel cupo specchio mischia il chiaror di spumose onde,
unica voce ch’odesi d’attorno.
Di luna neppur l’ultimo quarto scorgo.
Pesante l’anima, chiara la mente nei ricordi, penso:

“E’ l’ora, questa, più giusta pel commiato!
E, Tu, m’andasti sul calar del giorno,
ma piena luce, che al tuo spegnersi stridea,
ancor serbaa quel primo dì di Primavera!”

Or, sola, in sì scura sera, vivido ricordo di Te il sen mi strazia…,
…mentre m’appar, nel cupo azzurro, colma d’intensa, palpitante luce,
la prima solitaria stella;
annego il guardo in essa e…, nel tumulto…, il cuor mi si rallenta:
l’immagine di Te entro i miei lumi fa rapido ritorno
e il pensier mio ai dì che insieme possedemmo mi trasporta…!

Larghe le braccia, or, in spasmodico sforzo si tendono…,
s’agitano…, l’abbraccio van cercando…!
Ma vuote e tremanti , sul grembo mio ricadono:
d’estasi soltanto un attimo, per Te, dal Ciel mi fu concesso!

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti