Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18469

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Musica
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

ABDULLAH IBRAHIM TRIO

di Musica

ROMA JAZZ FESTIVAL

Giovedì 13 luglio 2006

ABDULLAH IBRAHIM TRIO
Jacaranda Blue

Abdullah Ibrahim pianoforte
George Gray batteria
Belden Bullock basso

Ingresso € 20
Orario concerti: h 22

LA PALMA CLUB
VIAGIUSEPPE MIRRI 35, ROMA
infoline: 06.43566581 - 06.43599029
info@lapalmaclub.it

Abdullah Ibrahim, nato a Città del Capo, Sudafrica, nel 1934, ricorda di aver ascoltato, da bambino, canti tradizionali Africani, musica sacra e jazz - tutto ciò si riflette nella sua musica. Ha preso le sue prime lezioni di piano nel 1941 ed è divenuto un musicista professionista nel 1949 (Tuxedo Slickers, Willie Max Big Band). Nel 1959 incontra il sassofonista Kippi Moeketsi che lo convince a dedicare la propria vita alla musica.
Nel 1962 il Dollar Brand Trio (con Johnny Gertze al basso, Makaya Ntshoko alla batteria) fa una tournèe in Europa. Duke Ellington assiste ad una loro esibizione al Zürich Africana Club ed organizza una sessione di registrazione per la Reprise Records: "Duke Ellington presenta il Dollar Brand Trio". Il 1963 e il '64 vedono il Trio impegnato a partecipare ai maggiori Festival europei, oltre a partecipazioni televisive e radiofoniche.
Nel '65 Dollar Brand suona al Newport Jazz Festival a cui segue un primo tour negli Stati Uniti. Nel 1966 Abdullah Ibrahim dirige la Duke Ellington Orchestra, e il 1968 lo vede impegnato in un tour come pianista solista. Da allora ha continuato a tenere concerti e a suonare nei club degli Stati Uniti, dell'Europa e del Giappone con partecipazioni ai più importanti Festival del mondo (Montreux, North Sea, Berlino, Parigi, Montreal, ecc.).
Viaggiatore del mondo dal 1962, Ibrahim torna in Sudafrica verso la metà del 1970 ma le condizioni che trovò erano così opprimenti che ritornò a New York nel 1976.
Nel 1988 ha composto la colonna sonora del film “Chocolat”, seguita da ulteriori esperienze nella composizione di musica da film; l’ultima produzione fu la colonna sonora di “No Fear, No Die”.

Portavoce eloquente e uomo profondamente religioso, le credenze e le esperienze di Abdullah Ibrahim si riflettono nella sua musica. Dal 1990 vive in Sudafrica anche se ha mantenuto la residenza a New York. Numerosi tour lo portano in giro per tutto il mondo assieme ai suoi gruppi e anche in molti acclamati spettacoli come solista. Il 1997 ha visto la nascita di una collaborazione in duo con il virtuoso della batteria jazz, Max Roach.
I progetti seguenti (1997/1998) sono su larga scala: il compositore svizzero Daniel Schnyder ha arrangiato le composizioni di Abdullah Ibrahim per un'orchestra di 22 elementi (membri della Orchestra Giovanile della Comunità Europea) per la registrazione di un CD e una produzione della TV Svizzera SF-DRS e anche per l'Orchestra Filarmonica della Munich Radio ancora per la produzione di un CD e per performance concertistiche insieme al Trio di Abdullah Ibrahim.

La prima mondiale della piéce sinfonica venne presentata presso la famosa Hercules Saal di Monaco, in Germania il 18 gennaio 1998, diretta da Barbara Yahr mentre la l’Orchestra da Camera di Zurigo ha eseguito per la prima volta la versione orchestrale per archi alla Zurich Tonhalle nel febbraio del 1998.
La versione orchestrale per archi è stata pubblicata nel settembre del '98 ("African Suite") ed ha incontrato grande favore della critica sia del settore jazz che di quello della musica classica. Nel 2001 è stata pubblicata la versione sinfonica ("African Symphony") con la partecipazione di Abdullah Ibrahim con la NDR Jazz Big Band.
Un altro momento importante è stato la prima esibizione di "Cape Town Traveler", una produzione multimediale al Leipzig Music Festival nel 1999. Una performance di un'ora con A.I. & l'Ekaya Sextet, un gruppo vocale, e materiale video dei suoi primi anni in Sudafrica e degli anni Europei, suoni elettronici che spaziano dall'impressionismo al drum&bass - una grande esperienza.
L'ultimo album si chiama "Cape Town Revisited", registrato dal vivo a Città del Capo. Il pianoforte di A.I. è accompagnato da Marcus McLaurine al basso e George Gray alla batteria e in molti brani si aggiunge la fiera tromba del Sudafricano Feya Faku.
Un grande onore è stato concesso ad Abdullah Ibrahim quando il celebre Gresham College di Londra lo ha invitato a tenere numerose lezioni e concerti (all’inizio di ottobre del 2000 a Canary Wharf). Tra i suoi predecessori al famoso istituto che vanta una storia di 500 anni ricordiamo John Cage, Luciano Berio, Xenakis.


www.abdullahibrahim.com


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti