Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17889

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 



Tutto quello che sai su come si scrive una poesia NON è vero!

Il 99% dei Poeti scrive SOLO con le emozioni…

Ti rivelo il segreto che permette all’1% degli autori di scrivere VERE poesie, capaci di sorprendere i lettori!

È arrivato il momento di fare chiarezza:

Registrati alla Lezione Gratuita del 6 Dicembre 2021
La Nuova Era della Poesia sta per cominciare!

Clicca qui

* * * *

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autrice:
Polizzy Carbonelli M L
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

MACCHIA MEDITERRANEA

di Polizzy Carbonelli M L



Sole splendente esalta i contorni di colline silenti e desertiche
che, del roboante mar la magica vision gelosamente celano.
Prepotente, l’Astro, s’insinua tagliente
irradiando in ogni dove luce accecante.
Mista ad arsa terra sabbia compare
sulle più modeste colline che van degradando;
color ocra caldissimo, il guardo t’accompagna
e lo conduce fin giù, nei pianeggianti spazi,
ove ciuffi d’erba afferra a tratti.

Qua e là s’alternano vegetazioni dall’arcano aspetto;
rami polverosi emergono da contorti, secolari tronchi
e il suol van radendo esausti.
Abbattute creature che folate di “focoso” vento
inesorabilmente han flagellato.
L’arroventato Astro il verde ha risucchiato,
in trito fogliame le divelte fronde ha trasformato!

Stringonsi, i martoriati rami, a ricercar riparo sotto i robusti tronchi
che, caparbiamente eretti, si staglian nell’azzurro,
portando fieri del loro verde il carico miracolosamente intatto.
In molleggianti ritmi attenuan l’urto dell’impetuoso soffio.
Nel silenzio apparente irrompe a tratti
il mormorio del pur distante mare, che acuto fa salir odor di scoglio
che folate di marina brezza catturano
e van spandendo sulla selvaggia macchia
e ancor più giù, in sconfinati spazi, trascinano.

Nel contemplar siffatto, affascinante scenario,
odi il lamento di disperate creature,
che, seppur aduse a tanto strazio, nel forzato frusciare
vanno invocando sol brevissima tregua, che invano attenderanno!
E, ancor, nel rimirar la prorompènte irruenza e la bellezza
di tanto aspra natura,
intimo timor t’assale e all’Esser tuo ti stringe,
mentre senti il ginocchio piegar in religiosa posa,
al Creato, dal cuor s’eleva commossa una preghiera!
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti