Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18468

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Tournče italiana di Romeo and Juliet

di Comunicati Stampa

Mauro Bigonzetti e Fabrizio Plessi
per la nuova versione di Romeo and Juliet

Danza e arte: due mondi si incontrano
per una nuova visione di Romeo and Juliet

Tournée italiana 2006 - 2007
Dopo il debutto tenutosi a Reggio Emilia il 19 e 20 maggio scorsi nell’ambito del Reggio Parma Festival e i successi registrati in Spagna e in Finlandia, la Fondazione Nazionale della Danza / Compagnia Aterballetto ripropone in Italia la nuova produzione “Romeo and Juliet” con una tournèe che terrà
la sua prima data il 15 dicembre 2006 al Teatro Comunale di Modena.

L’idea di questo nuovo lavoro, ispirato all’omonimo capolavoro shakespaeariano, è firmata Mauro Bigonzetti, direttore artistico e primo coreografo della Compagnia, e Fabrizio Plessi, artista di fama internazionale.

I due artisti tornano a collaborare (dopo Sogno di una notte di mezza estate del 2000, che aveva visto impegnato anche Elvis Costello come compositore delle musiche) e questa volta lo fanno in maniera ancora più intensa nella concezione stessa di tutto lo spettacolo.

Sarà un Romeo and Juliet in chiave contemporanea con le musiche di Prokovieff, più simbolico che narrativo, con un’ambientazione scenica molto tecnologica.

La passione, lo scontro, il destino, l’amore, la morte sono i temi principali dell’opera ed attorno a questi ruoterà lo spettacolo.

Nella concezione dello spettacolo, quello che interessa ai due autori, al di là dei personaggi e dell’ambientazione, sono i sentimenti che pervadono la storia e che ne determinano la struttura portante, insinuandosi sino a colpire a fondo le nostre sensibilità occidentali. Perché non esiste storia che, come questa di Romeo e Giulietta, non sia stata tanto narrata e diffusa da valicare i confini geografici, culturali o di classe. Nell’antica Grecia il mito, come un vento, come un fiume, attraversava territori e culture, mutando sì da racconto a racconto, ma sempre portando con sé il suo senso profondo.

Dainese ha partecipato alla produzione perché l’arte rappresenta un campo nuovo rispetto ai suoi tradizionali mondi, un campo in cui il prodotto esce dal contesto abituale per entrare in una dimensione artistica che riesce a valorizzare il messaggio della protezione portandolo da un piano pratico ad un livello più concettuale.

La decontestualizzazione della protezione ne amplia pertanto il significato, elevandola a valore. L’oggetto diventa co-protagonista dell’opera e simbolo di uno dei sentimenti più umani: la ricerca di protezione, non solo nei percorsi sportivi, ma anche in quelli della vita, esposti alla forza di sentimenti e passioni e per questo ancor più “pericolosi”.
Romeo and Juliet ha come co-produttori, oltre alla Fondazione Nazionale della Danza, il Reggio Emilia Danza / Reggio Parma Festival, il Theater im Pfalzbau di Ludwigshafen (Germania), Marella – Gruppo Max Mara ed è realizzata con il supporto del Kuopio Dance Festival (Finlandia) e del Lucent Danstheater / Holland Dance Events (Olanda).

ROMEO AND JULIET TOUR 2006/07:
OTTOBRE 2006
Ludwigshafen (D), Theater im Pfalzbau, 26, 27 e 28 ottobre (con orchestra)
Ludwigsburg (D), Theater im Forum, 31 ottobre

NOVEMBRE 2006
Ludwigsburg (D), Theater im Forum, 1, 2, 3, 4 e 5 novembre
L’Aia (NL), Lucent Danstheater / Holland Dance Events, 14 e 15 novembre

DICEMBRE 2006
Modena (I), Teatro Comunale, 15 dicembre
Piacenza (I), Teatro Municipale, 17 dicembre
Cesena (I), Teatro Bonci, 19 dicembre
Rimini (I), Teatro Novelli, 22 dicembre

GENNAIO 2007
Assisi (I), Teatro Lyrick, 13 e 14 gennaio
Milano (I), Teatro degli Arcimboldi, 18 e 19 gennaio
Lucca (I), Teatro del Giglio, 24 gennaio
Latina (I), Teatro D’Annunzio, 27 gennaio
Bari (I), Teatro Team, 30 gennaio

NUOVE IMMAGINI DI “ROMEO AND JULIET” DISPONIBILI IN ALTA RISOLUZIONE SUL SITO http://www.studiopesci.it

Coreografia: Mauro Bigonzetti
Scene e costumi: Fabrizio Plessi
Musica: Sergei Prokovieff
Luci: Carlo Cerri
Consulenza musicale: Bruno Moretti
Technical gear by: Dainese
Scena realizzata da: General Display srl
Co-produttori:
Fondazione Nazionale della Danza / Compagnia Aterballetto
Reggio Emilia Danza / Reggio Parma Festival
Theater im Pfalzbau di Ludwigshafen (Germania)
Marella – Gruppo Max Mara
Con il supporto di:
Kuopio Dance Festival (Finlandia)
Lucent Danstheater / Holland Dance Events (Olanda)


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti