Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18576

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Pittura
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Work against Nature /Opus contra Naturam

di Pittura

Galleria L’ARIETE artecontemporanea
presenta

JAMES BROWN

Work against Nature
Opus contra Naturam

Dal 28 ottobre al 14 dicembre 2006
Opening Sabato 28 ottobre 2006 Ore 18.00
Orario: feriali 16-20 o su appuntamento
Info 348 3129087


L’ARIETE artecontemporanea di Bologna prosegue la presentazione di significativi momenti dell’opera dell’artista americano JAMES BROWN iniziata nel 2002 con la mostra Oaxaca Works.Opere 1997/2002 che raccoglieva opere realizzate dall’artista nel suo studio in Messico in anni recenti.

La mostra Works against Nature /Opus contra Naturam raccoglie ora un importante nucleo di opere realizzate dall'artista fra il 1993 e il 1994, anni cruciali nel suo percorso, immediatamente successivi agli straordinari anni '80 che lo hanno visto a New York protagonista del grafftismo insieme con Basquiat e Haring. Ma James Brown ha sempre avuto - fin da quel periodo innovatore nella storia artistica internazionale del secondo '900 - caratteristiche di ricerca assolutamente proprie, indirizzate alla riflessione sul 'simbolo', anche se sempre connesse con una sensibilità del presente nella sua più forte, aggressiva incidenza. I suoi volti-totem degli anni ‘80 erano insieme icone arcaiche, simboli ancestrali, ma anche immagini di espressività non estranea alla durezza della vita contemporanea.
Con il suo progressivo trasferimento da New York agli studi di Parigi e di Oaxaca (Messico), la ricerca di James Brown tende sempre più ad una interiorizzazione che scioglie la rappresentazione iconica in simboli più sottili, rarefatti. Piccoli segni, composizioni di materiali, insieme a campiture cromatiche sapienti, muovono la superficie, già segnata, del retro di antiche carte geografiche applicate su lino. La geografia disegnata delle 'mappe' parla lo stesso linguaggio delle opere realizzate sul lino su cui queste sono montate. Una tramatura sottile, raffinata, testimone del tempo e del viaggio nei segni, nelle lacerazioni, nelle ripiegature che permettevano al viaggiatore di portare con sè la propria mappa in tasca. Il lavoro di Brown diviene quindi Work against Nature / Opera contro Natura. Profonda e complessa riflessione sulla nostra intima esperienza del sensibile e sull'esistenza come viaggio. Le ‘maps’ di Brown ci parlano di un viaggio interiore - raccontano l’orografia, le pause, i silenzi, le isole e i mari che portiamo dentro.


In mostra opere, anche di grande dimensione, realizzate a tecnica mista sul retro di mappe composte insieme e alcune tele dedicate al tema dei serpenti, simbolo forte del rapporto con la natura, -rappresentati attraverso collages - a volte isolati sulla superficie della tela, a volte pericolosamente concentrati (Dense Snakes). Infine, saranno esposte una tecnica mista su carta giapponese del 1994 e una significativa scultura in ceramica e grès, testimonianza della straordinaria creatività di un artista noto e apprezzato a livello internazionale, ma al contempo alieno da facili formule rappresentative e stereotipi, che opera nel segno di un percorso difficile, profondo e per questo universale.


Galleria L’Ariete artecontemporanea
Via Marsili 7, 40124 Bologna
Telefax 051-331202
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti