Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16958

-



Premio internazionale
IL FEDERICIANO XII


Presidente di giuria
Giuseppe Aletti, Dato Magradze,
REDDAD CHERRATI.

SCADENZA PROROGATA
14 settembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano

 

*******************************

XVII Concorso di Poesia d'Amore inedita
"TRA UN FIORE COLTO E L'ALTRO DONATO"

Lascia una testimonianza dei tuoi sentimenti.




Entro il 21 Settembre 2020
Partecipazione Gratuita!

*******************************

L'VIII Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500.

Ai primi 10 classificati saranno assegnati trofei e targhe personalizzate.





 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

CONCERTO DI EMOZIONI Lucia Primavera Monti

di Aletti Editore

Poesia intimista quella di Lucia Primavera Monti, la quale apre il suo scrigno considerando l'universo femminile magico e misterioso, dipinto con tratti che alternano colori forti e vibranti, quelli delle scelte più difficili, della coerenza, alle sfumature delicate dell'affetto puro, per suggerire la sua natura composita, che è sia mare magno d'amore, e sia agone. Per tanto si rivela “donna/ sempre in lotta/ con se stessa”, ma pronta poi a lasciar crescere dopo ogni lacrima quell'amore maturo e solido, come forse solo una donna può esprimere, fino a viverne l'apice nell'accoglienza di ogni penetrante crudeltà, come porto sicuro, capace di spegnere il male nella purezza d'uno sguardo fiero e forte: “Se mi ferisci/ non voglio odiarti/ ti vedo solo con occhi diversi”.

Si direbbe quindi una poesia romantico-sentimentale, la quale parte sempre da un battito del cuore, per ricercare i segni delle esperienze stratificate dal tempo, che divengono vivi memoriali rinnovati nel verso poetico. Per cui la Nostra si schiude all'incontro, tende all'altro, giacché nell'individuo, situato, il sorriso coadiuva l'amore universale. E spinge ad andare, ad uscire dal grigiore, a indossare una nuova veste, da ‘iniziati' alla vita, la quale è mistero, scoperta, gioia interiore.

Per tanto la forma dei versi gode -in un certo senso- del verticismo, dell'essenzialità delle parole-verso che digradano, si stagliano nello spazio bianco, una sull'altra, facendo tesoro della pausa del pensiero -più che d'una rigorosa ricerca linguistica- che sosta nello spazio tipografico per illuminare il senso dell'esistenza cercato in poesia.

Ora la vita qui è questo ‘tutto' che comprende gli opposti: “un sibilo di vento/ grida di dolore/ s'innalzano/ nell'immensità”, ma è anche l'attesa e “il tormento di una risposta”.

I versi di Lucia Primavera allora, ordinati talora ad una spinta metafisica, non possono che godere della brevità, che non risulta mai criptica, anzi non sa proprio cosa sia la complessità, giacché tutto scorre come nei pensieri di bimba che ricordi -presentificandone l'essenza come in una reviviscenza interiore- le sue emozioni, i desideri, gli affetti, al modo che proprio gli innocenti sanno, allorché solo “l'andare a capo” permane come limite formale, a indicare che “di poesia ancora si tratti”.

Ecco, se una nota dominante debba evidenziarsi, questa risulterebbe l'innocenza: pur guadagnando la maturità infatti -”il tempo passa inesorabile/ e tu grande quercia hai ancora l'orgoglio/ degli anni verdi”- la poetessa ha coltivato con la cura e la pazienza del giardiniere un'anima ‘fanciulla', impressionabile come cera atta a ricevere l'impronta, o che si fa lastra fotografica ove si fissano anche “i ricordi, il passato” che, soggiunge l'autrice, “fanno parte di noi/ anche se dolorosi”.

Dunque proprio perché in grado di porsi all'ascolto, Ella sa anche indicare la via d'uscita per le “…anime deboli/ che chiedono/ invocano/ cercano/ pace/ confronto/ amore”, sicché “l'unica cosa vera/ …/ è il miracolo della vita”, apprezzato dall'anima trasparente, poetica, che diviene “calco” d'ogni esperienza di libertà.

Andrea G. Graziano


Collana "Gli Emersi"
pp. 48 €12.00
ISBN 88-7680-124-3


Ordinalo presso la tua libreria di fiducia o direttamente dalla casa editrice.
http://www.alettieditore.it/
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti