Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18560

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Cinema
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

I vincitori del Torino Film Festival 2006

di Cinema

La XXIV edizione del Torino Film Festival si è conclusa attribuendo il Premio Lancia per il miglior lungometraggio internazionale a HONOR DE CAVALLERIA. Il film racconta l’intramontabile figura di Don Quixote ed è l'opera prima dello spagnolo Albert Serra. Girato con l’aiuto di attori non professionisti, sul modello di alcuni grandi come Olmi a cui Serra ha detto di essersi ispirato.

Il riconoscimento speciale della giuria è andato ex-aequo a The Guatemalan Handshake dello statunitense Todd Rohal (che dipinge la provincia americana vista dagli occhi di una bambina) e a Notes by a trackman di Zhanabek Zhetiruov (un racconto in bianco e nero, molto poetico, sulla vita di un cieco che adempie al proprio lavoro affidandosi più che alla tecnologia ad una sensibilità propria ed a una saggezza acquisita). Lo stesso regista kazako ha vinto il premio Fipresci.

Miglior film della sezione Spazio Italia è stato giudicato Suicidio di un paraplegico [2 di 10] del politicamente scorretto Francesco Guttuso.

Il premio Kodak al miglior corto italiano in pellicola è andato alla coproduzione italo-statunitense Chronicles of impeccabile sportsmanship di Erika Tasini .

A-Il lato grottesco della vita- ambientato tra i Sassi di Matera è andato il premio come miglior film sul mondo del lavoro.

Il concorso documentari è stato vinto dal racconto ELIORAMA dei torinesi Maicol Casale e Alberto Momo.

Dopo la scomparsa di Jack Palance, il Festival gli ha dedicato le proiezioni dei film in cui Aldrich lo diresse: Il grande coltello (1955), Prima linea (1956) e Dieci secondi col diavolo (1958).


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti