Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18469

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Musica
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Paolo Fresu con Nguyen Le

di Musica

La Palma in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura della Regione Lazio presenta JAZZITA’

Domenica 3 dicembre ORE 15 – 18
Workshop di
PAOLO FRESU alla Palma
Ingresso: 5 Euro . Aperto a tutti
ORE 22,30
Concerto
PAOLO FRESU & NGUYEN LE DUO
Ingresso 1 Euro

La Palma
Via Giuseppe Mirri 35 - 00159 Roma
Tel 06 43566581 – 06 43599029
www.lapalmaclub.it
info@lapalmaclub.it

Questo è l’incontro – con la voglia di sperimentare, confrontarsi e creare liberamente - di due “teste pensanti” del jazz contemporaneo.
Molta elettronica, ma con la voglia e la necessità di controllare “la macchina” ed usarla invece – come insegnava Brian Eno – nel modo più intelligente, asservendola alle più “umane” verifiche.
Un duo che si conosce bene e che, dopo anni di collaborazioni jazzistiche, guarda davvero avanti, senza dimenticare che stupirsi e giocare, deve stare alla base di una collaborazione “importante”.


Nguyên Lê

Nato a Parigi da genitori vietnamiti, cominciò a suonare la batteria all’età di 15 anni per poi presto passare a chitarra e basso elettrico. Laureato in Arti Visuali si è poi rivolto agli studi di filosofia con un’interessante tesi sull’Esotismo.
La sua prima esperienza musicale è con il gruppo Ultramarine, di cui il primo cd « De » (1989) viene scelto dalla celebre testata « Liberation » quale migliore « World Music album" dell’anno.
Nguyên Lê è un autodidattai con un vasto raggio di interessi musicali: Rock & Funk (Jim Cuomo, Madagascar tour 84), Jazz standards & contemporary Jazz (bassista con Marc Ducret, chitarrista con Eric Barret), Musica Improvvisata (con il trombonista Yves Robert), Singers (Ray Charles), Contemporary Music (André Almuro, Tona Scherchen, Marius Constant, Mauricio Kagel), Musica etnica africana e caraibica (Ultramarine), algerina con Safy Boutella & Cheb Mami, indiana con Kakoli, turca con Kudsi Erguner, vietnamita con il suo "Dan Bau" (strumento tradizionale ad una sola corda). Ha lavorato con Antoine Hervé nella celebre O. N. J. (French National Jazz Orchestra), e con Johnny Griffin, Louis Sclavis, Didier Lockwood, Carla Bley, Steve Swallow, Randy Brecker, Toots Thielemans, Courtney Pine, Steve Lacy, Dee Dee Bridgewater, Gil Evans, Quincy Jones e – successivamente – con Michel Portal, Miroslav Vitous, Trilok Gurtu, J. F. Jenny Clarke, Aldo Romano, Daniel Humair, Dewey Redman, Andy Emler, Jon Christensen, Nana Vasconcelos, Glenn Ferris, Christof Lauer, Paolo Fresu, Kenny Wheeler e John Taylor.
Nguyên Lê è attivo anche come compositore ed esecutore in campo musica elettronica ed è un grande esparto di effetti e musica programmata per computer.
Molto amati i suoi progetti attorno alla figura di Jimi Hendrix.
Nel 1996 da vita al progetto "Tales from Viêt-Nam", che lo porterà al successo universale, recuperando successi di pubblico e di critica “importante” come il Diapason d'Or, Choc du Monde de la Musique, Choc of Year 1996 Jazzman, 2nd best CD 96 per JAZZTHING (Germany), Best CD 96 per Radio TRS 2 (CH), "a minor masterpiece" JAZZTIMES (USA).
«Angel» (2/98) e «Metamorfosi» (4/99) sono invece il contributo importante agli importanti cd di Paolo Fresu con il quartetto Angel.
Nel ’98 registra «Maghreb & Friends», una sorta di esplorazione della musica tradizionale magrebina ed algerina. Quindi produce la cantante Huong Thanh, registrando poi con lei ben tre cd nel proprio studio domestico. «BAKIDA», (in trio con Renaud Garçia Fons e Tino di Geraldo) viene votato da diverse riviste specializzate come “miglior disco dell’anno”.
Negli ultimi anni ha poi lavorato con Maria Schneider, la Metropole Orchestra olandese con musica arrangiata da Vince Mendoza. «Purple» è invece il titolo del finalmente inciso lavoro dedicato alle musiche di Hendrix, che risulta un best-seller anche a livello di classifiche specializzate di vendita.
Nel 2005 viene infine pubblicato “Walking on the Tiger's Tail", il nuovo lavoro con i “vecchi” amici Art Lande, Paul McCandless e Jamey Haddad.


Paolo Fresu

Inizia lo studio dello strumento all'età di 11 anni nella Banda Musicale del proprio paese natale e dopo varie esperienze di musica leggera scopre il jazz nel 1980 ed inizia l'attività professionale nel 1982 registrando per la RAI sotto la guida del M° Bruno Tommaso e frequentando i Seminari di Siena jazz. Nel 1984 si diploma in tromba presso il Conservatorio di Cagliari e nello stesso anno vince i premi <RadioUno jazz>, <Musica jazz> e <RadioCorriere TV> come miglior talento del jazz italiano. Nel 1990 vince il premio <Top jazz> indetto dalla rivista 'Musica jazz' come miglior musicista italiano, miglior gruppo (Paolo Fresu Quintet) e miglior disco (premio <Arrigo Polillo> per il disco 'Live in Montpellier'), nel 1996 il premio come miglior musicista europeo attraverso una sua opera della 'Académie du jazz' di Parigi ed il prestigioso ‘Django d’Or’ come miglior musicista di jazz europeo e nell’anno 2000 la nomination come miglior musicista internazionale. Solo i primi, in una lunga serie di riconoscimenti che proseguono nel presente musicale. Docente e responsabile di diverse importanti realtà didattiche nazionali e internazionali, ha suonato in ogni continente e con i nomi più importanti della musica afroamericana degli ultimi 30 anni: F. D'Andrea, G. Tommaso, B. Tommaso, T. Ghiglioni, E. Rava, A. Salis, E. Pieranunzi, G. Gaslini, GL. Trovesi, R. del Fra, A. Romano, G. Ferris, J. Taylor, K. Wheeler, P. Danielsson, J. Christensen, G. Mulligan, B. Brookmayer, D. Liebman, K. Berger, D. Holland, R. Beirach, J. Zorn, J. Abercrombie, H. Merril, R. Towner, R. Galliano, M. Portal, T. Gurtu, J. Lee, Gunther Schüller, P. McCandless, J. Hall, L. Soloff, Uri Caine, Gil Evans Orchestra ecc.
Ha registrato oltre duecento dischi di cui una trentina a proprio nome ed altri con collaborazioni internazionali (etichette Francesi, Tedesche, Giapponesi, Spagnole, Olandesi, Svizzere, Canadesi) spesso collaborando con progetti 'misti' come Jazz-Musica etnica, World Music, Musica contemporanea, Musica Leggera, Musica antica, ecc.. collaborando tra gli altri con M. Nyman, E. Parker, Farafina, O. Vanoni, Alice, T. Gurtu, G. Schüller, ecc.
Dirige le linee artistiche del Festival 'Time in jazz' di Berchidda e del 'Eurojazz' (Concorso Internazionale per gruppi emergenti) di Oristano e dei Seminari jazz di Nuoro.
E' stato più volte ospite in grandi organici quali la 'G.O.N. - Grande Orchestra Italiana', l'ONJ - Orchestra nazionale di jazz francese, la NDR - orchestra della Radio tedesca di Amburgo e l’italiana Instabile Orchestra.
Ha coordinato, inoltre, numerosi progetti multimediali collaborando con attori, danzatori, pittori, scultori, poeti, ecc. e scrivendo musiche per film, video o per il Balletto o il Teatro.
Oggi è attivo con una miriade di progetti che lo vedono impegnato per oltre duecento concerti all’anno, pressoché in ogni parte del globo.
Molte sue produzioni discografiche hanno ottenuto prestigiosi premi sia in Italia che all'estero.
Vive tra Parigi, l'Appennino Tosco-Emiliano, Bologna e la Sardegna e dirige l'Associazione Culturale TIME IN JAZZ a Berchidda con la quale organizza il prestigioso Festival Internazionale TIME IN JAZZ dal 1988.
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti