Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18468

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

NON C'E' TEMPO PER LEGGERE POESIE

di Comunicati Stampa

Il Ramo d'oro
Centro d'arte e cultura
Via Omodeo, 124, 80128 Napoli,
tel. 0815792526, email: fyesbm@tin.it


fino al 6/1/2007
Simone Catania; Vincenzo Montella;
Marco Sodaro; Liu Wei; Bruno Zingarelli
NON C'E' TEMPO PER LEGGERE POESIE
visitabile tutti i giorni tranne giovedi e festivi
dalle 16 alle 20.


______________________________________

15/12/2006
ORE 19 Rosario Pinto presenta il libro:
PROSPETTIVE VERBO-VISIVE
di Giorgio Agnisola e Rosario Pinto.

Parola e Immagine

Parola ed immagine sono fondamentali per la comunicazione, così come non meno, lo sono i messaggi che ci pervengono per via tattile, gustativa ed olfattiva dagli altri sensi. Il grande sogno dell’artista è sempre stato quello della pienezza del coinvolgimento sensoriale per ottenere nel fruitore il massimo effetto percettivo.

Le ‘Avanguardie storiche’ hanno portato aventi tale progetto ed hanno introdotto il concetto stesso di ‘opera totale’, cui, in fondo, solo il cinema avrebbe potuto dare un tentativo di risposta organica proposta su larga scala fruitiva.

La dimensione più propriamente caratterizzata dalle dinamiche visive ha presto imboccato la strada, con Duchamp della prospettiva concettualizzante, additando nel progetto e nella sua immanentizzazione nel manufatto il senso preciso e qualificante dell’intervento creativo.

Ciò ha dischiuso le porte a più ricche esperienze che hanno scelto di coinvolgere anche altri codici espressivi, come, ad esempio, quello della parola che entra a far parte dell’immaginario visivo cercando il massimo grado dell’integrazione comunicativa. Che un equilibrio ‘logo-iconico’ sia già stato esperito in tempi anche molto lontani è un dato acquisito ed ampiamente delibato dalla storiografia e dalla critica; ciò che con il ‘900, e segnatamente nella sua seconda metà, s’aggiunge è la matura coscienza del processo che si arricchisce anche di aperture cinestetiche e fornisce una ampia gamma di esperienze creative integrando in un novum estetico ciò che erano state delle sperimentazioni produttive elaborate, nel corso del tempo, in modo non certamente sistematico e, comunque, non presiedute da un progetto di lunga lena.

La dimensione ‘logo-iconica’ o, se si vuole, ‘verbo-visiva’ si arricchisce, così, di una straordinaria messe di interventi che vengono prodotti in tutto il mondo nelle grandi scuole della ‘poesia concreta’, della ‘poesia visiva’ della ‘poesia visuale’ ecc. e che vedono in Italia la fioritura di almeno tre grandi centri di straordinaria vivacità nelle città di Firenze, Genova e Napoli.

Rosario Pinto.

(Cfr.G. Agnisola, R. Pinto, Prospettive verbo-visive, Artistic&Publiscing Company, Formia-Milano 2006)

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti