Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18576

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Teatro
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

LA SERVA PADRONA al Teatro Fara Nume

di Teatro

MARTDI 9 GENNAIO 2007 ORE 21.00
“I CONCERTI DEL MARTEDI”

LA SERVA PADRONA
INTERMEZZO COMICO DI G. B. PERGOLESI
Teatro Fara Nume, Via Domenico Baffigo, 161 – Ostia Lido
Nell’ambito dell’offerta artistica e culturale proposta per la stagione 2006/2007, il Teatro Fara Nume, in collaborazione con l’Associazione musicale Antonio Salieri, presenta per il 9 Gennaio 2007 una versione particolare del famoso intermezzo comico di G. B. Pergolesi, eseguito in forma di concerto e arricchito da interventi esplicativi sull’opera da parte degli interpreti e dei musicisti, con i quali il pubblico potrà interagire. La versione originale, con scene e costumi, sarà riproposta al pubblico del Teatro Fara Nume il 30 Gennaio 2007.
La serva padrona è un celebre intermezzo buffo di Giovan Battista Pergolesi.Composta su libretto di Gennaro Antonio Federico, fu rappresenta la prima volta al Teatro San Bartolomeo di Napoli il 28 agosto 1733, quale intermezzo all'opera seria Il prigionier superbo, dello stesso Pergolesi, destinata a non raggiungere neppure lontanamente la fama della Serva padrona.

Giovanni Battista Pergolesi - La Serva Padrona
Intermezzo comico in due atti di Gennaro Antonio Federico
la trama
Atto primo
Uberto, si sta vestendo per uscire e protesta perchè la cameriera Serpina, che egli ha preso in casa da bimba, lo tratta senza rispetto . Si rifiuta di servirgli la cioccolata o lo obbliga a rinunziare a una passeggiata. Essa fa una scenata a Vespone, altro servo, che non parla mai, fino a schiaffeggiarlo perchè non la rispetta come una padrona. Uberto, pur di non dovere più sottostare alla serva, chiede a Vespone di trovargli una moglie, magari brutta, ma sottomessa. Serpina dichiara che la sposa sarà lei: Uberto la chiama matta; ma ella sa che il padrone non è indifferente, ed è decisa a spuntarla.

Atto secondo
Serpina traveste Vespone da soldato e lo nasconde in una stanza vicina. Uberto si accinge a uscire. E Serpina lo affronta: poichè egli è stanco di lei, ha deciso di accasarsi con un militare, il violento e autoritario Capitan Tempesta. Uberto teme che un'unione simile non offra molte garanzie di felicità ed è disposto a conoscere il fidanzato. Serpina introduce Vespone travestito e informa Uberto che il capitano la sposerà se avrà quattromila scudi di dote. Uberto non ha intenzione di sborsare una tale somma e Vespone finge collera e minacce. Serpina mostra di calmarlo e riferisce al padrone che il suo pretendente rinuncerà a tutto e non passerà a vie di fatto, purché sia Uberto a sposarla. Uberto si rassegna, non malvolentieri, a dare la mano di sposo a Serpina, alla presenza del temuto Capitan Tempesta. Poi Serpina rivela l'inganno e Uberto fa buon viso a cattivo giuoco, confessando di aver sempre avuto del tenero per la sua serva padrona.
Programma: G. B. Pergolesi
La serva padrona
Personaggi e interpreti:
Uberto: James Varah
Serpina: Tiffany Herring
Regia e mimo: Emanuele Marino


Complesso strumentale dell’Associazione Musicale Antonio Salieri
Direttore al cembalo: Filippo Manci

La realizzazione dell’evento è resa possibile grazie alla collaborazione fra Teatro Fara Nume e Lidauto S.p.A. e al patrocinio della Provincia di Roma – Assessorato al Turismo – e Regione Lazio - Assessorato alla Cultura, Sport, Spettacolo

Per informazioni e prenotazioni:
Teatro Fara Nume: tel. 06.5612207
Via Baffigo, 161 – Ostia
e-mail:
botteghino@teatrofaranume.it
sito:
www.teatrofaranume.it
Ufficio Stampa:
Stefania Maccari, Carolina Belloc & Marco Filibeck
Tel. 06.5612207 / 06.56770243
E-mail: ufficiostampa@teatrofaranume.it / cbelloc@lidauto.it / marcofilibeck@teatrofaranume.it
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti