Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18468

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Raccontami una storia a cena

di Comunicati Stampa

Raccontami una storia a cena

a cura di Anna Toscano
17, 24, 31 gennaio e 7 febbraio 2007 – ore 19.30


Francesca Mazzucato, Antonella Cilento
Roberto Bianchin, Maurizio Crema



Dopo il grande successo di pubblico delle scorse edizioni torna la fortunata rassegna che vede un autore raccontare una storia inedita in un ambiente raccolto e speciale: gli spazi della Fondazione Querini Stampalia progettati da Mario Botta.
L’appuntamento è per quattro serate tra gennaio e febbraio.
“Raccontami una storia a cena”, a cura di Anna Toscano, inizia mercoledì 17 gennaio con Francesca Mazzucato; prosegue con Antonella Cilento mercoledì 24, e con Roberto Bianchin il 31 gennaio. Chiude Maurizio Crema il 7 febbraio.
La cena verrà servita per quaranta persone, su prenotazione, al prezzo di 25 euro, con un menù preparato dallo chef della Caffetteria Barbarigo della Fondazione.
I vini, intonati al tema della serata, sono offerti dalla casa vinicola Botter.
RW Panel e Botter con il loro supporto rendono possibile l’iniziativa.
La scelta degli autori è suggerita dalla notorietà e dalla capacità di raccontare in pubblico, di essere degli affabulatori.
Non i classici incontri letterari: la novità è la cornice informale.
Il narratore non è separato dagli ascoltatori, ma in mezzo a loro, nel clima di cordialità e confidenza che solo un pubblico di piccoli numeri rende possibile.
E la Fondazione qui si presenta in un’altra veste: è sì la biblioteca in cui studiare e il museo da visitare, ma è anche l’ambiente elegante e conviviale della caffetteria e il bookshop, in cui scegliere fra un ricco catalogo di libri d’arte contemporanea e una gamma raffinata di oggetti di design.
Lascito prezioso dell’evento, la pubblicazione delle storie: un libricino per ciascuna.
Ne sta uscendo una piccola collana, messa in vendita nel bookshop della Querini Stampalia, dove è già possibile acquistare le storie ascoltate durante la prima edizione:
Langenwang di Annalisa Bruni; Cannibali della voce di Sabina Crippa e Orazione funebre alla Memoria. Morti e Misteri a San Michele in Isola di Alberto Toso Fei.

Obiettivo del progetto: diversificare la proposta culturale a Venezia, puntando su un investimento qualificato di risorse culturali, aziendali, professionali.
Luogo di molti luoghi, luogo delle mille differenze – si leggono nella sua storia, nelle sue architetture, nella varietà delle sue attività – la Fondazione Querini Stampalia può rappresentare un campo di sperimentazione ideale.


Programma di Raccontami una storia a cena di gennaio 2007:

mercoledì 17 gennaio, ore 19.30 - Francesca Mazzucato
mercoledì 24 gennaio, ore 19.30 - Antonella Cilento
mercoledì 31 gennaio, ore 19.30 - Roberto Bianchin
mercoledì 7 febbraio, ore 19.30 - Maurizio Crema

Gli autori di Raccontami una storia a cena di gennaio 2007:
Francesca Mazzucato, definita da l'Espresso la più nota scrittrice erotic-chic italiana, si è laureata in lettere moderne e specializzata in biblioteconomia con un master al Parlamento Europeo. E’ scrittrice e traduttrice. Fra i suoi libri: HotLine (Einaudi, 1996), Relazioni scandalosamente pure (Marsilio, 1998), Amore a Marsiglia (Marsilio, 1999), Diario di una blogger (Marsilio, 2003; finalista al premio Argentario Narrativa), Storie illecite di perdizioni e diseredati (LietoColle, 2003), La sottomissione di Ludovica (Borelli, 2004), Enigma veneziano (Borelli, 2004), L'Anarchiste (Aliberti, 2005), Confessioni di una coppia scambista (Girali, 2006), Train du reve (Girali, 2006), il saggio Louis Brauquie, (Kult Virtual Press, 2006). E' tradotta in molti paesi, fa parte dell'Who's Who Italy 2006/7 sezione Arte e cultura, e ha vinto il premio Fiuggi. Collabora a riviste letterarie e siti internet.

Antonella Cilento ha pubblicato Il cielo capovolto (Avagliano, 2000,) Una lunga notte (Guanda, 2002; Premio Fiesole 2002; Premio Viadana; finalista Premio Vigevano; Premio Greppi; selezionato al Festival du Premier Roman di Chambéry), Non è il Paradiso (Sironi, 2003), Neronapoletano (Guanda, 2004), L’amore, quello vero (Guanda, 2005), Napoli sul mare luccica (Laterza, 2006). I suoi romanzi sono tradotti in Germania dalla Bertelsmann. Collabora con Il Mattino, L'Indice dei libri del mese, Il Sole 24 Ore, Il Riformista.
Ha ideato e conduce a Napoli dal 1993 il Laboratorio di Scrittura Creativa Lalineascritta (www.lalineascritta.it), attivo presso associazioni, librerie, scuole di ogni ordine e grado, impegnato nella formazione di insegnanti e studenti in tutta Italia. Dirige con Giovanni Accardo la scuola “Le Scimmie” presso l’UPAD di Bolzano. Ha scritto numerosi testi per il teatro e cortometraggi per Mario Martone e Sandro Dionisio. Ha realizzato per RAI RadioTre i racconti radiofonici Voci dal silenzio (Cento Lire, a cura di Lorenzo Pavolini). E’ stata segnalata dal Premio Calvino 1997 per il romanzo inedito Ora d'aria e ha vinto il Premio Tondelli con la sua tesi di laurea.

Roberto Bianchin. E' nato a Venezia e vive a Milano. Giornalista, lavora sin dalla fondazione a Repubblica, dove è stato corrispondente, redattore, caposervizio, e dal 1987 è inviato speciale. Ha vinto il premio Aurelio Piva per il miglior cronista nel 1982 e nel 1996. Ha pubblicato i romanzi Niente Rumba stanotte (Marsilio, 2002), Albascura (Marsilio, 1998) con cui ha vinto il premio dei librai “Città di Padova” nel 1999 ed è stato finalista al premio Scerbanenco e al premio Tuscanica “Un libro per l’estate”, Acqua Granda (Filippi, 1996 – Comune di Venezia, 2006) che ha avuto quattro edizioni, di cui una illustrata, ed è stato portato in scena da Roberto Citran per la regia di Ketty Grunchi. Acqua Granda ha vinto il premio “Città Palcoscenico” per il teatro nel 2005 e il premio “Piccoli palcoscenici” nel 2006. E’ anche autore di liriche e saggi, ha scritto per la radio, il cinema e il teatro. Suoi lavori teatrali sono stati rappresentati alla Biennale di Venezia. Temperamento eclettico – è giornalista, scrittore, poeta, musicista e saltimbanco – ha diretto il film David Larible a Villa Grock (2002) e l’album del cantautore Adriano De Grandis "Anche i pesci parlano d’amore" (1999).


Maurizio Crema, 43 anni, nato a Verona, veneziano d'adozione, giornalista con licenza di viaggiare (almeno fino ad ora), è in forza a Il Gazzettino (vice capo della redazione economia), collabora col settimanale Diario e l'inserto di Repubblica D, per i quali ha realizzato diversi reportage nell'Europa dell'Est e in Sud America. Ama i Balcani e ha scritto un libro on the road (nel senso che c'è andato in moto) sull'Albania: Viaggio ai confini dell'Occidente (Ediciclo editore). Nell'estate del 2006 ha ideato e realizzato un viaggio sulle rotte adriatiche della Serenissima con una storica barca a vela da cui è stato tratto un documentario, di cui è sceneggiatore, presentato a Trieste e a Venezia. Nel 2007 uscirà un libro su quest'avventura: Sulle Ali del Leone. Il prossimo obiettivo potrebbe essere Istanbul, sempre se riesce a trovare compagni d'avventura e sponsor non essendo ricco se non di sogni.



Fondazione Querini Stampalia
Santa Maria Formosa
Castello 5252
30122, Venezia


Prenotazioni:
Caffetteria Barbarigo
041/5289758 tel.
chiuso il lunedì
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti