Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18474

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

mostra personale di LUCA MONFARDINO

di Comunicati Stampa

VIVERE O QUASI - mostra personale di LUCA MONFARDINO



Artensione, art-factory e spazio espositivo multifunzionale, è lieta di ospitare la mostra personale di pittura e scultura "Vivere o Quasi" di Luca Monfardino nei propri locali, da venerdì 9 a giovedì 22 febbraio 2007.



L'inaugurazione si terrà alle ore 22,00, con la presenza dell'artista. Verranno esposte diverse opere pittoriche e scultoree, ambientate nello spazio bianco monocromo della galleria, come isole di incomunicabilità a sè stanti, come se anche la collocazione dei pezzi rispecchiasse l'impulso basilare della loro creazione, ovvero una vita-non vita, frutto di un'analisi dello scomodo disagio dell'esistere, e di una passiva accettazione del puro fluire del tempo.

Il lavoro di Monfardino, infatti, trae origine da una pluriennale trasposizione figurativa della percezione, oggi alquanto diffusa, dell'inutilità dell'esistenza, spogliata, privata dei propri valori tradizionalmente associatigli. Una non-vita ancora in attesa di essere rivestita da concetti o proposizioni innovative, adeguate alle mutate condizioni sociali del vivere odierno.

Troviamo quindi queste opere, nichilisticamente sospese nel bianco delle pareti, raffiguranti corpi e volti chiusi, a se stanti, non permeati o scalfiti dal tessuto del quotidiano, come anche le sculture: galleggianti su colonne squadrate poggiate sul pavimento, che si pongono all'altezza del nostro sguardo di spettatori, osservandoci con l'incontenibile desiderio di comunicarci qualcosa, qualcosa che possa creare un contatto, un ponte, un vincolo tra le esistenze che esse mimano e le nostre, che forse sono quelle che vengono mimate, per lasciarci, forse alla fine scoprire il vero significato della vita.



Di seguito, uno stralcio tratto dalla critica al lavoro di Monfardino, a cura di A. Lepore:

"Vivere senza scelta, sopravvivere. Questo è il tema che ruota intorno alle opere di Luca Monfardino che si pone l’obbiettivo di descrivere un aspetto del disagio esistenziale dei nostri tempi. L’universo raffigurato nelle opere dell’autore presenta figure scomode che, spesso screditate, vengono lasciate in penombra. Ciò viene descritto attraverso la raffigurazione di soggetti dalle anime consumate e da un’ esistenza che non ha loro consentito alcuna forma di emersione. Attraverso colori cupi o colori incolore l’autore abbozza un universo socialmente emarginato, ma che vanta i propri limiti di fronte ad una realtà di vita senza speranza e senza futuro."



Per informazioni:
Artensione, via Casilina 187, Roma (zona Pigneto)
Tel 338-8329646 - Tel e fax 06-70307314.
www.artensione.it artensionemaccari@email.it


Si informa che gli indirizzi utilizzati per la presente comunicazione sono stati: lasciati direttamente ad Artensione per ricevere informazioni delle nostre attività, reperite tramite siti web o ricevute da altre associazioni che effettuano attività simili. Inoltre tutti gli indirizzi dei destinatari della presente mail sono in copia nascosta (D.Lgs 196/2003). Nel caso in cui il messaggio pervenga a persona non interessata, vi preghiamo di scusarci e di volercelo cortesemente segnalare rispondendo NON MI INTERESSA Grazie.
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti