Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18469

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Incontri culturali a Caprarola...

di Comunicati Stampa

Viaggio in Italia 2006-2007
Percorsi della memoria tra arte e territorio
IL LAZIO
SECONDO CICLO DI INCONTRI

Primo incontro
28 febbraio 2007, ore 10.00
Caprarola, Scuderie di Palazzo Farnese


Il progetto “Viaggio in Italia 2006-2007. Percorsi della memoria tra arte e territorio. IL LAZIO”, dopo una prima serie di incontri che ha coinvolto nel dicembre scorso le province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, prosegue nel 2007 con un secondo ciclo di appuntamenti.

Ideato da Anna Maria Rimoaldi, direttore della Fondazione Bellonci, con il coordinamento scientifico dei Soprintendenti Claudio Strinati e Rossella Vodret, il progetto continua il suo straordinario “viaggio” nel patrimonio culturale italiano attraverso una serie di incontri tra recupero della memoria e promozione delle opere d’arte presenti sul territorio.

L’itinerario si svolgerà da febbraio a maggio per concludersi con una grande mostra a Palazzo Venezia (da novembre 2007 a gennaio 2008) dedicata all’eccezionale impresa di salvataggio delle opere d’arte, compiuta durante i bombardamenti del 1943-44 dal Soprintendente Emilio Lavagnino (1898-1963) e da un gruppo di coraggiosi storici dell’arte. Vicende cruciali raccontate da Alessandra Lavagnino, figlia di Emilio, nelle vivissime pagine di Un inverno 1943-1944 (Sellerio 2006).ai capolavori salvati dalla distruzione della guerra.

L’iniziativa è promossa dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, insieme alla Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano e alla Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico del Lazio, in collaborazione con la Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali e l’Istituto per il Libro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il sostegno di Gioco del Lotto e il supporto tecnico della SOGEI.

Sono previsti sei nuovi incontri destinati agli studenti degli Istituti superiori e alla cittadinanza. Ogni incontro si articolerà in due parti: nella prima si svolgerà una lezione tenuta da prestigiosi storici dell’arte, nella seconda sarà ricostruito il clima culturale degli anni della Trenta e Quaranta attraverso il cinema, il teatro, la musica.

Il primo incontro si svolgerà il 28 febbraio 2007 alle ore 10.00, presso le Scuderie di Palazzo Farnese di Caprarola. Interverranno Andrea Emiliani, con una lezione di storia dell’arte dal titolo Il ruolo di Urbino come epicentro della produzione artistica italiana, e Roberto Giuliani con l’intervento I suoni dell’attesa. Roma 1944, incentrato sul linguaggio radiofonico e musicale dell’epoca.

La lezione di storia dell’arte di ciascun appuntamento si svolgerà su un doppio binario: da un lato saranno date notizie generali relative al patrimonio storico-artistico locale, con particolare attenzione alle correnti artistiche e ai maestri che hanno caratterizzato il luogo di riferimento, dall’altro saranno approfondite le opere d’arte presenti sul territorio citate nel libro di Alessandra Lavagnino.

A conclusione del progetto è prevista la realizzazione di un dvd in collaborazione con la SOGEI e per la regia di Paolo Pisanelli, che conterrà le immagini inedite delle opere d’arte, corredate di schede tecniche, oltre ai momenti più significativi filmati durante gli incontri.

Il dvd sarà distribuito gratuitamente agli Istituti d’istruzione secondaria di secondo grado che hanno aderito al progetto e a tutti quelli che ne faranno richiesta, agli Istituti di Cultura Italiani all’estero raggiunti attraverso la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri.


NOTE BIO-BIBLIOGRAFICHE
Relatori 28 febbraio 2007

Andrea Emiliani è Presidente dell’Accademia Clementina di Bologna. Di educazione urbinate, ha trascorso quaranta anni nei ruoli direttivi della Soprintendenza per i Beni storico-artistici di Bologna di cui è stato Soprintendente per alcuni decenni. I suoi interessi intellettuali e scientifici spaziano dalla museologia alla tutela e organizzazione del territorio, dalla pittura medievale a quella montefeltresca e marchigiana. È il massimo esperto, tra gli altri, del pittore urbinate Federico Barocci, astro della pittura italiana tra ’500 e ’600.

Roberto Giuliani insegna “Storia della musica” presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma, “Didattica multimediale” presso la SSIS-Puglia, “Discografia e videografia musicale” e “Filologia del restauro dei supporti sonori” presso l’Università di Lecce. È membro di numerosi gruppi di studio ministeriali sulla presenza della musica nella scuola e cofondatore del Consiglio Direttivo della Associazione Italiana Archivi Sonori e Audiovisivi e del Comitato di redazione della rivista Fonti musicali italiane. È consulente della RAI (per la quale ha realizzato tra l’altro il programma Novanta anni di musica italiana) e della Fondazione Bellonci. Ha diretto e partecipato a progetti scientifici nazionali e internazionali. Attualmente sta coordinando il gruppo di studio sulla storia della televisione e curando il volume Musica e nuovi media. I suoi studi, pubblicati sulle maggiori riviste nazionali e internazionali, sono dedicati a: rapporti tra musica e mass media, storia della radio e della televisione, musica italiana del Novecento, edizione diffusione e ricezione delle fonti sonore e audiovisive.


Ideazione del progetto
Anna Maria Rimoaldi

Coordinamento scientifico
Claudio Strinati e Rossella Vodret

In collaborazione con
Ministero per i Beni e le Attività Culturali - Direzione Generale per i Beni Librari e gli Istituti Culturali - Istituto per il Libro
Soprintendenza Speciale per il Polo Museale Romano
Soprintendenza per il Patrimonio Storico Artistico ed
Etnoantropologico del Lazio

Con il patrocino di
Regione Lazio
Provincia di Frosinone - Assessorato alla Promozione Culturale
Provincia di Latina - Assessorato alla Promozione Culturale
Provincia di Rieti - Assessorato alla Cultura
Provincia di Roma - Assessorato alle Politiche della Scuola - Assessorato alle Politiche Culturali
Provincia di Viterbo - Assessorato alla Cultura

Con il sostegno di
Gioco del Lotto

Sponsor tecnico
SOGEI


Per informazioni
Fondazione Maria e Goffredo Bellonci
Via Fratelli Ruspoli, 2 – 00198 Roma
t / f +39 06 85358119
e-mail fond.bellonci@flashnet.it
Gabriella Castelletti cell. 328 3820127
Francesca Comandini cell. 340 3828160
Alessandro Vaccari cell. 328 5688282
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti