Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15896

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza
3 Giugno 2019
 


 

VI Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

PRESIDENTE DI GIURIA MOGOL

SCADENZA PROROGATA E DEFINITIVA AL
5 APRILE 2019

 



PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI GAZZÈ E ALETTI
A TORINO SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

L'Altra Roma

di Comunicati Stampa

Mercoledì 7 marzo 2007 alle 18,30
al Caffè Letterario in Roma Via Ostiense, 83

L'Altra Roma
un progetto di comunicazione per la città

Sguardi.info, portale internazionale dedicato alle storie, alle culture e alle espressioni artistiche dei popoli,
è lieto di presentare "L'Altra Roma", un progetto di comunicazione che si propone di raccontare in maniera diversa le realtà sociali ed artistiche di Roma.
L'Altra Roma è un work in progress, una finestra aperta ai lettori e ai mezzi di comunicazione che in futuro potranno partecipare al progetto proponendo nuove testimonianze e inchieste. Durante la serata del 7 Marzo al Caffè Letterario gli autori, in molti casi elementi attivi nel sociale, illustreranno il progetto confrontandosi sui temi affrontati in un incontro con il pubblico.
"L'Altra Roma è una città nascosta, messa in secondo piano dai mezzi di comunicazione e dagli occhi e dalle vite
di molti di noi. E' fatta di persone che decidono di occuparsi di chi è bisognoso, di artisti che prestano e vedono
la loro arte come elemento di costruzione e partecipazione per credere in una società migliore."

Saranno presenti:
Gino Battaglia, Angelo Bonelli, Gianluca Cavino, Paolo Ciani, Giorgio Cosulich, Luigi di Mauro, Pablo Echaurren, Pasquale Grella, Giammaria Maffi, Danilo Mercanti, Paolo Morozzo della Rocca, Chiara Proietti, Remo Remotti.

http://www.sguardi.info
il mondo e i popoli nelle loro storie, nelle culture e nelle espressioni artistiche
per informazioni tel. 069410662 cell. 3496506208 e-mail:redazione@sguardi.info

Un' iniziativa Qualita' Italia - Ecopoint
http://www.qualitaitalia.it
per informazioni: tel. 065742027 e-mail: ecopoint.roma@gmail.com


L’Altra Roma _______________
di Stefano Abbadessa Mercanti

L’Altra Roma è un incontro tra persone e realtà diverse che convivono nella stessa città. E’ la scelta di appartenere ad un mondo che non vuole essere protagonista ad ogni costo.
L’Altra Roma è una città nascosta, messa in secondo piano dai mezzi di comunicazione e dagli occhi e dalle vite di molti di noi.
E’ fatta di persone che decidono di occuparsi di chi è bisognoso, di artisti che prestano e vedono la loro arte come elemento di costruzione e partecipazione per credere in una società migliore.
Gente che conosce il significato della parola “comunità”.
Intellettuali, artisti, operatori nel sociale e gente comune sono l’elemento fondante de “L’Altra Roma”.
La Roma di alcune periferie grigie e spoglie e la Roma, con le sue antiche e nuove architetture, splendente e radiosa. Scelte urbanistiche che ricalcano ideali profondi e validi ma che, dopo anni, naufragano nonostante i tanti tentativi di riqualificazione.
In questa città c’è chi sogna di trasformare il carcere di Rebibbia in un luogo dove il riscatto sia possibile e dove portare un sorriso sia una cosa doverosa e fondamentale.
E così nasce un museo archeologico tra quelle mura che racchiudono dolore e violenza dove il recluso, centro di un sistema penitenziario, diventa periferia umana.
E ci sono gli angeli della notte che portano da mangiare a coloro che abitano le strade e le stazioni, luoghi e “non luoghi” del vivere contemporaneo.
Gli occhi di un uomo incontrato alla Stazione Trastevere, col suo puzzo di urina e le sue vesti lise e sporche, lasciano vivo il ricordo di una persona che pochi giorni dopo il nostro incontro è stata trovata distesa e priva di vita, su di un gelido pavimento di marmo bianco.
La casa roulotte di un uomo che ha finalmente trovato il calore nella vita mette in discussione le nostre certezze di una vita protetta e sicura, ma spesso priva di quella luce che lui ha.
L’Altra Roma è un insieme d’immagini contrastanti.
La testimonianza di un artista dai mille volti che è passato dal cinema del neorealismo, che per la prima volta ha mostrato le nostre povertà in pubblico, ad una società multiculturale e ricca. Testimonianza vivente di un nostro passato e di un nostro presente.
Un viaggio nelle immagini della Piazza che più rappresenta la nuova società. Fatta di visi e musiche, colori ed odori del mondo: Piazza Vittorio ed il suo mercato... nelle immagini di un delicato e sensibile fotografo che viaggia per i luoghi più difficili della Terra.
Il viso di una bambina al ritorno dalla scuola con il suo zaino sulle spalle - gli occhi marroni e i lunghi capelli bui come la notte - che rientra al suo campo fatto di immondizia... e di reti metalliche che lo circondano.
Avete provato a sentire l’odore acre all’entrata del campo nomadi sulla Via Pontina?
E quella bimba, che attraversa un cancello color verde e ruggine, avete mai provato ad immaginare cosa pensa mentre varca quella soglia?
Ero con la macchina fotografica tra le mani ed ero andato a fotografare il loro “villaggio” nella città, ma quello sguardo... quegli occhi mi hanno imbarazzato, intimidito.
La sua immagine non c’è e non vorrò mai scattarla.
L’Altra Roma è giorno e notte, è strade spoglie ma anche visi sorridenti che non dimenticano gli altri.
E’ la città silenziosa e ricca di umanità che tenta e riesce a portare la vita.
E’ il luogo astratto dei sentimenti che colma le deficienze della nostra società.
E’ il respiro di chi sogna, venuto da lontano, una vita migliore.
E’ l’abbraccio che noi tutti desideriamo.


Hanno partecipato:

Stefano Abbadessa Mercanti Architetto. Dopo alcuni anni di collaborazione universitaria presso l'Università di Roma “La Sapienza”, svolge attività di progettazione architettonica, design d'interni e grafica pubblicitaria. E' responsabile dell'AM STUDIO ROMA. La sua attività spazia in campi diversi: dall'edilizia all'illustrazione, dalla fotografia alla composizione creativa. Ha realizzato diversi progetti, principalmente in Italia, di abitazioni e di edifici commerciali. Attualmente è Commissario del Comitato Regionale delle Telecomunicazioni del Lazio.
Diego Angeloni Architetto e designer d'interni. Svolge la sua attività come progettista nell'AM STUDIO ROMA. Si è laureato all'Università di Roma "La Sapienza" ed è stato vincitore di diverse borse di studio. Amante dell'archeologia ha seguito corsi di specializzazione riportando nella sua attività di progettista la sensibilità nel rispetto delle preesistenze e l'amore per l'evoluzione dei tipi architettonici.
Gino Battaglia Archivista della Conferenza Episcopale Italiana ed insegna storia dell’Asia all’Università per Stranieri di Perugia. Ha lavorato a lungo nella realtà del mondo zingaro. È autore tra l’altro del volume La pentola di rame. Frammenti di vita del mondo zingaro (Editrice Melusina).
Paolo Ciani Nato a Roma nel 1970 esponente della Comunità di Sant’Egidio, si occupa di collaborazione culturale tra i popoli.

Giorgio Cosulich Diplomatoin fotografia al’IED di Roma, dal 1995 lavora nello studio di moda PIER 59 STUDIO come assistente del fotografo Marco Glaviano. Dal 1997 ad oggi il suo lavoro è stato incentrato su temi quali i diritti umani, le migrazioni, i rifugiati. Ha fotografato le condizioni di vita dei profughi nei conflitti di Bosnia, del Kosovo, dell’Afghanistan. Le sue fotografie sono state pubblicate da giornali nazionali ed esteri, tra i quali Geo, People, Internazionale, L’Espresso, L’Europeo, Max, La Repubblica, Il Corriere della Sera, Colors, Donna di Repubblica. Attualmente vive a Roma e lavora per l’agenzia americana Atlas Press, occupandosi di news e reportage con incarichi sia in Italia che all’estero. Tiene regolarmente corsi di fotogiornalismo e reportage presso l’Accademia Cromatica di Roma.
Luigi Di Mauro Nato a Sutri. Dal 1987 è socio della Cooperativa Cecilia, per la quale ha svolto il lavoro di assistente domiciliare per anziani e portatori di handicap e minori sottoposti a prescrizioni penali. Negli anni ottanta ha pubblicati tre raccolte di opoesie da titolo Nel silenzio intrecciando pensieri (1981) Malia del vento (1985) Come un soffio (1989). Attualemente è presidente della Consulta Permanente Cittadina per i Problemi Penitenziari del Comune di Roma.
Pablo Echaurren è nato nel 1951 a Roma, dove attualmente lavora. Negli anni settanta, col suo segno seppe interpretare i sogni dei figli del boom tra cultura beat, pop, underground, voglia di libertà e impegno politico. Oggi, dopo trent’anni, continua a trarre alimento da umori e tensioni che attraversano questo nostro mondo, villaggio-metropoli globale. Nel 2004 il Comune di Roma ha voluto ricordare la sua attività molteplice, promuovendo la mostra antologica Pablo Echaurren. Dagli anni settanta a oggi, allestita nelle sale del Chiostro del Bramante, a cura di Fabio Benzi, Gianluca Marziani, Federica Pirani. Nel 2006 all’Auditorium di Roma si è tenuta, a cura di Achille Bonito Oliva, la mostra Pablo Echaurren, al ritmo dei Ramones.
Manuela Fine Dottoressa in Lingue e Letterature, si è laureata presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con una tesi sul legame tra la pittura Cubista di Picasso e la poesia d’Avanguardia di Guillaume Apollinaire. Attualmente è redattrice di Sguardi.info. Collabora, inoltre, come interprete e traduttrice per un’agenzia di servizi e partecipa a scambi culturali tra Italia eDanimarca. Appassionata di arte contemporanea, cinema, viaggi e letteratura, da pochi mesi si dedica anche allo studio della fotografia.
Pasquale Grella, dipendente regionale presso un noto parco regionale, è da sempre interessato a portare alla luce gli aspetti della storia vissuta direttamente dalle masse popolari, liberandole da quell’alone di elementare moralismo che ha caratterizzato parte della letteratura e storia italiana. Suoi gli interventi su testi per mostre o libri dove alle gesta trionfanti di eroi belli e forti ha preferito parlare di pastori, medici di campagna, insegnanti che, con fatiche inimmaginabili, portarono l’alfabetizzazione nelle campagne colpite dalla malaria. Per lui è molto più importante far capire i processi di formazione dell’informazione che non l’informazione stessa; chissà che non abbia ragione.

Maddalena Igliozzi nata a Roma il 26 Dicembre 1970. Nel 2001 laureata in Architettura presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Roma “La Sapienza”. Appassionata di fotografia, si occupa di ristrutturazioni d’interni ed esterni. Collabora al risanamento e miglioramento sismico di alcuni immobili nelle Marche danneggiati dal terremoto del ’97.

Giammaria Maffi Architetto, appassionato di critica dell’architettura e di arte contemporanea. Si occupa di arte e architettura digitale, informatizzazione del modello architettonico. Ha partecipato a diversi workshops sull’allestimento, il lighting design e sulla figura del curatore di mostre. Appassionato di fotografia, della cultura e della lingua giapponese.

Igor Mariottini Nato a Roma nel 1980 è Laureato in DAMS (Discipline delle Arti Musica e Spettacolo) presso l'Università degli Studi Roma Tre con una tesi in Storia e Critica del Cinema dal titolo “Andrej Rublev, analisi formale dell’opera”. E' redattore di Sguardi.info e collaboratore con Cinemavvenire, il portale italiano sul cinema, con cui ha pubblicato dei saggi su Luis Buñuel e Andrej Tarkovskij.

Danilo Mercanti Esperto in Storia delle Religioni del Vicino Oriente Antico e Relazioni Internazionali. Esponente della Comunità di Sant’Egidio, è impegnato nella promozione del dialogo interreligioso e del processo di pace nel mondo.

Paolo Morozzo della Rocca Nato a Roma il 2 gennaio del 1960, si è laureato in giurisprudenza presso la l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” nel 1986.
Ha svolto il corso di dottorato di ricerca in “Diritto civile nella legalità costituzionale”, IV ciclo. È stato ricercatore universitario di ruolo per il gruppo di discipline – Istituzioni di diritto privato presso la Facoltà diGiurisprudenza della II Università degli Studi di Roma “ Tor Vergata”. Dal 2000 è professore di prima fascia presso la Facoltà di Giurisprudenza della Libera Università degli Studi di Urbino, nella qualità di titolare della cattedra di Diritto Civile.


Chiara Proietti Storica dell’arte e curatore di eventi culturali. Laureata presso l’Università degli Studi Roma Tre con tesi “Chagall e i dipinti di soggetto ebraico” per la quale ha ottenuto la dignità di stampa, è Cultore della materia“Storia comparata dell’arte dei paesi europei” nella Facoltàdi Lettere del medesimo Ateneo. Collabora con diverse testate giornalistiche e coordina visite guidate e itinerari culturali a Roma
e all’estero. In qualità di Direttore Artistico ha organizzato mostre in galleriepubbliche e spazi privati e seguito piani di ricerca in Irlanda, Inghilterra e Germania dove ha vissuto per alcuni anni.E’ ideatrice del progetto “ Ostiense Project Site 2006” sull’area in fase di riqualificazione Ostiense/Marconi, un programma volto ad integrare diverse espressioni artistiche – fotografia, cinema, musica..- su un unico tema, il recupero delle periferie urbane.

Remo Remotti nasce il 16 novembre del 1924 a Roma. Laureato in legge, negli anni ’50 emigra in Perù, quasi una fuga dall’ambiente chiuso e benestante nel quale vive, e vi resta per circa 7 anni. Qui intraprende vari mestieri, e soprattutto scopre la sua passione per l’arte, frequentando scuole serali a Lima. Al ritorno in Italia trova lavoro a Milano presso l’azienda farmaceutica Lepetit, dove resta ben poco, considerando il suo spirito, già proiettato verso altre esperienze Stabilitosi definitivamente in Italia, inizia l’attività di autore teatrale nonché di attore, grazie all’amico Renato Mambor che lo introduce al teatro Alberico e Alberichino, dove conosce Marco Bellocchio che di lì a poco lo dirige ne Il Gabbiano di Cechov. Seguono altre partecipazioni in opere cinematografiche, fino all’incontro con Nanni Moretti che lo porta nel 1981 alla sua performance più celebre, quella di Sigmund Freud in Sogni d’oro. Oggi si esibisce in spettacoli dal vivo, continua l’attività di attore, pittore, scrittore.
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti