Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18469

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Luca Trevisani

di Comunicati Stampa

http://www.studiopesci.it/content_it/photogallery-scheda.aspx?id=297

Bologna, Sabato 10 marzo 2007

Luca Trevisani è il vincitore della Sesta Edizione del Premio FURLA per l’arte.

La giuria internazionale, composta da Chiara Bertola (curatrice del Premio, senza diritto di voto), Mona Hatoum (artista, madrina della Sesta Edizione), Christoph Tannert (direttore Künstlerhaus Bethanien, Berlino), Stefano Arienti (artista), Bartomeu Marì (curatore capo MACBA, Barcellona) e Yuko Hasegawa (curatrice capo Museum of Contemporary Art, Tokyo), ha proclamato il vincitore nel corso di una cerimonia che si è tenuta stamane alle ore 11.30 nella Cappella Farnese di Palazzo D’Accursio di Bologna.

Questa la motivazione della giuria:

Per la sua capacità di riconciliare la tradizione scientifica e quella umanista; per la sua capacità combinatoria di elementi simbolici e riferimenti artistici, che paiono armonizzare suggestioni provenienti da Hakusai a Lucrezio, da Hans Haacke a Leibniz.

La giuria ha inoltre deciso all’unanimità di attribuire una menzione speciale a Alice Cattaneo con questa motivazione:

Per la semplicità e precarietà delle sue costruzioni che sono metafora della fragilità dell'esistenza; per l'ironia, la poesia e la visionarietà dei suoi video.

Il Premio consiste nel soggiorno in una delle più prestigiose residenze d’artista europee, la Künstlerhaus Bethanien di Berlino, e nella acquisizione di un’opera del vincitore da parte della collezione permanente del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna.

Luca Trevisani
Nato a Verona nel 1979
Vive e lavora tra Bologna e Milano

L’artista pone al centro della sua ricerca il trattamento dei rapporti sociali tramite la modificazione della materia.
Le piccole sculture che costruisce sono notevolmente umanizzate e capaci di stabilire un’armonia con l’ambiente: forme e funzioni, insieme al bagaglio di rimandi e paragoni con il corpo umano, sono cristallizzate in una serie di esseri e di oggetti.
Trevisani intende la scultura in senso allargato, come una suggestione ricorrente che spinge ogni suo lavoro a misurarsi in qualche modo con le tre dimensioni, una scultura fondata sull’aggregazione fisica delle sue parti che si compongono in una totalità per allargarsi ad includere prima lo spazio circostante e, successivamente, lo spettatore.
Costante del suo lavoro è l’uso di materiali naturali e a bassa definizione che gli permettono di allestire una dimensione da cui osservare la realtà.


Alice Cattaneo
Nata a Milano nel 1976
Vive e lavora a Milano

La formazione di Alice Cattaneo si svolge all’estero, tra Londra, Glasgow e San Francisco.
Il suo lavoro consiste nella realizzazione di installazioni e video nei quali, dalla combinazione di elementi semplici come cartone, nastro adesivo, pezzi di legno e stoffa, nascono sculture contorte e macchinose, ma allo stesso tempo aggraziate e delicate.
Gli elementi vengono composti in modo tale da dare vita ad architetture precarie ed instabili, quasi sospese nel vuoto. Talvolta animate da personaggi, divengono, soprattutto nei video, quinte teatrali, scenari di buffe rappresentazioni che inevitabilmente suscitano ironia nello spettatore che le osserva. Attraverso oggetti e situazioni comuni, l’artista esplora gli aspetti banali della realtà, che rilegge in chiave tragicomica.
Nei video, la leggerezza delle scene è accentuata dalla loro brevità: l’artista monta piccoli spot, veloci micro-storie in cui l’elemento sorpresa coglie lo spettatore alla sprovvista.

La Sesta Edizione del Premio FURLA per l’arte è stata organizzata e promossa da Furla Spa, Fondazione Querini Stampalia di Venezia, MAMbo - Museo d’Arte Moderna di Bologna, UniCredit Group, in collaborazione con Archivio Viafarini e Arte Fiera.

La mostra dei cinque artisti finalisti (Alice Cattaneo, Elenia Depedro, Nicola Gobbetto, Luca Trevisani, Nico Vascellari), allestita a Villa delle Rose di Bologna dal 27 gennaio al 10 marzo 2007, è stata curata da Chiara Bertola e Gianfranco Maraniello.
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti