Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18560

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Pittura
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Personale di Ida Negrini

di Pittura

Dal 24 marzo a Villa Bandini esposizione curata dal Centro Modigliani

Negrini, anime in mostra a Firenze
Il figurativo, la sperimentazione, il rigore: il percorso di un'artista toscano

Episodi artistici dal soggetto eterogeneo, ma accomunati dall'attitudine a recuperare l'anima nel rigore figurativo. Sono i dipinti di Ida Negrini, artista toscana che a partire da sabato 24 marzo e fino a mercoledì 4 aprile 2007 sarà protagonista de ”L'anima delle cose”, una mostra personale a Villa Bandini, in via di Ripoli a Firenze. Organizzata dal Centro d'arte Modigliani di Scandicci e dal fotoclub Officina di arti visive, l'esposizione propone una selezione di oltre trenta tra le più significative opere del repertorio dell'artista. Nativa di Massa Marittima, attiva artisticamente dalla metà degli anni ’70, Ida Negrini deve una parte importante della propria formazione artistica proprio a Firenze, città nella quale fu allieva di personalità del calibro di Pietro Annigoni e Romano Stefanelli, e dove ha frequentato la “Scuola libera del Nudo”. “L'anima delle cose”, l'esposizione curata per il Cento Modigliani da Roberto Cellini, ripercorre numerosi degli importanti passaggi creativi della Negrini: dalla prima, approfondita conoscenza dell’esercizio tecnico ai ripetuti episodi di riproduzione ritrattistica di minuziosa fattura. In seguito, grazie anche all'affinamento delle proprietà espressive, ecco il confronto con altri banchi di prova espressivi, nei realizzati con la tecnica olio, la grafite, la tecnica mista, il pastello, l'acquarello, l'acrilico. In una marineria come nella natura morta, nella minuziosa trasposizione dei panneggi di un pizzo o in quella della personalità di una figura femminile, la Negrini pare sempre trasferire ad oggetti e cose una sorta di “anima” figlia della capacità di indagare oltre la fisionomia della figura, sia essa umana o meno. L’esposizione fiorentina è in tal senso particolarmente significativa, perché permette di comprovare questa caratteristica attraverso l'osservazione di opere anche molto distanti tra loro per periodi di creazione, fino ai recenti e decisi “ritorni” in direzione del figurativo. Quella in programma alla Villa Bandini non sarà la prima esposizione fiorentina della Negrini: nei primi anni Duemila le sue opere sono già state apprezzate al Caffé San Firenze ed alla sala Art/té, mentre in tempi più recenti sono state esposte al Bar il Palio di piazza del Campo, a Siena. La serie espositiva era cominciata in Puglia, dove la Negrini ha vissuto per sei anni, e proseguita in svariate parti d’Italia: si ricordano la prima esposizione senese alla Galleria La Balzana (1980), la partecipazione alla collettiva “Donne senza frontiere” di Caorle ma anche a diverse edizioni del Premio Italia per le Arti ed alla rassegna “Donne in Arte” di Villa Bellosguardo Caruso a Lastra a Signa. “L'anima delle cose” sarà inaugurata sabato 24 marzo alle ore 17.30, dopodiché resterà aperta ogni giorno dalle ore 16 alle 19 (ingresso libero) fino al 4 aprile.

“L'anima delle cose”
Personale di Ida Negrini
24/3 - 4/4/2007
Sala Espositiva Villa Bandini
Via di Ripoli 74/r Firenze
Info: www.modiglianiarte.org
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti