Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18576

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Pittura
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

ACQUA a Bologna

di Pittura

Galleria d'Arte FORNI

presenta

ACQUA
rassegna di pittura e fotografia

4 maggio – 30 giugno 2007
Forni Galleria d’arte - Via Farini 26, Bologna

Inaugurazione venerdì 4 maggio ore 18.00


Annoverata da Empedocle tra i quattro elementi fondamentali, l'acqua è innanzitutto origine di vita e sua imprescindibile condizione. Quale irrinunciabile vincolo alla sopravvivenza, l'acqua ha un potere ineguagliabile, quello di generare e allo stesso tempo distruggere ogni forma di vita.
Non stupisce quindi la molteplicità di riferimenti che rintracciamo negli ambiti più disparati, da quello religioso - che le attribuisce poteri spirituali, prova ne sono i numerosi rituali di purificazione presenti in tante confessioni come ad esempio il battesimo cristiano - a quello scientifico - che ne evidenzia le straordinarie proprietà fisiche e i molteplici impieghi individuati dall'uomo - a quello geopolitico - che vede l'acqua come "il petrolio del futuro", una vera e propria risorsa strategica fonte di sempre più frequenti conflitti e tensioni politiche. Questi sono solo alcuni degli inesauribili richiami che vengono alla mente menzionando la parola "acqua".

Sorprendenti sono le manifestazioni dell'acqua in natura, infinite sono le forme in cui essa si presenta così come infinite sono le varietà di emozioni che può suscitare: dalle più negative, originate dalla sua potenza distruttiva, ad una variegata gamma di emozioni positive - una piccola goccia così come un mare infuriato possono stupire, commuovere, impaurire, eccitare. Straordinario è inoltre il potenziale coinvolgimento multisensoriale di questo elemento - basti pensare al fragore o agli spruzzi e zampilli di mari e cascate, al silenzio degli abissi o al calore e accarezzamento di una sorgente termale - che fa dell'acqua un elemento sorprendente che ci sovrasta, ci coinvolge e ci rende partecipi di innumerevoli emozioni.

Per questa molteplicità di forme e sensazioni, l'acqua è fonte di inesauribili interpretazioni e rappresentazioni: la scena artistica ne è pervasa e innumerevoli sono le tecniche utilizzate per rappresentarla, dalle più tradizionali alle più avanguardiste.
L'intento della mostra non è quello di favorire l'una o l'altra tendenza o di prediligere la pittura alle altre forme espressive, né tanto meno di incoraggiare le rappresentazioni più originali a discapito delle più tradizionali, ma quanto piuttosto quello di rendere l'effettivo melting pot di espressioni, tecniche ed idee che gravitano intorno alla rappresentazione dell'acqua e di offrirne quindi uno spaccato senza altro elemento aggregante se non il soggetto.

In esposizione quasi un centinaio di opere di autori italiani e stranieri tra fotografi e pittori per un percorso vario e interessante nel panorama artistico contemporaneo: dall'iperrealismo di Luciano Ventrone alle tele dai richiami fortemente informali di Philippe Garel, dalle vedute di ispirazione romantica di Isabella Molard ai modernissimi light-box di Hiroyuki Masuyama, dai metafisici orizzonti di Guccione al crudo realismo di Iudice. Il rigore cromatico di Ana Kapor è in contrapposizione con l'esplosione di colori di Shamiri, Sulay e Wolfango, il rigore formale di Giorgio Tonelli in antitesi con la pittura gestuale di Papetti.

Un'ampia sezione è dedicata alla fotografia con i lirici scatti di Marco Signorini, i "macro-particolari" di Mazzanti, i magici scatti di Boyd & Evans e i light-box di Haubitz & Zoche. Fra gli scultori Girolamo Ciulla e Giuseppe Tirelli.

Un segmento della mostra sarà dedicato al solo bianco e nero: molti sono gli artisti che sfidano il modo convenzionale di rappresentare la natura come massima espressione di colore utilizzando invece il non-colore, ottenendo risultati di sorprendente raffinatezza. Per la pittura particolarmente rappresentativi sono i dipinti di Serafini e di La Rocca, per la fotografia significativo è il lavoro di Jean-Baptiste Huynh e di Francesco Nonino.

Lungo il percorso della mostra, che si estende sugli oltre 1.000 metri quadri di superficie espositiva, il visitatore incontrerà, oltre alle immagini, suoni e installazioni che creeranno una particolare ambientazione studiata per il coinvolgimento "multisensoriale" del visitatore.

I cataloghi degli autori esposti sono in vendita e consultabili al FORNIBOOKSHOP, book shop della Galleria

Apertura straordinaria sabato 5 maggio fino alle 23
e domenica 6 maggio dalle 11 alle 19 in occasione di
ARTE A BOLOGNA CITTA' D'ARTE
___________________________

www.galleriaforni.it
GALLERIA FORNI - Bologna, Via Farini 26, tel. 051 231589, forni@galleriaforni.it
Orari di apertura: 9,30-13 e 16-19,30 - chiuso lunedì e festivi - ingresso libero

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti