Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18560

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Cinema
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

"INTERVENTO DIVINO"

di Cinema

"INTERVENTO DIVINO"
di Elia Suleiman


Lunedì 30 aprile, ore 21,00, alla Casa della poesia di Baronissi (Salerno), proseguono le "Visioni d'autore", con il ciclo dedicato al mondo e agli autori arabi e mediorientali.

"Intervento divino" è il secondo lungometraggio del regista palestinese Elia Suleiman, praticamente uno sconosciuto in Italia nonostante la sua opera precedente, "Cronaca di una scomparsa", fosse stato presentato al Festival di Venezia 1996. Anche questo film più recente viene da un Festival, e precisamente da quello di Cannes, dove ha ottenuto successo ed anche il Premio della Giuria nel 2002.
La trama è in realtà semplicissima, anche se si occupa di un problema tra i più complessi da almeno cinquant'anni a questa parte: la questione israeliano-palestinese. Un uomo (lo stesso regista) e una donna, che vivono separati dal posto di blocco presso Ramallah, si amano. Lui è diviso, sia materialmente che spiritualmente, tra le visite a lei e quelle al padre in ospedale, tra la vita regolare e quella clandestina, che è l'unico modo per vivere questa relazione. Ed allora, qual è il modo per affrontare tutto questo senza soccombere? L'umorismo e la fantasia, che trasformano un desertico campo di battaglia in una via di mezzo tra un film d'amore, di kung-fu, di cappa e spada, a volte quasi un balletto. Tutto questo contornato da alcune gag davvero spassose, come il Babbo Natale che fugge da un branco di ragazzini, gli autobus che dovrebbero arrivare ma non ci sono, i vicini di casa che per farsi un dispetto si scambiano allegramente la spazzatura, gettandosela l'un l'altro.
Al di là della trama, l'aspetto più pregevole del film è la leggiadria, ma non la leggerezza, con cui Suleiman affronta un problema che, proprio in questi giorni, torna alla ribalta legato al conflitto in Iraq. Ridere di se stessi per poter ridere delle assurdità anche degli altri, senza schernire, puntando solo sul realizzare quanto di davvero assurdo ci sia nel quotidiano di una guerra che dura da mezzo secolo; cancellare il concetto di razza, di partito, di territorio, per portare in alto quello di pace, di umanità, di amore, con uno stile che ricorda davvero Buster Keaton e la sua surreale comicità.
Una denuncia sorridente invece che drammatica, che non colpisce però meno di altre che si sono occupate di guerra e di morte.

Casa della poesia è un progetto di Multimedia Edizioni, supportato dalla Provincia di Salerno e dal Comune di Baronissi.

___________________________________

Intervento Divino (Yadon Ilaheyya)
Regia: Elia Suleiman
Sceneggiatura: Elia Suleiman
Fotografia: Marc-André Batigne
Interpreti: Elia Suleiman, Manal Khader, Nayef Fahoum Daher, Jamel Daher, Azi Adadi, Bsoul Ahmas, Zahl Aleimi, Shmulik Altal, Igal Arobas, Majd Atiyem, Ahmad Ayadi, Samih Bathish, David Belle, Vincent Bersouley, Emma Boltanski, Arik Bonfis, Daniel Bronfman, Omil Civon, Nayef Fahoum Daher, Rashad Deek, Emil Daniel, Yoval Edan, Khalid Fahoum, Abu Junia
Nazionalità: Francia - Palestina - Marocco - Germania, 2001
Durata: 1h. 33'

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti