Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18576

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Pittura
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Scuola di pittura

di Pittura

SCUOLA DI PITTURA
a cura di Orietta Berlanda e
Gian Marco Montesano

Nove giovani artisti e una quadreria, contenente alcuni esempi di illustri pitture del passato, per condurre appassionati e curiosi ad un confronto diretto, a suon di pennello, con le tecniche, le tematiche e gli stili della pittura. È quanto si potrà trovare nel corso dei mesi estivi alla Galleria Civica di Arte Contemporanea di Trento che, dal 7 luglio al 14 ottobre 2007, propone la mostra-laboratorio Scuola di pittura.
L’iniziativa mira ad approfondire le tematiche legate all’attualità del genere
pittorico, alla sua validità presente, all’importanza di una ricerca che coinvolga
anche questo ramo della creatività. Qual è infatti il senso di fare pittura oggi? Ha ancora significato il “lavoro manuale” in un periodo in cui tutto può essere
sostituito dalla tecnologia? La pittura può ancora essere innovativa o è ormai
condannata al ripetersi di formule collaudate? In linea con la consuetudine della
Galleria Civica di Trento di porsi sempre come luogo di ricerca e innovazione,
Scuola di pittura mira ad affrontare questa tecnica secondo un approccio
inconsueto. Ecco quindi lo spazio espositivo trasformarsi da un lato in un vero e
proprio laboratorio, entro il quale alcuni artisti contemporanei di talento, sotto la direzione di Gian Marco Montesano, saranno chiamati a tenere dei veri e propri corsi pittura aperti al pubblico; dall’altro in una galleria ideale, curata da Orietta Berlanda, con una carrellata di opere di autori storici, omaggio ad alcuni dei maestri che hanno delineato percorsi ancora oggi attuali. Fra questi spiccano nomi di assoluto rilievo, come Max Bill, Eugène Boudin, Giorgio de Chirico, Tullio Garbari, Giovanni Battista Lampi, Henri Matisse, Giorgio Morandi, Andy Warhol.
I workshop svilupperanno tematiche classiche quali il nudo, la natura morta, il
ritratto, il paesaggio, la pittura di genere e l’astrazione, affrontando anche stili e tecniche diverse. Gli artisti chiamati a realizzare i workshop sono: Italo Bressan, Francesco De Grandi, Fulvio Di Piazza, Greta Frau, Francesco Lauretta, Federico Lombardo, Marco Raparelli, Alessandro Roma, Esther Stocker.
I laboratori saranno aperti a tutti, dietro iscrizione.
Ogni settimana, dal martedì al venerdì, un artista contemporaneo diventerà quindi “maestro di bottega” ed illustrerà ai presenti le caratteristiche dei vari stili pittorici, rimettendosi in gioco per trasmettere loro tutti i “trucchi del mestiere”.
Al termine della mostra, a ulteriore approfondimento delle tematiche affrontate,
verrà organizzato un convegno inerente la pittura e la validità e l’importanza che riveste al giorno d’oggi.
Italo Bressan, 1950, trentino, crea opere di forte intensità cromatica. Dopo un
esordio dedicato alla ricerca sulle vibrazioni cromatiche, si dedica alla
sperimentazione di supporti diversi, dalla carta applicata su tavola alla pittura su vetro.
Francesco De Grandi, 1968, vive e lavora a Milano. Il corpo ed il sesso, sono i
suoi soggetti principali, che vengono espressi con cinismo, ripetuti, travisati,
proposti in pose aggressive e provocatorie. Alterna visioni metropolitane a
paesaggi e personaggi dalle caratteristiche mitologiche.
Fulvio Di Piazza, 1969, è oggi uno degli artisti di maggior successo in Italia.
Iperrealista, descrive con dovizia di particolari piccoli mostri immaginari, scenari
onirici e inquieti, elementi naturali antropomorfi, mondi fatati, incantevoli e talvolta crudeli.
Greta Frau, 1942 oppure 1952, oppure 1962, è pittrice e predicatrice di Bellezza. I suoi dipinti sono ritratti di visi femminili, realizzati realisticamente ma con un impianto standard, volutamente classico. Visti frontalmente, questi volti
assomigliano infatti l’uno all’altro, inquietantemente.
Francesco Lauretta, 1964, racconta la sua terra natale, la Sicilia, attraverso una pittura iperrealista. Soggetti delle sue opere sono paesaggi, feste popolari,
momenti di vita collettiva o privata, funerali e nature morte, dipinti con colori vividi e linee decise.
Federico Lombardo, 1970, è riuscito con il suo lavoro a imporsi come autore di
una ricerca forte nei confronti della figura umana. Le tecniche utilizzate vanno
dall’acquarello, all’olio aerografato. I lavori sono caratterizzati dall’assenza di
sfondo.
Marco Raparelli, 1975, ha molti punti di contatto con il fumetto e l’illustrazione e predilige una rappresentazione grottesca della realtà, secondo una personale
disposizione alla satira pungente. Le sue opere su tela sono sempre costruite da un fondo grigio monocromo su cui l’autore traccia in nero i suoi personaggi,
spesso esagerati, goffi e ignari.
Alessandro Roma, 1977, presenta delle opere i cui protagonisti sono oggetti di
design, architetture, strutture di edifici, quadrettature e griglie,sovrimpressioni di reticoli, losanghe, striature.
Esther Stocker, 1974, propone una riflessione basata sulla geometria e
sull’interazione di opere e spettatori. Il rigore del suo linguaggio visivo è composto da forme primarie, griglie, geometrie compositive, "non colori" bianco e nero.

SCUOLA DI PITTURA
a cura di Orietta Berlanda e
Gian Marco Montesano

Galleria Civica di Arte
Contemporanea di Trento
7 luglio – 14 ottobre 2007
Opening:
6 luglio 2007, ore 18.00

Galleria Civica di Arte
Contemporanea di Trento
Via Belenzani 46
38100 Trento
T: 0461 985511/986138
F: 0461 237033
Info@galleriacivica.it
www.workartonline.net

Ufficio Stampa
Chiara Veronesi
Tel. 0461 986138
ufficiostampa@galleriacivica.it

Opere storiche di:
Max Bill, Eugène Boudin, Salvador
Dalì, Giorgio de Chirico, Tullio
Garbari, Giovanni Battista Lampi,
Henri Matisse, Giorgio Morandi,
Andy Warhol.

Workshop di:
Italo Bressan, Francesco De Grandi,
Fulvio Di Piazza, Greta Frau,
Francesco Lauretta, Federico
Lombardo, Marco Raparelli,
Alessandro Roma, Esther Stocker

Il progetto è realizzato in collaborazione
con Movimento Turismo del Vino T.A.A.
(www.mtvtrentinoaltoadige.it)
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti