Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18573

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


Info sull'Opera
Autore:
Narrativa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

ARTELIBRO FESTIVAL DEL LIBRO ARTE

di Narrativa

ARTELIBRO FESTIVAL DEL LIBRO D’ARTE
QUARTA EDIZIONE

Bologna
Palazzo di Re Enzo e del Podestà, Museo Civico Archeologico
21 – 24 settembre 2007


Le novità di Artelibro 2007

“Leggere l’arte: pubblico, autori, editori” è il titolo della quarta edizione di Artelibro Festival del Libro d’Arte che si svolgerà a Bologna dal 21 al 24 settembre 2007.
A inaugurarlo, giovedì 20 settembre, sarà Paolo Poli, uno degli artisti più raffinati e poliedrici della scena italiana, con un reading colto e affascinante. L’attore, allievo di Roberto Longhi negli anni fiorentini, leggerà L’officina ferrarese, il testo del 1934 in cui il celebre critico traccia una magistrale ricostruzione di due secoli di civiltà pittorica.
Come ogni anno il Festival avrà luogo nel centro storico della città: Palazzo Re Enzo e del Podestà accoglierà la mostra mercato del libro d’arte, incontri e presentazione di libri e i right center per gli ospiti stranieri, al Museo Civico Archeologico sarà ospitata la sezione del libro antico e di pregio in collaborazione con ALAI - Associazione Librai Antiquari d’Italia.
I numeri di Artelibro mostrano il crescente successo della manifestazione: da 22.000 visitatori nel 2004 a 35.000 nel 2006, da 70 a 110 gli espositori con oltre 20.000 titoli presentati, da 30 a 70 gli eventi culturali. Quest’anno 100 appuntamenti coinvolgeranno tutto il tessuto cittadino, tra tavole rotonde, presentazioni, dibattiti, incontri e mostre con oltre 200 interpreti e protagonisti della cultura nazionale e internazionale.
A fronte di riscontri così significativi, Artelibro compie un ulteriore salto di qualità eleggendo, un tema unificante per l’edizione 2007: la creazione di nuovi pubblici per l’editoria artistica, dai più giovani ai più esperti. Gli strumenti per la creazione di nuovi pubblici saranno al centro del programma culturale che si suddivide in tre filoni principali:

Comunicare l’arte attraverso la didattica
Comunicare l’arte attraverso i media
I luoghi della comunicazione artistica

Comunicare l’arte attraverso la didattica

Ai più giovani Artelibro darà la possibilità di partecipare a numerosi laboratori didattici, liberi o su prenotazione tra cui si segnala Arte in Piazza: per un giorno Piazza Maggiore, cuore della città di Bologna, sarà trasformata in un laboratorio all’aperto con pagine a dimensione umana che disegneranno un labirinto narrativo in cui ciascuno potrà realizzare la propria esperienza creativa. Organizzato dai dipartimenti educativi di tre Musei d’arte contemporanea MAMbo, Mart e Castello di Rivoli, l’evento coinvolgerà grandi e piccini in una grande festa dell’arte aperta a tutti.
La didattica diventa spettacolo nella nuova produzione teatrale della Compagnia Laminarie, Emaki- Storie arrotolate, in programma nelle serate dal 20 al 23 settembre nel suggestivo spazio della Biblioteca Sala Borsa destinato ai bambini e alle loro famiglie. La parola Emaki, che dà il titolo allo spettacolo, è il nome di un’antica disciplina giapponese che mescola la parola scritta alla pittura, fissando su lunghi rotoli di carta un’originalissima forma d’arte, antesignana delle moderne immagini in movimento.
Rivolti ai più piccoli sono anche i laboratori di fotografia, illustrazione e segno La città insegna l’alfabeto: con la polaroid alla scoperta della città, a cura della Cooperativa Culturale Giannino Stoppani e il laboratorio artistico Missive Estetiche dell’Associazione Muse-e di Bologna che coinvolgerà i bambini nella realizzazione di piccoli libri attraverso una comunicazione non verbale.
Pensato come un grande spettacolo dell’arte è anche il ciclo di incontri sulla lettura di tre capolavori del Quattrocento italiano, che proiettati su un grande schermo saranno illustrati da due esperti storici dell’arte di diversa formazione. Antonio Paolucci e Silvia Ronchey leggeranno La Flagellazione di Piero, Mauro Lucco e Giovanni Carlo Federico Villa, la Tempesta di Giorgione e Claudia Villa e Cristina Acidini, la Primavera di Botticelli.
Illuminazioni è il ciclo di incontri sui percorsi della creatività di importanti artisti del panorama italiano attraverso interviste d’eccezione a Michelangelo Pistoletto e Achille Bonito Oliva.
Rivolti ad un pubblico più specializzato sono invece due incontri: L’esperienza artistica come avventura cognitiva, che prende in esame le più recenti ricerche di psicologia cognitiva per elaborare nuove politiche culturali e la tavola rotonda internazionale promossa da DIDART, presso la sede del MAMbo – Museo d’Arte Moderna di Bologna - su l’operatore didattico museale e sul ruolo educativo del museo nella società contemporanea, a cui intervengono tra gli altri, David Anderson – direttore dei Servizi educativi del Victoria and Albert Museum e Claude Fourteau – esperta di politiche museali e Direttrice dei Servizi per il Pubblico prima al Centre Pompidou, poi al Louvre.

Comunicare l’arte attraverso i media

Strumenti privilegiati per la creazione di nuovi pubblici artistici sono considerati la radio e la televisione, a cui sono dedicati due dibattiti che vedranno la partecipazione di professionisti di spicco del mondo dei media a livello internazionale.
Comunicare l’arte attraverso i media: la televisione, propone una riflessione sulle esperienze in corso per arrivare ad una riflessione sul contesto italiano, con Aldo Grasso come moderatore.
Comunicare l’arte attraverso i media: la radio, intende non soltanto di fare un bilancio delle esperienze in corso ma ragionare su possibili percorsi futuri di apertura verso nuovi formati e nuovi pubblici, con particolare riferimento a quelli giovanili, con Giancarlo Santalmassi come moderatore.

I luoghi della comunicazione artistica

Numerosi incontri sono dedicati agli spazi dove si svolge la comunicazione artistica e al valore che questi assumono in un’ottica di creazione di nuovi pubblici.
Il bookshop: da punto vendita a spazio di esperienza, affronta il tema delle nuove opportunità offerte dagli spazi museali attraverso il confronto di diverse esperienze di direttori di musei ed editori di livello internazionale che parteciperanno al dibattito con Salvatore Carrubba (Il Sole 24 Ore) come moderatore.
Alla biblioteca e alle sue trasformazione quale spazio sempre più funzionale alle esigenze degli utenti sono dedicati due convegni: Architetture di biblioteca, promosso dalla Soprintendenza per i beni librari e documentari dell’IBC, a cui partecipano importanti architetti e bibliotecari e La biblioteca e la città, che prende in esame esperienze internazionali che si pongono come veri e propri centri di socializzazione mediata dall’accesso alla conoscenza, con Riccardo Chiaberge (Il Sole 24 Ore) moderatore e l’intervento di direttori di biblioteche internazionali.
Ad un altro luogo in trasformazione è dedicato il convegno, promosso dalle Ferrovie dello Stato, La città emergente. Le stazioni nei processi di trasformazione urbana post industriale, sull’identità architettonica delle stazioni, non più soltanto poli di mobilità ma sempre più anche centri servizi e in alcuni casi luoghi di relazione. Con l’intervento di alcuni degli esponenti più interessanti della nuova generazione di architetti italiani, il convegno racconta questo processo di trasformazione funzionale, mettendo sotto i riflettori una nuova onda di professionisti impegnati in progetti di committenza pubblica e privata di respiro internazionale.
Il museo è protagonista con la presentazione in anteprima della Terza Giornata del Contemporaneo promossa dall’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani (AMACI). Oltre 500 organizzazioni culturali presenti su tutto il territorio nazionale, tra cui i 23 musei dell’Associazione, apriranno gratuitamente le loro porte al pubblico nella giornata del 6 ottobre. Maurizio Cattelan, firma quest’anno l’immagine guida dell’evento.

Oltre cinquanta editori d’arte e librai specializzati presenteranno le loro novità con eventi e ospiti d’eccezione.
Tra i protagonisti: Flavio Caroli per Mondadori, Antonio Paolucci, Salvatore Settis e Dario Fo per Franco Cosimo Panini, Silvia Ronchey, Mauro Lucco, Cristina Acidini per Federico Motta Editore, David Anderson, Claude Forteau, Walter Koenig, Gianfranco Maraniello, Alberto Munari, Ludovico Pratesi, Andrea Emiliani, Anna Coliva, Michelangelo Pistoletto, Achille Bonito Oliva, Carlo Bertelli, Fatima Terzo, Timothy Verdon e Andrea Dall’Asta per Istituto Veritatis Splendor e FMR-Art’è, Paolo Garuti, Stefano Zuffi per Sassi Editore, Raffaele Monti per Sillabe, Vittorio Sgarbi e Luca Cesari per Umberto Allemandi, Walter Guadagnini per Skira, Valerio Massimo Manfredi, Marco Vallora, Marco Carminati, Paolo Vagheggi per Electa, Pier Luigi Sacco, Aldo Grasso, Giancarlo Santalmassi, Riccardo Chiaberge, Rosaria Campioni, Claudia Villa, Giovanni Carlo Villa, Antonella Agnoli, Maurizio Vivarelli, Elisabetta Almadori, Chris Hudson, Gabriella Belli, Alessandra Sarchi, Anna Ottani Cavina, Doralyn Pines, Massimo Belotti, Marco Muscogiuri, Liana D’Alfonso.
Per il secondo anno l’Associazione Librai Antiquari d’Italia (A.L.A.I.) parteciperà ad Artelibro con oltre quaranta librai antiquari che mostreranno rarità librarie, ripercorrendo oltre cinque secoli di arte del libro e della stampa, un patrimonio di bellezza, scienza e cultura che, attraversando la storia continuamente, si ripropone per nuovi approfondimenti, studi e riletture.
Importanti le presenze internazionali: musei come Met e MoMa di New York, British Museum, Victoria and Albert Museum, Serpentine Gallery di Londra, Centre Pompidou di Parigi e Kunsthalle di Vienna, editori come Phaidon, Documenta e Réunion des Musées Nationaux, Taschen, distributori come la statunitense DAP e la britannica Art Books International.



Artelibro Festival del Libro d’Arte

Mostra-mercato del libro d’arte
Palazzo di Re Enzo e del Podestà, Piazza Maggiore, Bologna

Mostra-mercato del libro antico e di pregio
Museo Civico Archeologico
Via dell’Archiginnasio 2, Bologna

Giovedì 13 settembre ore 12.00
Sala dello Stabat Mater dell’Archiginnasio
Piazza Galvani 1, Bologna

Periodo:
21 – 24 settembre 2007

Inaugurazione:
Giovedì 20 settembre 2007, ore 15.30
Museo Civico Archeologico, Sala del Risorgimento
Portico del Pavaglione, Bologna

Ore 17.30, Sale di Palazzo d’Accursio
Piazza Maggiore, Bologna

Ore 19.00
Palazzo di Re Enzo e del Podestà
Piazza Maggiore, Bologna

Sito internet:
www.artelibro.it

E-mail:
info@artelibro.it
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti