Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18577

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Narrativa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

BOB RICHARDSON - A cura di Terry Richardson

di Narrativa

Il primo libro dedicato al lavoro del fotografo di moda Bob Richardson (1928-2005) presenta oltre 200 immagini in bianco e nero - di cui una buona parte inedita - raccolte dal figlio Terry Richardson, che ha curato l’edizione del volume. Bob Richardson, che ha esordito all’inizio degli anni 60 sulle pagine di Harper’s Bazaar (con Diane Arbus fu una delle scoperte eccentriche della leggendaria Diana Vreeland), ha in breve tempo conquistato spazio sui fashion magazine più conosciuti, elaborando un personalissimo linguaggio rispetto ai già affermati Richard Avedon, Helmut Newton, David Bailey.
Il volume è articolato in tre sezioni. La prima è interamente dedicata alle foto di moda (circa 130 immagini degli anni 60-90) attraverso singoli scatti e still life, che illustrano gli impaginati originali di Vogue, Harper’s Bazaar e Nova (notevole lo shooting con Anjelica Houston ambientato in una cinematografica Berlino nazionalsocialista e una serie di scatti che vedono come modella d’eccezione l’attrice Anne Bancroft). La seconda parte è uno scritto inedito dello stesso Richardson, che in origine doveva essere un’autobiografia da pubblicare con il titolo Outsider. Corredato da una serie di foto personali che ritraggono il fotografo e la sua famiglia in anni diversi, il testo procede in ordine non cronologico, ma per decenni, raccontando la carriera durante gli anno 60 e 70, la malattia e il periodo trascorso da homeless. Dalla Roma della Dolce Vita alla New York underground - fra aneddoti, viaggi, amori e droghe - emerge una moltitudine di personaggi appartenenti al fashion system e al jet set internazionale. Chiude il libro On the Run con le foto più recenti scattate negli anni 2000. Ormai lontano dallo stile della carta patinata dei magazine, queste immagini sono una sorta di diario on the road, fra highway, motel, gas station, insegne luminose e paesaggi filtrati attraverso il parabrezza sporco della macchina. Richardson offre uno sguardo disincantato sull’America: un paesaggio in cui la presenza umana è volutamente cancellata.
Sulle pagine di Harper’s Bazaar, Nova e Vogue, Richardson ha profondamente cambiato i canoni della foto di moda in un momento in cui, i primi anni’60, imperversava il linguaggio stilisticamente impeccabile dettato dai grandi Irving Penn e William Klein: scatti fortemente impostati in cui era l’abito ad essere in primo piano, mentre la modella - assumendo il più delle volte una postura plastica e artificiosa - assolveva letteralmente al ruolo di mannequin. Al contrario, Richardson, traspone sulla carta patinata delle riviste di moda il realismo e la ruvidità di un periodo in evoluzione: egli rende protagonista la concretezza del corpo, spesso stravolto dall’alcol e dalle droghe, e, più in generale, il clima del ’68 che propone una sessualità disinibita, volontà di provocazione e, quindi, una ricerca di nuovi canoni estetici. Gli editoriali di Richardson diventano così veri e propri racconti: quando è possibile, ai set in studio egli preferisce la naturalezza degli spazi aperti e delle mete esotiche (Messico, Grecia); alla centralità dell’abito predilige l’espressività di un volto e alla plasticità di una posa un corpo che esprime spontaneità.
Colpito appena trentenne da una forma di schizofrenia paranoide, Richardson ha lavorato discontinuamente, con notevoli difficoltà, conoscendo addirittura l’esperienza del vagabondaggio. Buona parte dei suoi lavori è andata perduta o distrutta e questo libro è stato realizzato grazie al materiale posseduto da Terry Richardson e da amici e affetti, come nel caso dell’attrice Anjelica Houston, ex compagna, modella e musa del fotografo.

"È stato il primo a dire che andava bene sottoesporre la pellicola per non mostrare i vestiti… Quando ho iniziato erano tanti i fotografi che idolatravano Bob. Era una sorta di personaggio underground..."
(Bruce Weber, citato nel New York Times)

"Volevo portare la realtà nelle mie foto: il sesso, la droga, il rock. Questo era quello che stava accadendo, ma l’America rifiutava tutto ciò: alcuni editor indossavano
ancora i guanti bianchi..."
(Bob Richardson)




Bob Richardson
A cura di: Terry Richardson
Testi di: Bob Richardson
Damiani Editore
Prezzo: Euro 60,00
ISBN: 978-88-89431-96-2
Pagine: 240
Tavole: 200 b/n
Formato: 24 x 33 cm
Rilegatura: Cartonato
Uscita: Ottobre 2007 - Edizione limitata


Diventa nostro amico su facebook
www.facebook.com/paroleinfuga.it

Seguici su twitter
www.twitter.com/paroleinfuga
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti