Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18562

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Teatro
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

MI LASCIO

di Teatro

In via Nomentana (ang. via Senafè)
o via Makallè
II° Municipio di Roma
• ingresso libero •


TEATRO GIOVEDI’

● 2 AGOSTO 2007
ORE 21.30
MI LASCIO

Argot Produzioni di G. Mori e R. Masciopinto
● con Giovanna Mori
● con la collaborazione di Jean-Claude Carrière
● regia di Maurizio Panici

Uno spettacolo tenero, crudele, sentimentale e feroce. E' il bisogno di tutti di prendere una pausa, un respiro per uscire fuori dai meccanismi di un quotidiano che sempre più ci soffoca con i suoi ritmi insostenibili e con competizioni sfibranti. Lo spettacolo è anche un veloce esercizio fonetico, ci ricorda il migliore Raymond Queneau di "Esercizi di stile". “Mi lascio” è anche il racconto della protagonista in cerca di un possibile incontro con un "lui" che fatica a trovare la propria identità. E' una storia che ci riguarda tutti, resa con semplice virtuosismo da Giovanna Mori. Lo spazio è un luogo altro, una pista circense dove poesia e humor offrono un diverso punto di vista della realtà. Giovanna Mori attrice/autrice Studia a Parigi all'Ecole Nationale du Cirque A. Fratellini con Etienne Decroux e all'Ecole Jaques Lecoq. Studia inoltre con Yoschi Oida, Philippe Gaulier, Henrique Pardo, Linda Wise, Marisa Fabbri, Gabriella Batolomei e canto con Rachele Maragliano Mori, Jean Laurens, Lee Colbert. Nel 1986, insieme a Rosa Masciopinto, dà vita al duo Opera Comique. Insieme scrivono e interpretano: “La vita è curva”, “Le scarpe di ferro pesano”. Collabora regolarmente con musicisti di musica contemporanea., tra gli altri, con L. Ceccarelli, F. Razzi, A. Annechino, F. Giomi. Dal 1994 insegna regolarmente tecniche di improvvisazione e di scrittura in Italia e tiene seminari in Germania, Russia e Inghilterra. Collabora con la Compagnia Donati-Olesen come co-autrice e regista degli ultimi spettacoli (Barbablues e Salti mortali). Dal 2001 al 2003 è stata la Sgricia nei Giganti della montagna per la regia di Maurizio Panici. Maurizio Panici regista Fonda nel 1986 la Cooperativa Argot. Per l'attività svolta a favore della drammaturgia contemporanea riceve tre Biglietti d'Oro dell'AGIS. A partire dal 2000 i suoi spettacoli più significativi sono stati: La Locandiera di C. Goldoni, protagonista P. Villoresi, la commedia musicale Liliom di F. Molnar con M. Venturiello, F. Rubino e la partecipazione del Coro Le mystère des voix Bulgare, I Giganti della Montagna di L. Pirandello, con M. Rigillo e A. T. Rossini. , Medea di Euripide, andato in scena al Teatro Antico di Taormina il 21 maggio 2003, ancora protagonista Pamela Villoresi, con la quale mette in scena successivamente anche una versione musicale di Lisistrata di Aristofane e Tre Sorelle di A. Checov. A Tindari, nell’estate 2006, allestisce una Fedra di Seneca - con la partecipazione di E. Siravo nel ruolo del Messaggero - protagonista quella Maria Paiato con la quale il percorso era iniziato anni addietro, prima con La Spiaggia di L. De Bei, poi Cinema Impero di R. Cavosi – co-protagonista M. Musy- e infine La Maria Zanella di Sergio Pierattini per il quale ha ricevuto nel 2005 il PremioUbu .
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti