Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18562

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Teatro
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

LE FATE ASSETATE

di Teatro

II° Municipio di Roma
via Nomentana (ang. via Senafè) o via Makallè
• ingresso libero •

SABATO 4 AGOSTO 2007
ORE 21.30

LE FATE ASSETATE

In collaborazione con La scena sensibile – Accademia dei Filodrammatici – Agenzia culturale del Québec in Italia di Denise Boucher
● traduzione di Alessandra Terni
● con Cinzia Portacci Zadykian, Alessia Spinelli, Laura Tentori
● mise en espace a cura di Tiziana Bergamaschi
● assistente alla realizzazione Catherine Paré La mise en espace dell’opera “Les fées ont soif” (Le fate assetate), rientra nel progetto “Incontri con la drammaturgia”, a cura di Tiziana Bergamaschi, per l’Accademia dei Filodrammatici di Milano. Messo in scena per la prima volta nel 1979, fece scalpore e addirittura creò scandalo, provocando un dibattito molto acceso che portò al divieto di rappresentazione della piéce stessa. Protagoniste sono tre donne: la Vergine, Maria e la Maddalena: tre donne-simbolo. La Vergine ha visto la sua storia scritta dagli uomini che l’hanno costretta nel suo ruolo di donna senza macchia, senza figli, senza marito, senza corpo; Maddalena, la prostituta che esiste solo grazie al suo corpo, sottoposto al desiderio degli uomini; Maria, la casalinga, vinta dalla solitudine e il cui universo si limita al centro commerciale. Denise Boucher autrice Nata a Victoriaville, laureata in pedagogia all’Université de Sherbrooke, insegna per qualche anno per poi darsi al giornalismo agli inizi degli anni ’60. Lavora per molti giornali e come freelance a Radio-Canada. Le sue prime opere sono Retailles (1977) e Cyprine (1978). La sua controversa pièce, Les Fées ont soif (Le fate assetate), messa in scena per la prima volta nel 1979, le dà notorietà. Nel 1996 scrive un’altra pièce dal titolo Les Divines. È autrice di molte raccolte di poesie come Paris Polaroïd (1990) e Grandeur nature (1993) e firma i testi di alcuni canzoni di successo di Gerry Boulet e Pauline Julien. Tiziana Bergamaschi attrice/ regista Diplomata in Recitazione all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”. Laureata in Lettere Moderne, Storia del Teatro e dello Spettacolo. Dal 1996 al 2003 docente di Storia del Teatro presso l’Accademia “Silvio D’Amico”. Attualmente è docente regista del corso di perfezionamento sulla drammaturgia contemporanea “Incontri con la drammaturgia” promosso dall’Accademia dei Filodrammatici di Milano e anche dalla “Silvio d’Amico”. Direttrice artistica con Serena Grandicelli della Rassegna di teatro “La scena sensibile”. Come attrice ha lavorato con registi quali: V. Bertinetti, O. Costa Giovangigli, B. Menegatti, L. Salveti, A. Trionfo, B. Cirino, E. Fenoglio, G. Sbragia, M. Rigillo, S. Sequi, A. Pugliese, L. De Filippo, L. De Fusco, D. Hauton, H. Ducroux, G. D. Maderna. Come regista ha messo in scena: Diversa sempre da P. Handke. Moderato cantabile da M. Duras, drammaturgia e regia di “Il tempo non basta mai” che ha aperto il “Chianti Festival 2003” e a seguire nel 2004 “Il tempo non basta mai – il matrimonio”, “Don Giovanni e il suo servo” di R. Familiari, “Migranti” drammaturgia e regia, questi ultimi con gli allievi dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria, Exonerated di J. Blank e E. Jensen, Big shoot di K. Kwahulé.
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti