Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18481

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Musica
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

LUTTE BERG Ensemble - FRANCESCO VENERUCCI

di Musica

LUTTE BERG Ensemble - Svezia/Italia
Lutte Berg: chitarra, ch.fretless
Alessandro Gwiss: pianoforte,tastiere,live electronics
Luca Pirozzi: basso elettrico contrabbasso


“….. Lutte è stato direttore artistico di un teatro di Stoccolma e ha scritto colonne sonore cinematografiche, finché sedici anni fa è tornato in Italia e ha suonato con Paul McCandless, Pino Daniele, Mick Goodrich, Antonello Salis e tanti altri. Da allora non fa che “vagabondare” con il suo Ensemble alla ricerca del mix musicale adatto al suo doppio background, alla sua creatività, al suo modo di usare la chitarra, e l’ultima formula che ha messo a punto è a dir poco inconsueta: ci sono dentro il jazz e la musica popolare svedese, il calore del sud e il freddo del nord, il gusto dell’improvvisazione e la lirica di chi guarda orizzonti lontani. Provate anche voi a chiudere gli occhi e viaggiare con questo album. Probabilmente vedrete molti paesaggi bianchi di neve del Grande Nord, ma avrete anche la precisa sensazione che da qualche parte ci sia sempre un fuoco acceso per riscaldarvi lo spirito.” Fabrizio Zampa

Lutte Berg
Nato in Svezia, studia al Liceo Musicale Södra Latin di Stoccolma e alla Skurups Musikfolkhögskola diventando a 20 anni direttore artistico del Teatro Roj di Stoccolma. Nel 1990 firma la colonna sonora del film "Linnea" prodotto da Svenska Filminstitutet.(l'ente statale svedese di produzione cinematografica) e distribuito su scala internazionale e incide il suo primo album "Mountains Breath", prodotto da Pino Daniele per la Freeland. Registra un mini CD con Mick Goodrick. Nel 1993 pubblica il secondo album "Santa Sofia" con le collaborazioni di Paul McCandless (Oregon) e Antonello Salis. Nel 1998 l'etichetta Equipe pubblica il suo terzo CD "Mascarò". Nel 2004 esce per la Wide il quarto lavoro di Lutte Berg “Ensemble” insieme ad Alessandro Gwis, Luca Pirozzi e Massimo Manzi. Ha inoltre collaborato con musicisti quali Roberto Gatto, Ettore Fioravanti, Javier Girotto, Fabrizio Sferra, Paolo Innarella, Armando Corsi, Mario Arcari, Baba Sissoko, Ares Tavolazzi, Marco Zurzolo, Gianluca Ruggeri,Walter Paoli e molti altri. Incide in Svezia con Lars Demian.
Dal 1994 svolge una intensa attività didattica, è docente al Conservatorio di Bari e di Cosenza.

Luca Pirozzi
Studia privatamente armonia e solfeggio in giovane età e continua gli studi da autodidatta partecipando a vari seminari. Musicista sensibile, ha sempre indirizzato la sua ricerca musicale verso le situazioni più aperte ed improvvisate, curando contemporaneamente le sonorità ritmiche proprie dello strumento. Bassista eclettico, la sua attività ha spaziato e spazia tutt’ora in diversi settori: concertistica, didattica e discografica. Ha collaborato e registrato con Umberto Fiorentino, Roberto Gatto, Area 2, Massimo Urbani, Antonello Salis, George Garzone, Stefano Di Battista, Paul McCandless, Riccardo Fassi, Francesco Bruno, Javier Girotto, Aires Tango, Eddie Henderson (dal ‘96 vari festival e CD nel ‘98), e molti altri tra i maggiori musicisti del panorama nazionale ed internazionale.

Alessandro Gwis
Ha iniziato lo studio del pianoforte classico all' eta' di 8 anni; nel 1979 si esibisce per la prima volta dal vivo, in occasione del festival "estate romana". A 16 anni si avvicina al jazz e alla musica improvvisata; nello stesso periodo comincia ad approfondire l'uso del sintetizzatore e delle tastiere elettroniche. Dal 1988 svolge un' intensa attivita' professionale sia nell'area della musica pop che in quella jazzistica. Collabora con Aires tango (dal 94 a tutt'oggi), Antonello Salis, Enrico Rava, Paolo Fresu, Gianni Coscia, Gege' Telesforo, Ben Sidran, Stefano di Battista, Flavio Boltro, Paolo Damiani, Peppe Servillo (la voce degli Avion Travel), Massimo Ranieri, Sandro Satta e molti altri. Nel Maggio 2000 e' finalista dell'audizione europea per l'orchestra nazionale francese di jazz.



FRANCESCO VENERUCCI - Lombardia
(Goldberg "InJazz" Suite)

Francesco Venerucci: pianoforte
Alessandra d'Andrea: flauto in do, in sol e ottavino
Daniele Basirico: basso elettrico e contrabbasso


“Come nelle 30 variazioni incastonate dall'Aria che Bach scrisse per il suo allievo clavicembalista, così il concerto si apre con il celebre tema delle Goldberg variations. Il programma si sviluppa attraverso citazioni mozartiane, improvvisazioni, imprevedibili accostamenti e movenze di tango fino a ri-approdare al tema bachiano dell'inizio.
Ideazione, coordinamento artistico e arrangiamenti di Francesco Venerucci
musiche da Bach a Venerucci, passando per Brubeck, Mozart, Piazzolla, Satie...”

Francesco Venerucci
Diplomato in Composizione, "Ecriture", contrappunto, e pianoforte. In Francia frequenta i corsi di Brochot e Poindfer in direzione d'orchestra. In italia frequenta le master classes di composizione con Ivan Fedele, Luca Francesconi e Fabio Vacchi. Al Conservatorio di Bologna musica elettronica con Alvise Vidolin e Adriano Guarnieri e a Roma musica per il cinema con il premio oscar di Luis Bacalov. Vincitore di vari concorsi internazionali quali Barga Jazz 2005-1° premio per Folk Dance n.1, "Dimitri Mitropoulos” di Atene-3° premio per Sogno di una notte di mezza estate e Adrian L. premiata da RAI-Radio 3. La sua poliedrica attività lo ha portato a lavorare con artisti ed ensemble di tutto il mondo come l’Orchestra of Colors di Atene, i Danish Saxophone Quartet di Copenhagen, il Quartetto Ludwig di Bonn, Claude Delangle, il Clarion Ensemble di Manila. Tra le realizzazioni discografiche segnaliamo Goldberg Variation’s e Astor Piazzolla-Tango dei Danish Saxophone. Svolge un’intensa attività concertistica che lo ha visto esibirsi negli ultimi 2 anni in Italia, Inghilterra, Belgio, Israele, Germania e Olanda.. Nel 2007 ha pubblicato il suo ultimo cd Tango fugato che ha riscosso una calorosa accoglienza e grande interessamento dei media.

Alessandra D’Andrea
Si diploma al Conservatorio di S. Cecilia con il massimo dei voti in flauto (‘91) e musica da camera (‘96). Si è perfezionata in seguito con solisti internazionali come Maxence Larrieu, Raymond Guiot, Peter-Lukas Graf e Conrad Klemm. Interessata al repertorio cameristico, ha collaborato con diversi artisti e gruppi: Ennio Morricone, Goffredo Detrassi e molti altri. Nel ‘93 è stata premiata al “ Concorso Internazionale di Stresa “ e nel ‘95 ha ricevuto la medaglia d’ oro al “ Foyer International des Artistes “.Dal ‘91 al ‘93 è stata I° flauto nell’ Orchestra Stabile del Conservatorio di S. Cecilia, come flauto solista ha registrato nell’ Orchestra Ritmica della RAI (‘92-’93). Ha suonato come I° flauto nell’ Orchestra Regionale del Lazio nel ‘99, come II° flauto nell’ Orchestra “A.Toscanini ” di Parma nel ‘98, come II° flauto e piccolo nell’ Orchestra Sinfonica delle Baleari nel ‘99. Nell' agosto del 2000 ha suonato come I° flauto al Teatro dell' Opera di Roma, per il concerto trasmesso da RAI 1 in occasione della “ Giornata Mondiale della Gioventù ”.
Daniele Basirico
Diploma conseguito presso l'Università della Musica di Roma. Suona nell’Orchestra sinfonica dell’Associazione musicale Eretina. Ultimamente si sta dedicando anche allo studio del violoncello. Nel 2004 costruisce il basso "Basirico" a 6 corde Fretless. Nel 2004 partecipa al Festival di Barga Jazz con il gruppo "Speakin' Jazz Project", classificandosi al primo posto nella Sezione D del concorso.Svolge un intensa attività concertistica collaborando con noti musicisti quali: M. Rosa, M. Davola, A. Vannucchi, A. Beneventano, Fabiana Rosciglione, Pino Iodice, G. Rosciglione, P. Tombolasi e molti altri.

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti