Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18474

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Chiusura del FESTIVAL DEI LUPI MANNARI

di Comunicati Stampa

Cari amici del teatro delle Condizioni Avverse e dell'Officina
Culturale 20 case di argilla e di canna selvatica, vi invitiamo alla chiusura
del FESTIVAL DEI LUPI MANNARI
sabato 29 settembre a Poggio Catino e domenica 30
alla Villa Romana dei Casoni a Poggio Mirteto - Montopoli Sabina (Rieti).

FESTIVAL DEI LUPI MANNARI
ARTE, MUSICA POPOLARE, FOTOGRAFIA,
STORIA, TEATRO E GASTRONOMIA
NEL VERDE DEL MONTE TANCIA

Il 30 si chiude il Festival con lo spettacolo di
Marco Baliani
KOHLHAAS Di Remo Rostagno e Marco Baliani,
da Michhael Kohlhaas di
Hinrich von Kleist

Ore 21:00
INGRESSO GRATUITO

Villa Romana dei Casoni, Sopra la loc. San Valentino del Comune di
Poggio Mirteto (Rieti)

Tutto ciò è reso possibile dalla collaborazione di molte associazioni
locali: Pro Loco Poggio Mirteto, Pro Loco Montopoli di Sabina, Pro
Loco Poggio Catino, ARCI Poggio Mirteto, Legambiente Bassa Sabina,
Germogli di Toffia, Colonnetta la Memoria e naturalmente le amministrazioni
comunali di Montopoli Sabina, Poggio Catino e Poggio Mirteto, Regione Lazio

Assessorato alla Cultura e Provincia di Rieti.
COME ARRIVARE ALLA VILLA ROMANA DEI CASONI

Dal centro di Poggio Mirteto, salire verso la frazione di San
Valentino per circa due km. Superata la piazzetta della frazione di San
Valentino (da qui seguire i cartelli) dopo 200 metri prendere sulla destra una
stradina in discesa. Proseguite per altri 300 metri e all'incrocio successivo prendere la salita a sinistra. Dopo 200 metri la strada diventerà bianca, proseguire ancora qualche centinaio di metri e all'incrocio successivo girare a destra e siete praticamente arrivati.

QUI DI SEGUITO IL CALENDARIO DEGLI ULTIMI DUE GIORNI
I NUMERI PER PRENOTAZIONI E INFORMAZIONI SONO IN FONDO AL MESSAGGIO.

VI ASPETTIAMO NUMEROSI
Per il Teatro delle Condizioni Avverse
Andrea Maurizi

Associazione Culturale Compagnia del melograno
[ovvero] Teatro delle Condizioni Avverse
Officina Culturale della Bassa Sabina
"20 CASE DI ARGILLA E DI CANNA SELVATICA"
Sede Legale: via Granari 43, 02034 Montopoli Sabina (RI)
Sede Operativa: via P. Nenni 17, 02047 Poggio Mirteto (RI)
Tel e Fax 0765.24699 - cell. 3299317192
info@condizioniavverse.org

www.officineculturali.org
chiude il Festival dei Lupi Mannari

con le giornate del 29 e del 30 settembre



1 - Poggio Catino (RI), sabato 29 settembre

CALENDARIO DELLA GIORNATA
Ore 17:00 Sala Consiliare

FOTOGRAFIA
Apertura Mostra fotografica La Resistenza in Sabina di G Sgrigna,
V Griscioli, L Adami
Degustazione di prodotti tipici
La mostra resterà aperta anche domenica 30 settembre
orario 10-13 e 16-19
Ore 21:00 Parco del Castello

TEATRO
Martiri della Libertà [Monte Tancia 1944] Compagnia del Melograno
di Poggio Mirteto (RI)

FOTOGRAFIA
Presentazione della mostra
Ore 17:00 - ingresso gratuito
Sguardi di R-esistenze - La narrazione delle storie - Il percorso di
una ricerca
Le vicende del passato sono di solito raccontate dai libri di storia.
Ma quale può essere oggi il modo migliore per avvicinare e appassionare
i giovani alla storia? E in particolare, la storia della Resistenza nel
Lazio? Oggi, a sessanta anni dal periodo storico che portò l'Italia
alla Libertà, siamo proprio a cavallo di quel momento in cui, i testimoni
oculari stanno quasi tutti scomparendo, e in cui i fatti accaduti si
avviano o a diventare memoria collettiva o ad essere dimenticati per sempre.Questo è il momento della Storia in cui tutte le piccole
storie, tutti i miliardi di frammenti di vite, che compongono la Storia di
una regione stanno per morire nella memoria delle persone che quegli
eventi li hanno vissuti. Le vicende narrate si arricchiscono continuamente
focalizzando la narrazione sulla Resistenza della gente comune, fatta
di piccoli avvenimenti in paesi o quartieri lontani dallo sguardo dei
libri di storia, ma indispensabili per comprendere la portata dell'avvers
ione al nazi-fascismo, che a Roma, tra tutte le capitali d'Europa, a
detta degli stessi tedeschi, toccò uno dei suoi livelli maggiori per
diffusione e inarrestabilità.La mostra fotografica, curata da Luca Adami,
Valentino Griscioli e Gregorio Sgrigna è un'occasione poi per fermare alcuni
sguradi, alcune frasi, alcuni luoghi che si incontrano vedendo il
video documentario.Le foto. 23 in tutto, sono state realizzate da giovani
fotografi emergenti provenienti dal Lazio e dall'Umbria.Oltre gli
sguardi dei partigiani, compaiono anche i luoghi dove la lotta di Liberazione
è stata più aspra e dolorosa, luoghi spesso nascosti e dimenticati
Dopo l'apertura della mostra vi sarà una degustazione a cura
dell'Officina "Venti case d'argilla e di canna selvatica."
La mostra resterà aperta anche domenica 30 settembre
orario 10-13 e 16-19

TEATRO
Ore 21:00 - ingresso gratuito
Compagnia Teatro delle condizioni Avverse - Poggio Mirteto - Rieti
"Martiri della libertà, monte Tancia 1944" - ore 21
Spettacolo di narrazione sul periodo della resistenza in Sabina, Con:
Andrea Maurizi, Manuela Fioravanti, Giovanni D'Artibale, Autori:
Andrea Maurizi, Gabriella Torre, Giovanni D'Artibale, Regia: Andrea Maurizi
Cosa resta della guerra, i bombardamenti, la resistenza sui monti
della Sabina? Certamente anche ricordi che resistono nella memoria di
quegli eventi ha visto e vissuti. E' questo un viaggio nella memoria dei
protagonisti: partigiani, donne, bambini. Ognuno restituisce una
prospettiva diversa, ognuno travalica il proprio ruolo sociale per
assumenerne uno storico, convocato ad esso dalla guerra.Quando si
parla di resistenza sui monti si è naturalmente indotti a pensare agli scenari
settentrionali ma anche nel centro e nel sud Italia vi sono stati
numerosi e significativi episodi di resistenza partigiana. Dai monti della
Sabina, soprattutto il monte Tancia, partivano le azioni di sabotaggio verso
le linee di comunicazione tedesche. Qui avveniva l'addestramento dei
partigiani che successivamente sarebbero scesi in città a costituire
i gap. L'allestimento dello spettacolo è essenziale, quasi minimale e
questo rende ancora più diretto il rapporto tra gli attori e la memoria
degli spettatori in cui vengono suscitate sensazioni che paiono sopite ma
sempre vigili per tornare, ogni qual volta si senta quell'acre odore di
bruciato e di morte che emana dal fascismo, le dittature e le ingiustizie...
almeno per chi ha questa memoria.



2 - Poggio Mirteto - Montopoli Sabina, Loc. San Valentino - Villa
Romana

Casoni (RI), domenica 30 settembre

CALENDARIO DELLA GIORNATA
Ore 10:00 e 15:00

NATURA E STORIA
Itinerari guidati sui sentieri della Resistenza a cura di ARCI
Nuova Associazione,
Germogli di Toffia e Ass. Legambiente Bassa Sabina
Dalle ore 16:00

ARTE

Visita archeologica guidata alla Villa dei Casoni tenuta dal Dott.
Archeologo Dario Scarpati
Mostra di pittura "Le stagioni dell'anima" di Roberta Flamini
Ore 17:00

MUSICA
Concerto degli Albero di Canto [Taranta e saltarello] Musica
popolare sud e centro Italia
Ore 21:00

TEATRO
Kohlhaas di e con Marco Baliani
Per la giornata del 30 settembre funzionerà uno stand gastronomico

NATURA E STORIA
Itinerari naturalistici e percorsi storici della Resistenza
Dalle h 10 fino alle h 15
In collaborazione con ARCI-Arci Nuova Associazione di Poggio Mirteto,
Associazione Legambiente Bassa Sabina e Associazione Germogli di
Toffia "Giovani mobilitati per il servizio del lavoro, non presentatevi! Non
accrescete il numero degli schiavi che i nazisti trasportano a forza
in Germania per sfiancarli di fatica e di privazioni. Rimanete fra noi
per partecipare alle nostre lotte!"
"L'Italia Libera", organo del Partito d'Azione, del 25 settembre del
1943 Quando apparve questo scritto, già in Sabina c'erano state azioni
partigiane, le nostre montagne ospitavano quei patrioti che
combattendo per la libertà hanno tracciato la strada per la democrazia. E' per visitare i luoghi in cui tanta gioventù ha sofferto per la giusta
causa che ci inerpicheremo a mezza costa del monte San Cosimo. Il percorso
non è agevole: lecci, cerri e crastacani, aiutati da pietraie e macere,
danno qualche noia a chi va in salita dai Casoni a Cerquabella, ma il
cammino è piacevole se lo si intraprende con l'animo sereno. Lo affronteremo
gioiosamente alla scoperta delle bellezze naturalistiche,
paesaggistiche e archeologiche che nasconde, ma con il pensiero al tempo in cui su quei luoghi si consumò il sacrificio di tante donne e uomini, per
ricordare e rendere onore ai martiri della RESISTENZA.
Chiameremo quest'incontro "la passeggiata di Kim".
Kim è uno dei tanti nomi senza volto di uno di quei ragazzi che
risposero all'orrore del nazifascismo unendosi nella Resistenza.L'abbiamo
scelto perché di lui sappiamo solo che aveva vent'anni e non era italiano.
Quindi lo vogliamo prendere a simbolo che travalica i confini geografici per
combattere contro l'oppressione, in un virtuale abbraccio con i martiri
del Monte Tancia e di tutti i luoghi in cui uomini, donne e spesso
anche bambini si sono battuti e si battono per difendere la vita e la
dignità da forme vecchie e nuove di sopraffazione e di fascismo.
Ore 10. Incontro con i partecipanti.
Breve prolusione sulle caratteristiche fondamentali di classificazione dei vegetali. Ore 10,30. Inizio passeggiata. Riconoscimento delle diverse specie e
delle caratteristiche proprie di ognuna di esse, quali:

* Provenienza. Sarà occasione per far conoscere la reale
provenienza di quella che chiamiamo flora autoctona e che in realtà ci fa capire quanto sarebbe povero il nostro parco vegetale se non ci fosse stata
un'immigrazione verde nel corso dei secoli.
* Uso. Molte piante hanno avuto in passato o hanno ancora oggi un
uso in diversi campi, da quello erboristico a quello farmaceutico, da
quello ornamentale a quello di sostegno e così via. Per quelle di uso
alimentare se sarà possibile, a fine passeggiata, si darà prova della loro
utilizzazione con uno spuntino naturale.
* Simbologia . Alcuni esemplari, soprattutto arborei, sono legati a
simboli mitologici o a credenze popolari. Si cercherà di spiegarne l'origine.
* Evocazioni letterarie. Molti sono stati i cantori della natura,
soprattutto nel mondo classico, e alcuni di essi verranno ricordati
con brevi letture tratte dai loro testi (tradotti in italiano!) che
spazieranno dalla poesia all'agricoltura.
Dalle ore 16. Visita archeologica guidata alla Villa dei Casoni
tenuta dal Dott. Archeologo Dario Scarpati.

ARTE
Mostra di pittura di Roberta Flamini
Dalle ore 16 - ingresso gratuito
Le stagioni dell'anima
Mostra di pittura, che va dal 2005 al 2007 e realizzata da Roberta
Flamini, giovane pittrice emergente di Roma, intitolata "Le stagioni
dell'anima". I titoli delle opere sembrano essere legati molto ai
mutamenti dell'anima ma nel guardare il quadro comprendiamo il
fortissimo rapporto tra la sensazione di un "Bacio" (Acrilico e tempera du
cartoncino, 37,5x42,8 cm - 2005) e i colori caldi e carnali che danno
il senso della corporalità di questa sensazione.. La mostra mette in
luce la forza del colore e la potenza del contrasto ed evidenzia, attraverso
l'espressione di sensazioni ed emozioni umane il susseguirsi delle
stagioni dell'anima e del corpo.

MUSICA
Concerto di musica popolare antica del gruppo musicale "Alberi di
canto" Ore 17:00 - ingresso gratuito
Il gruppo di musica popolare " Alberi di canto ", composto da tre
donne e sei uomini, opera da circa quattro anni nell'ambito della ricerca e
della rielaborazione della musica popolare dell'area sabina, in
particolare dei territori di Antrodoco, Cittaducale e Contigliano che sono i luoghi di provenienza dei componenti del gruppo. Gli strumenti musicali
adoperati sono quelli della tradizione, dagli organetti al mandolino, dalla
chitarra alla zampogna, dal putipù al tamburello e alla tammorra. Le voci, in
particolare le voci femminili caratterizzano fortemente
l'espressività musicale del gruppo che dalla sua nascita mette a disposizione le sue energie per gli scopi sociali nei quali si riconosce." Albero di
canto " è il modo in cui anticamente nelle comunità rurali veniva chiamata la
persona che conservava e tramandava la memoria del luogo, le storie,
i canti, le melodie, i racconti...

TEATRO
Ore 21:00 - ingresso gratuito
Marco Baliani in
KOHLHAAS Di Remo Rostagno e Marco Baliani,
da Michhael Kohlhaas di
Hinrich von Kleist
È stata una sfida bella e difficile trasferire in narrazione e parola
orale un universo così lontano e complesso come quello della parola
scritta di Kleist. Con Remo Rostagno ci siamo messi alla ricerca di
una nuova forma ove far precipitare l'anima della vicenda, che fin
dall'inizio ci aveva affascinato. Le domande senza risposta, che solleva la
storia di Kohlhaas (cos'è la giustizia, quella umana e quella divina, e come
può l'individuo ricomporre l'ingiustizia) fanno parte profondamente dei
percorsi della mia generazione, quella segnata dal numero di
riconoscimento '68.
Marco Baliani. Attore, regista, autore. Nel 1989 con il suo Kholhaas
tratto da Kleist apre la strada a quello che sarà poi chiamato "teatro di
narrazione".Vince il premio Stregagatto nel 1993 con lo spettacolo
Piccoli angeli con Maria Maglietta con cui condivide da tempo il proprio
percorso artistico.Vince il premio IDI come regista nel 1994, per lo
spettacolo Come gocce di una fiumana. Per il cinema ha lavorato come attore con Martone, Archibugi, Comencini.Ha pubblicato Francesco a testa in giù (Garzanti 2000) e Corpo di stato (Rizzoli 2003) entrambi nati come
eventi teatrali per la televisione, in diretta su RAI 2 nel 1998 e nel 2000.
Con il figlio Mirto ha pubblicato la fiaba musicale Il signor Ventriglia
(Orecchio acerbo 2002).



Teatro delle Condizioni Avverse
[ovvero] Compagnia del Melograno
Tel. Fax. 0765.24699 - 328.1125107
www.condizioniavverse.org - www.officineculturali.org
Sala prove: via P Nenni 17, 02047 Poggio Mirteto (Rieti)
>Sede legale: via Granari 43, 02034 Montopoli Di Sabina (Rieti)

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti