Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16131

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza prorogata e definitiva al 30 Settembre 2019
 


VII Concorso Letterario CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500



Scadenza
21 ottobre 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Poesia
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Biagio Cepollaro: L’approccio all’esperienza della poesia.

di Poesia

Continua a seguirci su facebook al seguente link

http://www.facebook.com/paroleinfuga.it




L’approccio all’esperienza della poesia.



Il Corso di Poesia Integrata intende rendere possibile una più consapevole e ricca esperienza estetica della poesia, tendendo a restituire ad essa alcune potenzialità che sono quasi scomparse nel nostro tempo.

L’esperienza estetica della poesia, in questa prospettiva, va intesa come uno dei possibili modi per accedere ad una maggiore e più armonica conoscenza di sé e delle proprie relazioni con il mondo, attraverso le parole date alle emozioni, ai desideri, alle idee e alle immagini che popolano la nostra mente.

L’approccio proposto dal Corso di Poesia Integrata mira a considerare l’esperienza estetica come un vero e proprio processo che cresce col tempo, non solo attraverso la comprensione intellettuale ma anche con acquisizioni più profonde che riguardano l’essere di chi legge.

Si tratta di ricollocare l’esperienza estetica in un luogo centrale e, grazie ai solchi tracciati, estendere le nuove acquisizioni ad altri ambiti della vita.





Ascoltare il suono, visualizzare l’immagine, comprendere il senso.



La poesia è fatta di elementi primordiali: suono, immagine, senso.

Ma questi elementi primordiali vanno richiamati e fatti vivere nella concretezza sempre nuova della nostre lettura e della nostra scrittura. Spesso a questo compito non siamo preparati. E non sempre per mancanza di nozioni stilistico- retoriche o di altri elementi tecnici: ciò che spesso ci manca è saper collocare questa esperienza nella profondità del percorso della nostra vita.

Ciò accade talvolta per la riduzione dell’apertura di conoscenza ed emozione che la poesia può regalarci a un uso distratto, occasionale, cerebrale o consolatorio di ciò che definiamo opera d’arte.



Il Corso di Poesia Integrata intende innanzitutto rimuovere gli ostacoli che rallentano e talvolta impediscono l’accesso alla qualificazione di queste esperienze



Rimuovere gli ostacoli vuol dire preliminarmente considerare la semplice constatazione che l’esperienza della poesia nasce dall’incontro tra le parole del testo e il lettore/ascoltatore.

Al di fuori di questa concreta e sempre nuova relazione non si dà nulla che non sia elencazione di nomi e concetti, giudizi ed etichette.



La caratteristica più potente di questa relazione è la latenza sia del testo che del lettore/ascoltatore. E’ questo non-detto, questo silenzio che vengono attivati dalla relazione, sono queste esperienze ad essere spesso circoscritte e banalizzate, se non ignorate.

Eppure è proprio questo non-detto, la latenza del suono, dell’immagine e del senso a produrre la risonanza, ad essere l’essenziale in un’esperienza estetica della poesia.



Conoscere è riconoscere



Il Corso di Poesia Integrata considera gli approcci intellettuali tradizionali alla lettura della poesia come parziali, così come parziali gli approcci emotivi e impressionistici.

Una delle ragioni del Corso sta nell’integrare alcuni spunti delle tradizioni occidentali relativi alla fruizione del testo poetico con alcuni spunti derivanti dalle tradizioni orientali.

Si potrebbe semplificare tale prospettiva integrata affermando che questo metodo considera il lettore sia per il suo essere che per il suo sapere.



La convinzione di partenza è che si possa conoscere essenzialmente solo ciò che si è in grado di riconoscere.

Possiamo cogliere di un testo poetico solo ciò che siamo in grado di far risuonare in noi.

La lettura mentale, per quanto analitica e cerebrale, pur vivisezionando il testo, non può diventare esperienza per noi, non può che essere una sterile esercitazione, non può arricchirci se non di informazioni che non ci toccano in profondo.



Una delle ragioni per cui gli approcci tradizionali sono insoddisfacenti è che nella lettura del testo ci si ferma di solito alle sue prime dimensioni che potremmo indicare sommariamente come la superficie del significato (dalla parafrasi denotativa all’analisi testuale) e la prima profondità simbolica (descrizione delle simbologie, implicazioni psicologiche). Si fa anche riferimento in modo vago al potere evocativo della poesia ma non si capisce bene cos’è ed il discorso si chiude lì.



Il Corso di Poesia Integrata suggerisce al lettore che voglia fare l’esperienza della lettura (e della scrittura) specifiche indicazioni che riguardano non solo gli strumenti intellettuali quanto soprattutto una progressiva confidenza con alcune 'esperienze di risonanza’.

Tali proposte, che si aggiungono a quelle tradizionali che puntano alla superficie del significato e alla prima profondità simbolica, hanno come meta l’individuazione del terzo livello di un testo poetico, quello della sua latenza.





Corso di Poesia Integrata

Milano

Per informazioni:

poesiaintegrata@hotmail.it



http://www.cepollaro.it/corso/Corso%20di%20poesia%20integrata.htm





Continua a seguirci su facebook al seguente link

http://www.facebook.com/paroleinfuga.it
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti