Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18474

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

HARRY BERTOIA

di Comunicati Stampa

MUSEO CIVICO DI PORDENONE
Corso Vittorio Emanuele, Pordenone

Tel. 0434 392311
Fax 0434 522507


HARRY BERTOIA 1915 – 1978
Designer e scultore

Pordenone, Museo Civico



Ad un anno dalla grande mostra internazionale
Il 23 novembre 2007, a Pordenone (Sala Consigliare della Provincia)
Convegno su Harry Bertoia Giornata di studi dedicata alla figura del celebre designer-artista Harry Bertoia




Dopo Carnera, Bertoia è probabilmente il friulano più famoso negli Stati Uniti d’America. Egli non deve la sua notorietà al pugilato o ad altro sport ma al design e soprattutto ad un oggetto ormai “mitico”: la sedia “Diamond” della Knoll, creata nel dopoguerra e che ancora oggi continua ad essere oggetto di culto in tutto il mondo. Ma ciò che non molti, in Italia, sanno e che Arieto (Harry) Bertroia fu anche un importante scultore con opere presenti in prestigiosi musei e collezioni private internazionali.

A Bertoia, nella duplice veste di designer e scultore, il suo territorio natale, Pordenone, dedicherà il prossimo anno una grande retrospettiva ospitata dal Museo Civico e coordinata da Gilberto Ganzer.

Il 23 novembre, a quasi un anno dalla futura grande mostra, Il Museo Civico di Pordenone in collaborazione con la Provincia di Pordenone organizza, presso la sala consigliare dalla Provincia di Pordenone, un convegno dedicato ad Harry Bertoia (San Lorenzo d’Arzene, Pordenone 1915 – Barto, Filadelfia 1978).

La giornata di studi che vedrà la partecipazione d’importanti studiosi descriverà la poliedricità che ha contraddistinto la carriera di questo artista e designer nato nel 1915 a San Lorenzo d’Arzene, un piccolo paesino in Provincia di Pordenone.

Il convegno, che sarà anticipatore della grande mostra che si terrà nel 2008 a Pordenone a trent’anni dalla scomparsa, cercherà in primis di evincere la figura del maestro, dalla sua formazione iniziale autodidatta avvenuta in Friuli (è emigrato negli Stati Uniti d’America nel 1930 a quindici anni) alla grande affermazione professionale ed artistica negli Stati Uniti d’America. Un’affermazione transitata attraverso l’esperienza alla Cranbrook University dove ebbe modo d’intessere solidi rapporti umani e professionali con Eero Saarineen, Charles Eames, Florence Knoll, la sua permanenza in California dove lavorò nello studio Eames, il solido rapporto con l’azienda Knoll che gli permise di progettare la celebre serie di sedute ed infine la sua personale ricerca in ambito scultoreo nella sua fattoria nei presso di Filadelfia.

Questa conferenza si origina pertanto nel tentativo di descrivere, proprio analizzando tutti gli ambiti d’interesse di Harry Bertoia (disegno, incisione, gioielleria, design e scultura), l’ampiezza del lavoro di questo grande artista che è riuscito a coniugare all’interno della sua personale ricerca diverse esperienze; ma è anche uno sforzo nel cercare di sottolineare le sue origini e le sempre forti interconnessioni che Harry Bertoia nel corso della vita ha avuto con la sua terra d’origine, l’Italia e il Friuli.

Nel cercare di fornire un’esaustiva chiave interpretativa dei sue diversi campi d’indagine artistica e professionale al convegno parteciperà Gilberto Ganzer, direttore Musei Civici Pordenone, il dott. Carlo Forcolini, presidente Nazionale ADI, Associazione Design Industriale, il prof. Vanni Pasca, presidente del Corso di laurea magistrale in design dell’Università di Palermo, il prof. Alberto Bassi, docente Storia del design alla Facoltà di Design e Arti dello IUAV di Venezia, la dott.ssa Ada Masoero, critica d’arte e giornalista, Luca Massimo Barbero , Curatore Peggy Guggenheim Collection, arch. Luigi Molinis, prof. Presso l’Università di Udine, il prof. Angelo Bertani, la prof. Anna Lombardi, la dott.ssa Elena Bertoia e il dott. Marco Minuz.

Il convegno che si inaugurerà alle ore 9.30 presso la sala consigliare della Provincia di Pordenone comprenderà la proiezione di un’anticipazione del documentario che verrà dedicato alla figura di Harry Bertoia, filmato realizzato dal regista Bruno Mercuri e con la consulenza di Gilberto Ganzer e Marco Minuz.

L’iniziativa risulterà essere così l’inizio di una lunga serie d’iniziative nel corso del 2008 atte a far conoscere al grande pubblico la straordinaria figura di questo artista, iniziative che si concluderanno con la prima grande mostra mai realizzata in Europa su Harry Bertoia.



Per ulteriori informazioni: Museo Civico d’arte Pordenone,
tel. 0434 392311 fax 0434 522507

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti