Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18468

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

ENRICO BRIGNANO - A sproposito di noi

di Comunicati Stampa

Nascere in un luogo o in un altro, in una famiglia o in un'altra, non è un merito.
Poter vivere dignitosamente in qualsiasi luogo è un diritto.
Se i bambini non possono vivere la loro infanzia questo è un crimine.
I bambini alzano gli occhi e ti sorridono, i bambini piangono, i bambini giocano.
Molti bambini non sorridono, non piangono, non giocano…


LA FORZA DEL SORRISO PER UN NATALE SENZA CONFINI

Giovedì 6 dicembre 2007
ore 21

ENRICO BRIGNANO
in
A sproposito di noi

con il gruppo APPASSIONANTE
Fascino e sensualita’ nella passione lirica
presenta Sergio Sarrocco

Serata di solidarietà dedicata all’infanzia in favore di:
Congregazione dei Missionari di San Carlo (Scalabriniani)
Associazione La Caramella Buona
Associazione Popica Onlus
Fondazione Sue Ryder Onlus

Roma, Auditorium del Massimo
Via Massimiliano Massimo 1 (zona eur)


Un evento organizzato dal Circolo Ricreativo Lavoratori INPDAP
Ingresso su prenotazione al numero 06 3225044

Il C.R.L.I. (Circolo Ricreativo Lavoratori dell’INPDAP) è la struttura aziendale che si occupa dell’erogazione dei servizi ricreativi e del tempo libero in favore dei dipendenti, dei pensionati e delle loro famiglie. Ma gli interventi non si esauriscono con le attività di tipo permanente: ogni anno si cerca di dare sostegno concreto ad organizzazioni che operano nel campo della Solidarietà soprattutto se diretta all’infanzia.
Anche quest’anno, proseguendo l’attività iniziata nel 2004, l’impegno sul Sociale si concretizza in un evento che tende a contribuire alla realizzazione di meritevoli iniziative da parte di altrettante meritevoli Associazioni, dedicatesi rispettivamente al lavoro con le comunità etniche (il progetto “Festa dei popoli” dei Padri Scalabriniani); alla lotta alla pedofilia (Associazione “La Caramella Buona”); all’antirazzismo e rispetto culturale (l’Associazione Popica onlus ed il suo progetto “Tiberino”); all’aiuto ai malati e disabili effettuato da un efficiente gruppo di volontariato (Fondazione Sue Ryder Onlus).
Lo showman Enrico Brignano, che sostiene l’iniziativa, ha accettato di essere protagonista della serata insieme al gruppo lirico femminile APPASSIONANTE, che lo affianca regolarmente nelle sue esibizioni, anticipando così il suo spettacolo teatrale invernale, dal titolo A sproposito di noi.

“A Sproposito di noi”
Da quando la scienza con la “sci” maiuscola ha rigorosamente accertato che ridere fa bene alla salute, i comici hanno un nobile motivo in più per perpetrare la loro professione. Buonumore, medicina contro il mal di vita. Una bella risata dilata i vasi sanguigni, aumenta la serotonina e moltiplica le sinapsi.
Insomma Brignano aspetta che le sue battute si vendano in farmacia senza ricetta.
“Veda A Sproposito di noi tre volte la settimana a stomaco vuoto. Al limite può fare uno spuntino tra il primo e il secondo tempo.”
Prima la risata era spensierata, si rideva “per non pensare”.
Brignano è uno di quei comici con la risata “Pensierata.” Dietro l’intuizione comica c’è una riflessione sulla vita di oggi che va al di la’ dello spunto isolato, della battuta fine a se stessa, che lascia il tempo che trova.
Brignano il tempo che trova non lo lascia, lo impiega per riflettere e farci riflettere. E’ quello che ha fatto con “A Sproposito di noi”…
Di buoni propositi è lastricata la strada per l’inferno. Brignano con questo spettacolo, attraverso la lente dell’ironia, mette alla berlina (meglio se Euro 4) le ansie, le paure, le insicurezze, i vizi privati e le pubbliche virtù dell’uomo comune, di fronte al purgatorio della vita quotidiana.
Inebetito dal caos e umiliato dall’impossibilità di capirne il senso; dove il potere la fa da padrone e i potenti spadroneggiano impuniti.
Fortunatamente viene in soccorso, anzi in “Pronto soccorso” la risata come un sorso d’acqua fresca, capace di mandar giù e per un attimo far dimenticare qualsiasi boccone amaro. Una pausa di serenita’, una pausa di buonumore. Con “A Sproposito di noi” Brignano prende la laurea in medicina “Onoris Pausa”.


Alcune note sulle Associazioni coinvolte…

Congregazione dei Missionari di San Carlo (Scalabriniani)
Progetto “Festa dei Popoli”
La prima edizione della FESTA DEI POPOLI risale al 3 maggio 1992. Insieme senza frontiere era il suo titolo. Sorta per la vitalità del carisma dei Padri Scalabriniani di Roma per 13 anni ha avuto come scenario gli ampi spazi della Parrocchia del SS. Redentore a Valmelaina affidata alla stessa Congregazione. Le varie edizioni che si sono susseguite hanno avuto una costante crescita di partecipanti sì da arricchire la festa stessa con il coinvolgimento e l’adesione di numerose comunità etniche.
Dal 1999 il Vicariato della Diocesi di Roma con l'Ufficio Migrantes entra a far parte del comitato promotore della manifestazione coordinato sempre da un padre scalabriniano e, da allora, il lavoro con le comunità etniche diventa sistematico ed organico fino ad estendersi ad una buona parte delle attività dell’anno sociale.
In particolare dal 2005 anno del centenario della morte del Beato Scalabrini, padre degli emigranti, la festa, attraverso una serie di contatti, è stata proposta dagli Scalabriniani come evento della Chiesa e della Città di Roma. Da allora la sua realizzazione è in Piazza S. Giovanni in Laterano. Moltiplicandosi l'impegno sono state moltiplicate anche le intese e le forze con tutti quegli organismi che prestano la loro opera a favore dei migranti: oltre alla Migrantes della manifestazione è entrata ad essere parte integrante la stessa Caritas di Roma. Pur avendo registrato queste disponibilità la messa in opera della manifestazione ha necessitato dell’adeguato supporto integrato delle autorità istituzionali e civili. Per questo il Comune di Roma e la Provincia sono stati coinvolti nella condivisione delle finalità della festa e per gli appoggi alla permissistica ed alla logistica. Oggi abbiamo uno tra gli eventi più importanti dell'intera città di Roma in tema di integrazione e multietnicità, un sicuro fattore di coinvolgimento e di attrazione nonché un'ottima occasione per attutire tensioni sociali che spesso fenomeni di intolleranza sollevano.

Associazione “La Caramella Buona”
“Un bambino per crescere deve restare bambino”
Borsa di Studio La Caramella Buona Onlus per la lotta alla pedofilia
La Caramella Buona Onlus nasce con una particolare prerogativa: dalla parte dei bambini, Sempre.
Da oltre dieci anni, infatti si adopera per fornire una adeguata conoscenza della pedofilia e, di conseguenza, a studiare ottimi strumenti di prevenzione.
Una ricerca del termine, ha evidenziato che fino al 19 la parola pedofilia non era adirittura menzionata nell’archivio ANSA, ciò denota chiaramente un atteggiamento di chiusura nei riguardi del fenomeno.
Attraverso corsi di formazione specifici, convegni e manifestazioni, la Onlus è riuscita ad occupare un posto di di rilievo tra le Istituzioni e la gente comune, abbracciando ad oggi oltre 15.000 sostenitori in tutta Italia.
Riconosciuta parte civile dai Tribunali italiani di alcuni dei più noti procedimenti giudiziari a carico di pedofili recidivi e promotrice di un innovativo progetto di legge, La Caramella Buona vanta di un personale altamente qualificato, a disposizione di operatori sul campo e pronto a fornire aiuto e consulenza, del tutto gratuita, a vittime e famiglie. Proprio in virtù di questa fondamentale presenza, riteniamo opportuno, se non doveroso, invogliare gli studenti e farli interessare a questo crimine sempre più diffuso. Stimolare, attraverso un discreto contributo economico, l’attenzione degli studenti verso un canale specifico e tecnico, permetterà di trattare il fenomeno sensibilizzando gli aspiranti borsisti.

Associazione Topica Onlus
Progetto “Tiberino”
L’Associazione Popica è una ONLUS aconfessionale ed apartitica, fondata sui valori dell’antirazzismo e del rispetto verso qualsiasi cultura. Opera nel settore d'intervento sulle problematiche dell'infanzia violata con lo specifico obiettivo di approfondire e affrontare il problema presso le popolazioni dell'Europa Balcanica, sia sul territorio nazionale che estero. In modo particolare, presta attenzione alla drammatica situazione dell'abbandono minorile in Romania.
L’emergenza sociale che vive oggi la città di Roma, rende necessario pianificare un intervento che raggiunga le piú gravi situazioni di disagio sul territorio romano, identificando l’aria ai margini del Tevere come zona ad alto rischio di crisi socio-umanitaria. Il progetto, che partirà nel febbraio 2008, con la collaborazione della Casa dei Diritti Sociali FOCUS, si propone di diffondere la consapevolezza dei propri diritti alle quasi 2.000 persone che vivono in condizioni di assoluto degrado in baraccopoli ai margini del fiume Tevere.
Ci proponiamo di perseguire il nostro scopo attraverso l’utilizzo di un’unità mobile volta a garantire un’assistenza informativa di carattere generale, legale e sanitaria, finalizzata ad intraprendere, con la specifica utenza, grazie anche ai già funzionanti sportelli della Casa dei Diritti Sociali un progetto di vera e concreta integrazione fondata sui diritti e sulla formazione umana e professionale.

Fondazione Sue Ryder Onlus
La Fondazione Sue Ryder Onlus è un’associazione di volontariato che ha avviato la sua attività in Italia su iniziativa di Lady Sue Ryder, nota in gran parte dell’Europa e del Mondo per il suo ruolo instancabile nell’alleviare la sofferenza di malati e disabili di tutte le condizioni.
Inoltre la Fondazione Sue Ryder Onlus offre gratuitamente in tutta la città di Roma, un Servizio di assistenza al lutto per persone che hanno subito una perdita, attraverso accessi domiciliari da parte di personale dedicato, gruppi di mutuo auto-aiuto e centro d’ascolto. Essendo una organizzazione umanitaria, la Fondazione Sue Ryder Onlus per sostenere la sua attività si avvale di una partecipazione alle spese assistenziali fornita dalla ASL RM/B, di offerte da parte di privati e dai proventi di varie iniziative di raccolta fondi. Inoltre, dal 1997 gestisce il “Sue Ryder Shop”, un piccolo negozio nel quartiere San Lorenzo che vende abiti e accessori usati in ottimo stato. Il ricavato della vendita di tutti gli articoli viene interamente devoluto a sostegno dell’attività di assistenza al malato.


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti