Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18474

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA
29 DICEMBRE 2022

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Comunicati Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

CANDIANI SUMMER FEST 2008

di Comunicati Stampa

CANDIANI SUMMER FEST 2008
Con la testa tra le nuvole
giugno / luglio

SPETTACOLI

In collaborazione con il Circolo Culturale Caligola

martedì 1 luglio, ore 21.00
Anthony Braxton & Diamond Curtain Wall Quartet
Mathematical Clouds

Anthony Braxton sassofoni, clarini, elettonica
Taylor Ho Bynum tromba, trombone
Katherine Young fagotto
Mary Halverson chitarra elettrica, effetti

auditorium quarto piano
ingresso: intero 15 euro, ridotto 12 euro
(Candiani Card, Cinema Più, giovani under 18, studenti under 25)

mercoledì 9 luglio, ore 21.00
Florin Niculescu Trio
Nuages
Homage a Stéphane Grappelli (1908-2008)

Florin Niculescu violino
Hugo Lippi chitarra
Fabien Marcoz contrabbasso

auditorium quarto piano
ingresso: intero 13 euro, ridotto 10 euro (Candiani Card, Cinema Più, giovani under 18, studenti under 25)

giovedì 17 luglio, ore 21.00
Danilo Rea
Nuvole
Omaggio a Fabrizio De Andrè

Danilo Rea pianoforte

auditorium quarto piano
ingresso: intero 13 euro, ridotto 10 euro (Candiani Card, Cinema Più, giovani under 18, studenti under 25)

Biglietti in vendita alla biglietteria del Centro Culturale Candiani dal 14 maggio 2008




In collaborazione con Venezia Spettacoli

mercoledì 18 giugno, ore 21.00
Goran Kuzminac
Nuvole straniere
Ovvero la relatività del tempo

venerdì 4 luglio, ore 21.00
Giorgio Conte
Passano le nuvole…

martedì 8 luglio, ore 21.00
Diego Parassole
Nuvole
(io e mio figlio cosa faremo da grandi?)
di Diego Parassole, Riccardo Piferi, Carlo Turati, Marco Del Conte

auditorium quarto piano
ingresso intero 10 euro – ridotto 8 euro (studenti, Candiani Card, Cinema Più)
Biglietti in vendita alla biglietteria del Centro Culturale Candiani dal 14 maggio 2008


In collaborazione Compagnia Teatrale Stabile Studio Insieme

venerdì 6 giugno, ore 21.00
COME NUVOLA, NELLO SPECCHIO FOLLE DELLA NOTTE
Omaggio ad Alda Merini
Drammaturgia e regia di Paola Bruna


auditorium quarto piano
ingresso: intero 7 euro, ridotto 5 euro (Candiani Card, Cinema Più, studenti)

Biglietti in vendita alla biglietteria del Centro Culturale Candiani dal 14 maggio 2008


In collaborazione con l’Associazione Culturale Art Poétique

mercoledì 25 giugno, ore 21.00
PROIEZIONI NEL CIELO
Vaghe forme e mutevoli sogni nella canzone d’autore
In collaborazione con Associazione Culturale Art Poétique

I colori delle nuvole
prima parte

Roberto Nardin voce
Giannantonio Mutto pianoforte

Cosa sono le nuvole? (P.P.Pasolini- D.Modugno), Nuvole barocche (F.De André- C.Stanisci-G.Lario), Nuvole bianche (J.Camisasca), Nuages (D.Reinhardt), L’étranger (C.Baudelaire- L.Ferré), Nuvole (Alice-Tuni-F.Messina), Nuvole straniere (G.Kuzminac), Nuvole rosse (S.Cosentino- Zitello), Messico e nuvole (V.Pallavicini, P.Conte-P.Conte).

Le nuvole
di Fabrizio De André (1990)
seconda parte

Antonella Serà voce
Gianluca Origone chitarra
Edmondo Romano ance

Le nuvole (F.De André - M.Pagani), Ottocento (F.De André - M.Pagani), Don Raffaé (F.De André - M.Bubola), La domenica delle salme (F.De André - M.Pagani), Mégu megun (F.De André - I.Fossati), La nova gelosia (F.De André - I.Fossati), Â çímma (F.De André - Pagani), Monti di mola (F.De André - M.Pagani).


auditorium quarto piano
ingresso: intero 7 euro, ridotto 5 euro (Candiani Card, Cinema Più, studenti)

Biglietti in vendita alla biglietteria del Centro Culturale Candiani dal 14 maggio 2008


ANIMAZIONI
a cura di Chiara Augliera, Carlo Montanaro e La Corte dei Miracoli
I film provengono dall’Archivio Carlo Montanaro

mercoledì 4 giugno, ore 21.00
De’ nuvoli e loro gravità e levità
Proiezione di voli, cieli e fughe tra realtà e finzione dalle origini del cinema
Dreams of the Rarebit Fiend: The Flying House (1921, 11’) di Winsor McCay
Out Bound (1924, 14’) di Harry Edwards
commento musicale dei Quasar

mercoledì 11 giugno, ore 21.00
La stella delle stelle
La lune à un mètre (1898, 3’), L’Éclipse du soleil en pleine lune (1902, 9’), Le voyage dans la Lune (1902, 13’), La conquête du pôle (1912, 18’) di Georges Méliès
commento musicale dei Quasar

giovedì 19 giugno, ore 21.00
Un ragazzo tra le nuvole
Peter Pan (1924, 105’) di Herbert Brenon
commento musicale dei Quasar



ANIMAZIONI
a cura di Annalisa Bruni e Anna Toscano

lunedì 23 giugno, ore 21.00
Nuvole di poesia
Poetry Slam con la partecipazione di poeti locali


giovedì 26 giugno, ore 21.00
L’argine delle nuvole
Un omaggio di Giulio Mozzi a Italo Calvino
a seguire
Nuvole. Reading poetico di Paolo Ruffilli


Osteria La Vida Nova piano terra
Incontri aperti al pubblico
Tutti i giorni di apertura, per pranzo e cena, La Vida Nova propone
Il piatto tra le nuvole, piatto unico con pasticcio di lasagne asparagi verdi, dadolata di ortaggi, “nuvola” di patata e profumo di basilico, polenta e formaggio del Cansiglio
Offerto ad euro 12,50 con bicchiere di vino e litografia in omaggio.


PROIEZIONI

martedì 3 giugno, ore 21.00
Incontro con Paolo Toffolo
a seguire proiezione di Nuvole di vetro (Italia, 2006, 75’) di Lino Toffolo

giovedì 5 giugno, ore 21.00
Il vento fa il suo giro (Italia, 2005, 110’) di Giorgio Diritti

martedì 10 giugno, ore 21.00
Incontro con la regista Marta Gervasutti
a seguire proiezione di Nuvole basse, d’agosto (Italia, 2006, 74’) di Marta Gervasutti

giovedì 12 giugno, ore 21.00
Che cosa sono le nuvole? (ep. di Capriccio all’italiana, 1967, 21’) di Pier Paolo Pasolini
Quattro passi fra le nuvole (Italia, 1942, 87’) di Alessandro Blasetti

lunedì 16 giugno, ore 21.00
Koyaanisqatsi (USA, 1982, 87’) di Godfrey Reggio

venerdì 20 giugno, ore 21.00
Al di là delle nuvole (Italia/Francia/Germania, 1995, 112’) di Michelangelo Antonioni, Wim Wenders

venerdì 27 giugno, ore 21.00
Nuvole in viaggio (Kauas pilvet karkaavat, Finlandia, 1997, 96’) di Aki Kaurismäki

lunedì 30 giugno, ore 21.00
Le pere di Adamo (Danimarca/Francia/Italia, 2007, 86’) di Guido Chiesa

mercoledì 2 luglio, ore 21.00
La nube (Argentina/Francia/Germania/Italia, 1998, 100’) di Fernando Ezequiel Solanas

lunedì 7 luglio, ore 21.00
Giorni e nuvole (Italia, 2007, 116’) di Silvio Soldini

sala conferenze quarto piano
Ingresso riservato ai soci CinemaPiù 2007-2008 (valida sino al 30 giugno 2008) e
CinemaPiù 2008-2009 (valida sino al 30 giugno 2009)
Tessera ordinaria 25 euro, studenti 20 euro
In vendita alla biglietteria del Centro Culturale Candiani
È consigliata la prenotazione.


INCONTRI

mercoledì 4 giugno, 18.00
Damiano Zanocco
Nuvolando
Presentazione dei libri Sulle nuvole. Atlante, meteorologia, volo, Atlante universale delle nuvole e del video Nuvole sprint 1. I generi delle nuvole, come si riconoscono e come si classificano in modo scientifico. Le nubi temporalesche, come si sviluppano i temporali, il loro fascino e il loro pericolo. I colori delle nuvole: proverbi e messaggi sulla meteorologia. Immagini di nuvole che ci ricordano qualcosa di familiare.

Damiano Zanocco, autore di alcune pubblicazioni scientifiche di Entomologia ed Ecologia. Appassionato di fotografia, è da sempre affascinato dai fenomeni meteorologici.
Quando inizia a volare in parapendio esplode la mania per le nuvole che assiduamente fotografa e osserva. Istruttore Regionale di Alpinismo e istruttore di Parapendio, insegna presso la Scuola di volo libero Associazione Sportiva Blue Phoenix Parapendio di Vicenza. Per due anni (dal 2002) ha tenuto una rubrica dedicata alle nubi nella rivista Delta & Parapendio.

martedì 10 giugno, 18.00
Roberto Ferrucci
Cosa cambia, le nuvole
Le nuvole di Genova, dal romanzo Cosa cambia:
È che da quel giorno nemmeno le nuvole hanno più avuto per me lo stesso significato. E anche la nebbia. Perché da quel giorno, nuvole e nebbia, avrebbero evocato per sempre l’odore indescrivibile dei gas lanciati a Genova. No, mica si può descriverlo, quell’odore. Provate solo a immaginare di essere al mare e guardare le nuvole, come facevate da bambini, stesi sulla sabbia, magari dopo il bagno e ogni nuvola, invece di evocare qualcosa di rasserenante, invece di essere la tavolozza che ci hanno insegnato, una volta un volto, una volta un animale, una volta un’altra cosa, sia, al contrario, un morso alla bocca dello stomaco, un groppo acre che vi occlude la gola. Immaginate che sia una nuvola di Genova, la nuvola che state guardando. Nuvole sparate dai fucili, lanciate dagli elicotteri, nuvole velenose, devastanti.

Roberto Ferrucci è nato a Venezia (Marghera) nel 1960. Il suo romanzo Cosa cambia (Marsilio 2007) racconta del G8 di Genova, le ferite ancora aperte e i suoi sentimenti. Insegna Scrittura Creativa all’Università di Padova.

mercoledì 11 giugno, ore 18.00
Massimo Cacciari
Aristofane e Platone
Attualità, originalità, importanza e fortuna critica della commedia Le Nuvole di Aristofane.
A seguire letture scelte dalla commedia di Antonino Varvarà e Francesca D’Este (Associazione Questa Nave/Teatro Aurora di Marghera)

Massimo Cacciari, sindaco di Venezia. Presidente della Fondazione Teatro La Fenice, e vice presidente della Fondazione la Biennale di Venezia. Ha tenuto corsi e conferenze in tutte le principali sedi del dibattito filosofico europeo. Stretto collaboratore dell'Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli e del Collége de Philosophie di Parigi. Ha ricevuto significativi riconoscimenti internazionali. E' stato co-fondatore e co-direttore di alcune delle riviste che hanno segnato il dibattito culturale, politico e filosofico italiano degli ultimi decenni. Ha scritto numerosi libri, molti dei quali tradotti nelle più importanti lingue europee.

lunedì 16 giugno, ore 18.00
Giampiero Bellingeri
L’amore e l’umore di un nuvolo
Le nuvole nella letteratura e poesia turca

Giampiero Bellingeri studiando lingua e letteratura turca a Venezia, è capitato dentro un nugolo di pensieri disposti a triangolo: linee di firmani stesi tra Laguna, Bosforo e Moscovia, da decifrarsi sull’orma di un Nuvolo innamorato che patisce e conferma i decreti grigio-azzurri del cielo.

mercoledì 18 giugno, ore 18.00
Daniele Del Giudice
Volare in nube

Daniele Del Giudice insegna Letteratura italiana all’Università di Venezia (IUAV).
Nel 1983 pubblica il primo romanzo, Lo stadio di Wimbledon, ambientato tra Trieste e Londra, incentrato sulla figura di Roberto Bazlen e sulla sua rinuncia alla scrittura in favore dell’azione nella vita. Seguonio Atlante occidentale, Nel museo di Reims, Staccando l’ombra da terra, Mania. Ha scritto con Marco Paolini I Tigi, Canto per Ustica, spettacolo teatrale e orazione civile sulla tragedia del DC9 Itavia precipitato misteriosamente nel 1980. Ha pubblicato inoltre saggi su Italo Svevo, Sigmund Freud, Thomas Bernhardt, Robert .L. Stevenson, Primo Levi. I suoi libri sono tradotti in sedici lingue e ha ricevuto numerosi riconoscimenti.

venerdì 20 giugno, ore 18.00
Filippo Pedrocco
Tiepolo pittore di cieli e nuvole

Filippo Pedrocco
Direttore del museo del Settecento veneziano di Ca’ Rezzonico, autore delle ultime monografie su Tiepolo.

lunedì 23 giugno, ore 18.00
Riccardo Caldura
Nubi, correnti e pistoni d’aria.
Aspetti della trasformazione nell’opera di Marcel Duchamp

Marcel Duchamp è noto per essere uno degli artisti più controversi e innovativi del XX secolo e la sua influenza non accenna a venir meno. Però le dinamiche interne del suo lavoro sono difficilmente riducibili ad una mera provocazione. La sua formula dell'arte come misura fra hasard e air, merita di essere osservata attraverso lavori, certo meno noti dei ready-mades o degli irriverenti baffi apposti alla Gioconda, ma non meno penetranti per intuizione concettuale e capacità poetica. Vi è una fisica (e un paesaggio) della trasformazione in Duchamp che include i suoi lavori ad olio del 1909-1912 , come ad esempio Corrente d'aria sul melo del Giappone e arriva a definire elementi di grande rilievo nella composizione della sua opera più complessa il Grande Vetro. Come la grande nube/laboratorio di trasformazione che appare nella parte superiore del Vetro, denominata il Dominio della Sposa. In fondo lo stesso titolo originale dell'opera, La Mariée mise à nu par ses célibataires, même (La sposa, messa a nudo dai suoi scapoli anche", si prestava già ad un gioco di parole fra 'nu' (nudo) e 'nue' (nuvola).
La conversazione si propone dunque di scrutare questi aspetti meno evidenti, più sottili, o inframince, del TRANSformatore Duchamp.

Riccardo Caldura insegna Fenomenologia delle arti contemporanee all'Accademia di Belle Arti di Venezia. Si occupa di filosofia dell’arte, estetica, arte contemporanea.
Dal 1989 all’attività di ricerca teorica accosta quella di curatore. Ha collaborato con Peter Waterhouse e Maria Fehringer curando le prime pubblicazioni dell’opera di Biagio Marin in lingua tedesca sia su rivista che in volume. Negli ultimi anni ha lavorato come consulente e curatore con il comune di Venezia organizzando delle mostre. Ha organizzato, sempre in collaborazione con l’amministrazione veneziana progetti fra arte contemporanea, territorio e società civile.

mercoledì 25 giugno, ore 17.00
Luca Mercalli
Nuvole: dalla letteratura alla scienza
Per secoli le nuvole sono state un fondale per la scena umana. Dispensatrici di pioggia, è vero, ma più che altro metafora della vita: da Hesse a Baudelaire, mutevoli, fugaci, ora gaie, ora tempestose. Nubi letterarie. Poi diventano nubi scientifiche con la meteorologia del Novecento e la comprensione dei fenomeni fisici che le generano. E oggi improvvisamente le nubi si trasformano in un traguardo estremamente complesso per la comprensione della dinamica globale. Dalla loro forma ed estensione dipenderà il clima del futuro, saranno l’ago della bilancia del riscaldamento globale.

Luca Mercalli presidente della Società Meteorologica Italiana e direttore della rivista Nimbus. Ricercatore, docente e divulgatore, ha al suo attivo 90 pubblicazioni scientifiche, 700 articoli su quotidiani e riviste, 650 conferenze in Italia e all’estero, 8 libri e varie partecipazioni in programmi TV, tra cui Che tempo che fa (Raitre) e TG Montagne (Raidue).

venerdì 27 giugno, ore 18.00
Giovanni Morelli
Clouds and Clocks
Clouds and Clocks di György Ligeti e la composizione per cento metronomi, le risposte senza domande, ma cronometrate di John Cage nel video di Frank Scheffer.

Giovanni Morelli insegna Musicologia all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Dirige l’Istituto per la Musica della Fondazione Giorgio Cini. E’ membro dei comitati scientifici e/o direttivi di varie Fondazioni, Istituti, riviste e collane. Ha pubblicato studi sul teatro musicale barocco veneziano e di storia della recezione dell’Opera, sul neoclassicismo in musica, edizioni di testi musicali, studi e saggi monografici su Jean-Philippe Rameau, Jean-Jacques Rousseau, Metastasio e sulla musica e i musicisti del Novecento europeo (Nono, Casella, Kurtág, Virgil Thomson & Gertrude Stein, Malipiero e Nino Rota).




lunedì 30 giugno, ore 18.00
Fabrizio Borin
Filmare al di qua delle nuvole
Ovvero: quando due autori con i piedi per terra scrutano il cielo
Parafrasando il titolo del film di Michelangelo Antonioni e Wim Wenders Al di là delle nuvole e rimanendo, per così dire, da questa parte dell’orizzonte mondano, la proposta è quella di verificare le modalità – narrative, visionarie ma anche decisamente simboliche – attraverso le quali due riconosciuti maestri del cinema contemporaneo come il surrealista Luis Buñuel e l’”angosciato” svedese Ingmar Bergman, riescono a dar conto della dialettica terra-nuvole.

Fabrizio Borin insegna Storia e Critica del cinema all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Codirettore della collana Quaderni della Videoteca Pasinetti, ha scritto di cinema polacco, spagnolo, russo, italiano, americano e sul “jewish humour”.

ingresso libero

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti