Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16168

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza prorogata e definitiva al 30 Settembre 2019
 


VII Concorso Letterario CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500



Scadenza
21 ottobre 2019


Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

'oceano del mio Io' di Liliana Arena, recensione a cura di Beppe Costa

di Rassegna Stampa

“L’oceano del mio Io” di Liliana Arena


La struttura della poesia di Liliana Arena diviene racconto di vita, alla maniera di alcuni grandi, affrontando il sé che fa parte dell’altro, quindi di tanti altri che possono ritrovarsi nel “sentire” sofferenze e gioie.
In uno stillicidio di versi artatamente costruiti, spesso perché nulla si ha da dire, e tanto meno da comunicare, la poesia, ovvero righe messe l’una sotto l’altra, fanno pensare ad una quantità di poeti , spesso arrabbiati o delusi, e certamente lo sono per la poesia prodotta.
Sembrerebbe che ciascuno voglia farmi perdonare la propria pochezza nella vita, o di fare un mestiere odioso e, allora, il pubblicare versi, possa salvarlo o, addirittura, renderlo immortale.
Pia illusione! Certamente la poesia è emozione condivisa, far prendere lo stesso dolore all’altro che si ritrova in analoghe situazioni, sofferenze, vita.
Poesia è dono comune di un comune sentire.
La poesia di Liliana Arena ha in sé queste ultime caratteristiche , come un confessarsi, debole e indifesa, agli altri che hanno le identiche debolezze. È questo per me fondamentale, la differenza tra chi “vive” la poesia e chi fa libri e poi si presenta, anche nel biglietto da visita, ridicolmente, “poeta”.
Basti pensare a Baudelaire, Pacheco, Verlaine, Reverdy con scritto vicino: “ Poeta”.
Grandi che ogni giorno imparavano a “vedere” le sofferenze altrui.
Per questo “alto” fra tanti rimane Pessoa e Garcia Lorca.
Liliana Arena è su questa strada e definisce il suo “io”, oceano. Appunto dove ancora scaverà e scoprirà anche più di sé, soffrendo e scrivendo per sé, con la capacità di comunicare con gli altri, in modo semplice, chiaro ed emozionante, come un “poeta”.

Recensione a cura di Beppe Costa, Poesie del 23 Dicembre 2008
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti