Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17318

-




16° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


DEDICATO A... GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

entro il 21 marzo 2021
(Festa dei poeti)
Partecipazione Gratuita!


 

 

Sta per uscire il nuovo attesissimo libro di Giuseppe Aletti

“Da una feritoia osservo parole – 365 rotte per il nuovo giorno”

salito fino al 3° posto nella classifica dei bestseller di Amazon.

Il libro uscirà il 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia.

Il libro più amato da chi scrive poesie, una bussola per un cammino più consapevole.

È prevista una dedica per i primi mille
Con una riflessione di Giuseppe Aletti.

Clicca qui per ordinarlo

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Nicola Guarino - SOLO 'AMORE'

di Aletti Editore

Questa raccolta, frutto di due anni di incostante impegno, nasce due anni or sono e nasce un giorno ben preciso: il 29.12.2007. Presentai in quell’occasione: “Viaggio nel mondo e nei sentimenti di un incallito emigrante” che doveva essere, prima di allora, nelle intenzioni, la mia prima ed ultima esperienza letteraria. Allora, quando già mi chiedevo se quella raccolta di poesie di una vita fosse da considerarsi una parentesi, ecco rianimarsi in me un mondo ricco di consuetudini, abitudini, a volte virtuali ma il più delle volte reali; ricco di sentimenti, di amore e di solitudini, pronto a far nascere ancora storie di emigrazione, di emarginazione, di vita vissuta, passato e presente, attaccamento paterno, amore eterno, in quanto genitore, ma anche figlio; figlio di una terra povera ma generosa.
A questo piccolo paese di cui sono orgoglioso figlio ed ai miei figli di cui sono orgoglioso padre, io ho pensato di non lasciare solo il ricordo di parole parlate, di chiacchiere contro, di tanti BLA, BLA, ma:
………lascerò le lettere scritte
e le mie inedite e ritmate poesie
perché in esse potrete trovare
messaggi d’amore che non v’ho mai spedito.
Allora, per non lasciare niente di intentato e quando l’ispirazione sarebbe stata irrefrenabile e forte da poter ispirare ancora qualcosa da far condividere e da trasmettere, mi promisi di mettere penna in carta per raccontare quello che cuore e mente, inscindibilmente, in un impreciso momento della giornata, sarebbero stati pronti ad offrire.
Sono nati così, via via, i racconti delle paure, delle speranze, delle preoccupazioni che sono attenzioni ed emozioni, raccolti per essere Amore, ma diventati anche soprattutto timorosa paure di SOLITUDINE.
La solitudine inguaribile, inaccettabile, impietosa. Non invincibile.
In un momento particolare della vita, ossia quello che ha chiuso già molte porte e ne spalanca alcune altre che fino a qualche anno fa avevano poca considerazione, i temi offerti sono variamente sofferti, offerti in cambio di una partecipazione alle angosce di ognuno di noi, ma anche spunto di condivisione per chi è solo o pensa solo di esserlo, o lo è veramente e non ha assimilato la profondità del suo nuovo intimo stato filosofico:
Essere SOLO
o solo ESSERE
Una guerra psicologica interiore da combattere sul posto, senza telecomandi, con la presenza e la partecipazione, con l’azione, anche con la disperazione.
In quel dicembre ho sperato che il mio essere emigrante nella testa potesse rinnovarsi per nuove prove, sperimentare, suscitare, rimuovere il torpore di un paese concentrato, negli ultimi anni, più sulla galoppante voglia di protagonismi vigliacchi e beceri che non sulla ricerca delle migliori prospettive comuni da perseguire con tenacia; solidali, partecipate, sane, tendenti, insomma, a farne non solo il luogo dei sopravvissuti del terremoto del 23.11.1980, ma un ben altro posto: ideale, ricercato, decantato, speciale. Quale? Quale non saprei. Direi che occorrerà necessariamente farci delle domande sul paese che vorremmo, ma anche sui teoresi che vorremmo e darci delle risposte. Definitive.
Forse tante cose cambierebbero per tutti; dopo aver completato la ricostruzione fisica del paese occorre quella morale.
Io inseguo un pensiero diverso ed alle tante domande che ho cerco di dare una risposta con il mio contributo d’amore e di solitudine. Piccolo che è.
Perciò è nato SOLO AMORE.

Collana "Gli Emersi - Poesia"
pp.72 €12,00
ISBN 978-88-6498-035-5
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti