Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16282

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza prorogata e definitiva al 30 Settembre 2019
 


VII Concorso Letterario CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500



Scadenza
21 ottobre 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Paola Testaferrata INTERVISTA Lory Costabile, autrice di 'Luna', Aletti Editore ( su Ondanews Web TV )

di Rassegna Stampa

Paola Testaferrata INTERVISTA Lory Costabile, autrice di “Luna”, Aletti Editore
- 21/06/2010

Chiacchierare con Lory è come affacciarsi sui giardini dell’infanzia: ci accolgono Stupore e Curiosità. Due compagni di viaggio che spesso dimentichiamo di portare con noi. Ed è proprio un viaggio che ora intraprenderemo con la Fantasia, guida turistica d’eccezione. Con lo sguardo verso il cielo, ci mostra la Luna. Guardando attentamente ci accorgiamo che è una simpatica extraterrestre. Lory stringe a sé uno zainetto. Cosa ci sarà dentro?


Scrivere testi per bambini fa ritornare un po' alla propria infanzia?
Sì, penso che il nostro essere bambini non passi mai. Anche se la nostra infanzia è ormai passata da anni,i nostri sentimenti,la nostra fantasia, quelli restano sempre; fanno sempre parte di noi, del nostro modo di essere. Poi, crescendo si può modificare il nostro carattere per le varie vicissitudini della vita, ma il bambino, la bambina che eravamo fa sempre parte di noi.

C'è un evento della tua infanzia che ritorna nei tuoi scritti?
Sì, credevo e credo tuttora negli Extraterrestri. Era un mio desiderio poterli conoscere e a dirla tutta, io e la mia migliore amica d’infanzia fantasticavamo sull'essere figli di extraterrestri venuti sulla Terra per conoscere i terrestri e il loro modo di essere. Tutta la nostra infanzia è stata basata su questa convinzione ed ora vi dico anche una cosa: avevamo perfino uno zainetto pronto in attesa che i nostri genitori extraterrestri prima o poi venissero con la loro astronave a recuperarci! E quante volte ci perdevamo nei nostri sogni a fissare il cielo in attesa di un loro segnale. E ogni nuvola aveva una forma che ricordava le navicelle spaziali! Ora, quando ci ricordiamo di queste nostre fantasie, ci ridiamo su, ma il fatto di credere che esistano esseri superiori a noi per intelligenza e tecnologia è un pensiero che non ci ha mai abbandonato.

Cosa rappresenta la "luna" per te?
La Luna per me rappresenta un posto magico, romantico e l’associo alla dolcezza e, perché no, anche all’estrosità. Io mi sento un po’ “figlia della Luna” in effetti, perché ho un po’ di tutto questo nel mio carattere. E poi la Luna, come si sa, influenza molto la Terra e anche i suoi abitanti e quindi chissà se davvero l’origine di tutto non sia proprio lì, su questo dolce satellite e la verità e le risposte alle tante domande che ci poniamo sull’universo non siano che a pochi passi da noi. In effetti, praticamente la Luna è sempre stata lì a vegliare su di noi, nel vero senso della parola.

Cosa pensi che manchi nell'infanzia dei bambini di oggi?
Nell’infanzia dei bambini di oggi penso che manchi la dolcezza, perché i cartoni animati di oggi sono per lo più violenti e comunque basati sulla forza delle armi o sulla forza in genere vista in modo aggressivo. Invece, secondo me, la vera forza si ha nell’essere sensibili e nella forza dell’amore, nell’altruismo e nell’amicizia. E solo i bambini che hanno adulti accanto che li guidano verso questi valori, si salvano dall’arroganza e dalla prepotenza che il mondo di oggi dà come messaggio principale.

I giochi tecnologici rovinano la fantasia dei bambini?
No, non tutti i giochi tecnologici rovinano la fantasia del bambino. Anzi è giusto che il bambino sia aperto alla tecnologia. Secondo me, è importante alla crescita del bimbo sia la tecnologia sana che i giochi fatti all’aria aperta con altri bimbi. Devono coincidere le due cose. Visto che il mondo avanza, è bello saperne di più riguardo al mondo tecnologico, ma è anche bello conservare la fantasia e condividerla con altri. Dovrebbero essere sempre gli adulti a trasmettere, appunto, le loro fantasie di adolescenti ai loro figli o nipoti; dovrebbe essere come una tradizione che si mantiene e che fa rivivere ogni volta la magia dei giochi che da sempre unisce piccoli e grandi.

Quanto è importante per un adulto conservare un angolino "magico" nella propria vita?
Come ho appena risposto, è importantissimo che un adulto conservi un angolino “magico” nella propria vita, prima di tutto per se stesso, perché lo aiuti ad affrontare le avversità che spesso la vita mette davanti e poi anche perché può trasmettere questi valori a chi la fantasia inizia a coltivarla come appunto i bambini. Insomma, come sostengo sempre io, il nostro Peter Pan deve essere sempre presente in ognuno di noi, guai se lo abbandonassimo. Il mondo sarebbe privo di colori e senza alcun entusiasmo.

Cosa ami dell'infanzia a cui ti rivolgi con il tuo libro?
La spensieratezza e la “magia” delle favole e soprattutto quei valori e quella morale che Luna, la protagonista del mio libro, cerca di trasmettere ai bimbi che la vanno a trovare nella sua libreria “Nell’Angolo delle Meraviglie”.

La libreria è un altro luogo “magico”. Come stimolare un bambino ed indurlo a leggere?
Con la musica e le canzoni si può stimolare la fantasia e la voglia di leggere dei bambini, come anche con le favole e con le poesie. Il compito, scusate se mi ripeto, anche qui è dell’adulto che deve cercare di attirare l’attenzione del bimbo, raccontando storie o recitando poesie e mimando con il tono della voce quello che sta leggendo, così che il bimbo quasi viva quelle emozioni che l’adulto gli legge e poi, soprattutto, deve essere pronto alle sue domande, soddisfacendo le sue curiosità su quello che gli viene raccontato. I bambini, se fin da piccoli sono abituati ad ascoltare un racconto prima della nanna o comunque in qualsiasi momento della loro giornata, diventando adolescenti e poi adulti a loro volta, si accorgeranno che la lettura è parte della loro cultura e della loro curiosità sempre in crescita. Sì, perché ritengo che la curiosità sia sempre in crescita in ognuno di noi anche se si è adulti ed è verissimo il detto che “non si finisce mai di imparare”.

Di cosa tratta il tuo racconto “Luna”?
Nel libro scrivo di una extraterrestre Luna che viene sulla Terra con sembianze umane, si camuffa tra i terrestri come scrittrice e cerca di salvare il pianeta Terra dall'amoralità e negatività che il pianeta vive.

Il personaggio "Luna" cosa rappresenta?
Il personaggio “Luna” rappresenta l’Essere perfetto e intelligente che io sostengo esista come Essere extraterrestre, appunto, visto che ancora l’uomo terrestre, invece, non ha raggiunto quel grado di superiorità morale o quant’altro di positivo, perché ancora ancorato al potere e al materialismo.

Stai scrivendo qualcos'altro per i bambini?
In pentola bolle qualcosa, ma ancora sto inserendo ingredienti e quindi ho bisogno di tempo per realizzare un gustoso pranzetto per i miei piccoli amici della fantasia.


Lory è incantata a sognare un mondo pulito e fantastico. La lasciamo così, in compagnia della Fantasia. Approfitto di ciò e salutandola, mi avvicino incuriosita allo zainetto che porta con sé da quand’era bambina, quando era in attesa che gli extraterrestri venissero sulla Terra. Cosa ci sarà dentro? Lo apro. Ops… nessuna polvere magica! Vi sono alcuni fumetti di Topolino, dei pupazzi di plastica e di peluches, una torcia ed una copertina. Una torcia ed una copertina? Lory si accorge del mio gesto e mi spiega che quegli oggetti sono la ricchezza di quell’età, quello da cui non potersi distaccare. Quand’era bambina aspettava gli extraterrestri con una sua amica: “Non portavamo soldi o chissà quale valore, ma i nostri valori erano quegli oggetti che ci rassicuravano che la nostra fantasia ci seguisse”. In realtà questi oggetti ci servono ancora e sono realmente magici. I fumetti rappresentano i libri; i pupazzi ed i peluches sono i nostri compagni capaci di ascoltare; la torcia e la copertina sono gli attrezzi con cui la Fantasia fa luce sulla nostra vita e ci riscalda nei momenti più freddi. Forse, non serviranno per accogliere un extraterrestre, ma ci aiuteranno a guardare la vita con occhi diversi ed a sognare, guardando la Luna.


NOTE SULL’AUTRICE
Loredana Italia Costabile è nata a Lamezia Terme, dove ha compiuto gli studi classici. Nel 2001 ha partecipato come volontaria presso Interfaith AIDS Brotherhood Center in Danbury (U.S.A.). Ha lavorato a Milano ed a Santa Maria di Catanzaro. Ha collaborato alla stesura del libro “Tutto sul fumo... i bambini raccontano”, distribuito con la “Gazzetta del Sud”. Scrive racconti e poesie per bambini. “LUNA”, Aletti Editore, è la sua opera prima.



Fonte: Onda News Web TV
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti