Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

GIOVANNINI: DENTRO IL CAMPO RUGBYSTA, FUORI POETA ( Comunicato stampa )

di Rassegna Stampa

A. S. D. IMOLA RUGBY
Via S. D’Acquisto, 3
40026 Imola (Bo)
Tel. 0542 22108



GIOVANNINI: DENTRO IL CAMPO RUGBYSTA, FUORI POETA
Dopo una vita passata tra i campi di rugby affida le emozioni al suo talento poetico.

I rugbysti sanno anche scrivere... Potrebbe sembrare una barzelletta ma invece è una sorprendente e fantastica novità. Giovedì sera al bar Bologna, Davide Giovannini -rugbysta imolese, colonna portante della squadra old- ha presentato la sua seconda raccolta di poesie “Senza Rete”, che prosegue il lavoro iniziato con “Notte di vento” entrambe edite da Aletti.
Nella presentazione è stato affiancato dalla professoressa Fabrizia Fiumi, che più volte ha sottolineato l’enorme espressività, figuratività e ricercatezza dei versi del poeta imolese.
Le muse ispiratrici di Davide sono la propria vita, la natura ed i figli, che lo portano a scrivere poesie che rispecchiano la propria esistenza, ma che il lettore deve interpretare personalmente.

Durante la presentazione numerose poesie sono state intepretate dalle voci di Giorgio Bartolotti e di Lucia Ricalzone. A creare un’atmosfera ancora più emozionante ci ha pensato Alessandro Ambrosini con la chitarra acustica.

Giovanni Sarti / mauromonti.com





otta, instancabile lotta, e amore, inarrestabile amore. Intrecciati, non necessariamente uno conseguente all'altro, questi stati d'animo affiorano nei versi di "Senza rete", in cui ci si incammina seguendo il sentiero iniziato con "Notte di vento". È un privilegio conoscere i luoghi dove nascono le poesie di Davide Giovannini, e non solo perché è lieve il ricordo del vento che porta colore e profumo di lavanda lungo la valle del Senio: è anche il mezzo più efficace - seppure non unico - per lasciarsi cadere senza paura nel suo universo, nella cupezza sorda delle sue liriche. Si precipita attraversando sensazioni struggenti, amaramente note, condivise. Abbandonandosi, inevitabilmente troviamo - o ritroviamo, se l'avevamo smarrita - la forza per ripercorrere angosce che segnano la nostra vita, la vita di tutti. Al tempo stesso, però, mentre la gravità del dramma ci appare impossibile da affievolire nonostante la resistenza che le opponiamo, nelle parole di "Senza rete" si affaccia con forza l'immenso amore per i mondi e per le persone che Giovannini abita e incontra. Viene in mente Rainer Maria Rilke, quando sostiene l'obbligo per l'artista di amare il mondo per poter creare la propria opera, soprattutto quella letteraria. E' proibito astrarsi, anche se la voglia di fuggire la tristezza sembra reclamarlo con avidità. Così, la profonda asprezza di questi versi diviene un involucro che, per quanto spesso e roccioso, attende solo di aprirsi per rivelare infinite passioni e dolcezze. Per approdare al bene, al bello, allo spirito. Alla speranza. Servono fatica, sudore e lacrime - la lotta - per abbattere gli ostacoli, per squarciare quell'involucro che Giovannini fronteggia nelle lunghe e silenziose notti nere, nelle tempeste del cielo di Casola Valsenio, nelle mareggiate invernali, nelle pause della propria esistenza, ma poi, verso dopo verso, immagine dopo immagine, emerge potente l'amore di una favola raccontata al figlio, di un abbraccio tanto cercato con l'amata, di un frutto che finalmente matura dopo una stagione di attese e di lavoro, di una collina che dopo l'inverno più crudo diviene verde di grano e striata di lavanda.


COLLANA
"Gli Emersi - Poesia"
PAGINE
60
€ 12,00
ISBN
978-88-6498-451-3
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti