Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15534

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Presentazioni Aletti
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Giovanna Politi presenta - La voce del ventre -

di Presentazioni Aletti

Giovanna Politi presenta

-La voce del ventre-
(Aletti Editore)

giovedi 14 aprile

h.18.30

presso Salento Showroom (Lecce)




La Voce del ventre è il racconto di un “sentire” esplorato nelle sue diverse manifestazioni: dalle infinite sfumature affettive della percezione sensoriale alla vicenda degli stati d’animo, dagli umori alle emozioni, dai sentimenti alle passioni. Libera da ogni metrica, come la vibrazione di un suono profondo, questa raccolta esprimere la verità di ciò che vuole trasmettere attraverso l’incarnazione della poesia nel corpo stesso dell’autrice.
Sono infatti soprattutto le sensazioni del corpo a descrivere la scoperta di un’alterità in ciò che appare più prossimo e scontato. L’amore, gli affetti, la solitudine, la passione, la femminilità sono spesso scoperti con i cinque sensi, sempre pronti a cogliere le vibrazioni tra coscienza e mondo.
Ma se la prima caratteristica di questi scritti è la bella descrizione sensoriale, la seconda è quella di trattare con stile i temi di un’esistenza vissuta con grande intensità. Raccolti nell’arco di tempo di due decenni, i brani sembrano scandire il tempo di una vita intensa, dolorosa, felice. Per questo motivo, la poetica di Giovanna Politi dà la sensazione di essere vera, dove la verità, com’è qui intesa, non può essere detta ma solo mostrata. E così, alla fine, ne vien fuori una poesia che prima accarezza, con la sua attenzione ai sensi, e poi lascia il segno dentro, con una chiusura forte, delegata di solito alle ultime graffianti parole conclusive. Infine, tra i luoghi abitati dalle suggestioni dell’autrice, è il mare a regalare le più profonde introspezioni: nelle parole di Solitudine, tra il rumore delle onde, ognuno può ritrovare un po’ di se stesso. E qui, ad esempio, tra l’empatia suscitata da quelle righe che La Voce del ventre può diventare un canto.

Antonio Alemanno dalla Prefazione
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti