Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 16960

-



Premio internazionale
IL FEDERICIANO XII


Presidente di giuria
Giuseppe Aletti, Dato Magradze,
REDDAD CHERRATI.

SCADENZA PROROGATA
14 settembre 2020

 


TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano

 

*******************************

XVII Concorso di Poesia d'Amore inedita
"TRA UN FIORE COLTO E L'ALTRO DONATO"

Lascia una testimonianza dei tuoi sentimenti.




Entro il 21 Settembre 2020
Partecipazione Gratuita!

*******************************

L'VIII Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

Al vincitore una borsa di studio del valore di euro 3.500.

Ai primi 10 classificati saranno assegnati trofei e targhe personalizzate.





 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Anselmo Testi - Questa fragile lingua di sole

di Aletti Editore

Anselmo Testi, nato a Castel Madama nel 1938, vive a Roma.
Nel 2006 si è classificato primo e secondo nell'VIII edizione del "Premio Arte Marcantonio Sabellico" e, sempre per la poesia, è risultato finalista al premio "Fabrizio De André" del 2007.
Tra le sue precedenti pubblicazioni si menzionano:
"Frangiflutto" (1968), "Dita Aperte" (1975), "Se Dio fosse le mie mani" (1983), "La terra giovane" (1985), "L'incertezza dei sassi ondulanti" (1990) e "La casa nell'uliveto" (1995).

Nelle sue raccolte l'autore fa riferimento in più di cento poesie alle mani che, "nella loro gestualità intriseca, rappresentano la simbolica mediazione tra l'umano e il divino".

Riguardo ad una delle sue prime opere, Francesco Grisi scrisse: "Vi è la grande tentazione di abbracciare le cose e insieme la grande paura che tutto possa essere soltanto desolazione."

Oggi, dopo tanti anni, l'autore in questa "Questa fragile lingua di sole", proprio grazie all'assonanza della memoria, recupera un'ipotesi di vita.



Dalla silloge, riportiamo il seguente componimento:

NON HO ORIENTE

Questa fragile lingua di sole
che mi secca gli occhi…
Non ho Oriente
né l'istinto per cercarti
come le labbra
il capezzolo sicuro della madre,
né l'approdo della parola
divenuta esangue
per ancorare il mio nome ad un'ipotesi.


Collana "Gli Emersi - Poesia"
pp.68 €12,00
ISBN 978-88-6498-664-9

Continua a seguirci su facebook al seguente link:
http://www.facebook.com/alettieditore
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti