Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 18577

-



VIII Premio Internazionale Salvatore Quasimodo.

Premio Nobel per la Letteratura.


SCADENZA DEFINITIVA
28 FEBBRAIO 2023

 


 

 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Narrativa
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Un pensiero, un libro: EMARGINAZIONE – ( Da “Fiori per Algernon” di Daniel Keyes )

di Narrativa

«Avevo nascosto a me stesso l’immagine del vecchio Charlie Gordon perché ormai ero diventato intelligente e non volevo ricordare la mia condizione passata.
Ma oggi, guardando quel ragazzo, ho capito per la prima volta che cosa ero stato. Ero esattamente come lui!
Solo poco tempo fa ho scoperto che la gente rideva di me. Ora capisco che, senza saperlo, mi univo a loro per ridere di me stesso. Questo soprattutto mi fa male.
Ho spesso riletto i miei resoconti e ho visto l’ignoranza, l’ingenuità infantile, la fioca intelligenza di quel me stesso che in una stanza buia guardava dal buco della serratura la luce radiosa del mondo di fuori. Capisco che, pur nella mia stupidità, mi rendevo conto di essere inferiore, e che gli altri possedevano qualcosa che a me mancava - qualcosa che a me era negata. Nella mia cecità mentale credevo che questo qualcosa fosse connesso con la capacità di leggere e scrivere, ed ero certo che, se fossi riuscito ad acquisire quella capacità, avrei acquisito automaticamente anche l’intelligenza.
Anche un deficiente sente il bisogno di essere come gli altri.
Un bambino può non sapere come nutrirsi o di che cibo, e tuttavia sa che cos’è la fame.
Quello, dunque, ero io. Non l’avevo capito. Nonostante le doti intellettuali di cui ora dispongo, non l’avevo mai capito veramente».


«Flowers for Algernon» (Fiori per Algernon) è un racconto di fantascienza di Daniel Keyes, che ci presenta il diario di un ritardato mentale - Charlie Gordon - il quale viene sottoposto a una serie di esperimenti - precedentemente eseguiti su un topo, Algernon, appunto - che dovrebbero migliorare le sue capacità intellettive, e dopo l'operazione alla testa ottiene un progressivo miglioramento nel linguaggio e nella grammatica. Charlie è migliorato nell'intelligenza, ma il suo rapporto col mondo è ancora quello di un emarginato: le persone che prima lo schernivano perché stupido e indifeso, ora lo evitano perché temono ciò che è diventato. Charlie, che desidera soltanto essere una persona normale, come tutti, esprime l’amarezza e la desolazione per un mondo che continua a non accettarlo. Ed ora che ne è pienamente consapevole, il dolore è insopportabile.


Diventa nostro amico su facebook
www.facebook.com/paroleinfuga.it

Seguici su twitter
www.twitter.com/paroleinfuga
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti