Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Presentazioni Aletti
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

Villorba di Treviso, 20 aprile 2012 - MARIA PASHIANTI SCALZO presenta il romanzo «Anna: L'ULTIMA STAZIONE» ( Aletti Editore )

di Presentazioni Aletti

Venerdì 20 aprile 2012
ore 18.30
presso il Centro Biblioteche LIBRERIE LOVAT di Villorba di Treviso

MARIA PASHIANTI SCALZO presenta il romanzo «Anna: L'ULTIMA STAZIONE» (Aletti Editore, 2012)

Dialoga con l'autrice lo scrittore e giornalista ALESSANDRO VALENTI della TRIBUNA DI TREVISO.

IL ROMANZO - La vita è un sogno o il sogno è vita? Dov’è la soglia, tra un mondo e l’altro? Anna: L’ultima stazione è il racconto di un viaggio, della migrazione da questa dimensione conosciuta a una dimensione ignota, senza spazio e senza tempo. Di un’andata e di un possibile ritorno. Sospesa tra la vita e la morte, la giovane Anna, un’adolescente che vive in una piccola cittadina del nord-est, coglie l’occasione di completare la propria crescita affettiva incontrando i personaggi delle sue radici, che affondano in un paesino della Calabria. Il sogno ha come sfondo l’epoca antica dei primi treni a cremagliera. A conclusione di questo viaggio a ritroso nel tempo, la scelta: quale sarà l’ultima stazione? Testimone della vicenda è Giuseppe, un infermiere del reparto di rianimazione, che si sente particolarmente coinvolto dalla storia di questo passaggio.

NOTE SULL’AUTRICE - Maria Pashianti Scalzo è laureata in Lettere Moderne e attualmente insegna Italiano e Storia in un istituto superiore, a Conegliano (Tv). Dal 2003 ha intrapreso un lungo e difficile percorso di Trasformazione attraverso la meditazione, secondo gli insegnamenti di Osho Shree Rajneesh e con la guida di Azima Rosciano, scegliendo di diventare Sannyasin, ovvero ricercatrice spirituale, con il nome iniziatico di Ma Advaita Pashianti, che in sanscrito significa «Chiara Visione dell’ultimo Stato di Coscienza». Si interessa inoltre di acustica e di terapie naturali.
La «Scrittura» costituisce uno strumento significativo di conoscenza e di trasformazione del Sé e del mondo. In questo senso, il suo cammino procede proprio attraverso le parole per raggiungere quel Divino Silenzio in cui ogni suono rivela la propria autentica natura (Shabda). Nel luglio del 2007 è stata pubblicata la sua prima raccolta di poesie, I Canti del Tantra, con il Filo, e nell’aprile del 2009 Il Tantra quotidiano, finalista al Premio Carver, con la casa editrice Aletti. Il romanzo Olio è stato pubblicato nell’aprile 2010, sempre dalla casa editrice Aletti.


Diventa nostro amico su facebook
http://www.facebook.com/alettieditore

Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti