Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15896

-



Edizione Straordinaria
per le celebrazioni del 60° Anniversario dell'assegnazione
del Premio Nobel per la Letteratura.

V Premio Internazionale
Salvatore Quasimodo

Scadenza
3 Giugno 2019
 


 

VI Concorso Letterario

CET SCUOLA AUTORI DI MOGOL

PRESIDENTE DI GIURIA MOGOL

SCADENZA PROROGATA E DEFINITIVA AL
5 APRILE 2019

 



PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI GAZZÈ E ALETTI
A TORINO SABATO 4 E DOMENICA 5 MAGGIO 2019


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

2° posto per Vera Marcolini con «Poesie per un giorno o forse pił» ( Aletti Editore ) al premio Sacra Famiglia di Cesano Boscone

di Rassegna Stampa

2° posto per Vera Marcolini con «Poesie per un giorno o forse più» (Aletti Editore) al premio Sacra Famiglia di Cesano Boscone

Il libro ha ottenuto, inoltre, la menzione al premio Scriviamoinsieme di Roma


***

«POESIE PER UN GIORNO O FORSE PIÙ»

È un lento ripercorrere i sentieri dell'anima, questo nuovo incontro poetico di Vera Marcolini, a ritroso nel tempo e fra sogni che ancora galleggiano nella memoria come relitti di un impossibile naufragio. Un antidoto, anche, al grigio immalinconirsi del vivere che frustra ogni giorno le attese nel silenzio esasperante di ciò che è o sembra troppo lontano per poter essere raggiunto anche solo con l'immaginazione.
Così, il riappropriarsi di squarci d'attesa, di forti e materiche cromie, di lame di luce che recidono gomène di insignificanti approdi, diviene - per l'autrice - una sorta d'avventura percepita al di là di ogni disillusione e in grado di offrire un sia pur breve, ma appassionante orizzonte.
Il segno, inoltre, di un'acculturata espressività definisce le connotazioni ora più estese, talvolta singulte e brevi, di un linguaggio che scandisce i suoi versi in toni che cercano anche inconsciamente di nascondere, ma via via - invece - disvelano, una profonda, inesausta passionalità.
Non sono pochi neppure quei passaggi attraverso i quali l'autrice attua una sorta di auto introspezione psicologica in virtù della quale riscopre gratificanti ragioni dell'essere in grado di giustificare, di fronte a se stessa e in un rimando speculare in cui le immagini non sempre appaiono uguali, il turbinoso fluire degli anni nelle diverse, contrastanti motivazioni dell'“io” e nell'attestazione di ciò che malgrado ogni sconfitta resta comunque un distinguo fra il rimanere se stessa e il semplice, più facile lasciarsi vivere.
Delicate incisioni lessicali tratteggiano emozioni dissepolte e accattivanti illusioni attorno alle quali, tuttavia, continuano ad aggirarsi i fantasmi di ciò che non è stato e si scolpiscono cicatrici affioranti dai tumuli dell'aridità e del disamore.
L'insieme dei versi, la cifra che con lo scorrere delle pagine si arricchisce di evidenze e segreti, conferiscono infine alla raccolta un senso compiuto che il gioco di assunti e di rimandi sottrae alla frammentarietà dei diversi momenti creativi. Cosicché ogni lirica attraversa comunque, anche nelle accentuazioni irrazionali di ciò che rimane della sua storia, quel confine che conduce ai luoghi che nessuno potrà più riuscire a violare o a contaminare, malgrado tutto. (Giulio Panzani)


Diventa nostro amico su facebook
http://www.facebook.com/alettieditore

Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci Nuova Notizia

Nessuna notizia inserita

Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.