Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

La poesia a Rocca Imperiale canta Eugenio Bennato Articolo di Carlo Infante per Affaritaliani

di Rassegna Stampa

Confluenza di versi a Rocca Imperiale, nell’Alto Jonio cosentino, dove torna il 4° Concorso Internazionale di Poesia Inedita “Il Federiciano” (patrocinato dal Comune ed indetto dall’editore rocchese, ma romano d’adozione, Giuseppe Aletti).
La prestigiosa sfida quest’anno è stata vinta da Stefano Baldinu, di San Pietro in Casale (Bologna) con l’opera “Gabbiani”, e da Raffaella Montecuollo, di Caserta, con “Viola” (lirica contro la violenza sulle donne). I due hanno avuto la meglio su bardi d’ogni regione, oltre che svizzeri, tedeschi, inglesi e canadesi.
Ospite d’onore il cantautore napoletano Eugenio Bennato con alcune sue canzoni: “Questione meridionale”, “Che il Mediterraneo sia” e “Brigante se more”; e che dopo il concerto ha svelato la stele di ceramica maiolicata, su cui è impresso il testo della struggente “Brigante se more”. Nella stessa piazza, è stata svelata la stele afferente alla lirica di Federico García Lorca, “Le sei corde” (dedicata a Bennato ed alla sua chitarra).

Svelate, anche, le stele dedicate alle poesie vincitrici, ed a quelle di Giacomo Leopardi (“L’Infinito”), Giosuè Carducci (“Virgilio”) ed Ugo Foscolo (“Alla sera”). Ora sono venti le stele che impreziosiscono il borgo medievale (con liriche di Mario Luzi, Alda Merini, Dacia Maraini, Manlio Sgalambro, Lawrence Ferlinghetti ed altri).
La due giorni poetica si è conclusa con l’attesa “estemporanea”. Mentre in serata, nella Sala Consiliare, la poetessa vincitrice, Ausilia Minasi, di Lecco (ma di origini calabresi e siciliane), ha declamato la sua “Vucca amara” (Bocca amara). Anche stavolta, centinaia i poeti giunti da tutta Italia, per la gioia del sindaco, Ferdinando Di Leo e dell’editore Aletti (che, ovviamente, ha curato l’antologia).
In maggio a Torino, il Comune di Rocca Imperiale ed “Il Federiciano”, saranno ospiti del Salone Internazionale del Libro.

Martedì, 11 dicembre 2012 - 15:42:00



Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore

Diventa nostro amico su facebook
www.facebook.com/alettieditore


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti