Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

L'Autore del mese: Maria Luisa Mazzarini, “ FUGA IN GONNADI FARFALLE” ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

Mercoledì 17 aprile 2013
Recensione del poeta Emilio Red Mercatili

Carissimi lettori, mi è gradito presentarvi una poetessa contemporanea, Maria Luisa Mazzarini di Loreto Aprutino (PE), attraverso la sua raccolta di poesie dal titolo “Fuga in gonna di farfalle” (Aletti Editore -anno 2012-).

Poter descrivere l’amica Maria Luisa non è solo un onore “intellettuale” per chi scrive, ma l’istanza di una dolce narrazione introspettiva, laddove sensibilità ed amore contribuiscono a concretizzare lo spaccato di un vero universo trasversale rispetto le logiche perfette ed integrali della nostra umana esistenza.

La sua poesia viene vissuta come un senso di ampia libertà… un rifugio, una carezza dell’anima, un'isola confortevole dove l'approdo è vissuto attraverso l’intimo condividere espresso in versi in modo onirico, semplice e talvolta sofferto.

“Profumato di mimosa / il mio cuore d’albero / dai rami vestiti di voli...”


“Con un fiore / libera amore / dalla rabbia del tempo…”


La raccolta in questione, utilizzando un aforisma, viene vista come una grande finestra vitale, emotiva,…una finestra perennemente aperta dentro il cuore di chi scrive, lampi di felicità che la natura e la quotidianità stessa incidono nell’animo della poetessa fino ad oltrepassare la soglia del malessere sia individuale che cosmico della propria realtà umana e vitale.

"Sulle nuvole / cammino / con cuore / di donna..."


"Ho sempre sognato / tu baciassi / con labbra carnose / e accarezzassi / con le lunghe dita / delle tue mani…"


Immagini e pensieri, colori e profumi, corrono veloci… soprattutto nei sogni e nei ricordi che riaffiorano da un passato non troppo remoto, una miscela ottimale che cesella tutto l’essere poetico di Maria Luisa, laddove il "sospiro antropologico" diviene “hebel”, cioè: vento, soffio, carezze, amore, silenzi rarefatti, sogni che si infrangano all’alba, gocce che evaporano, effimere passioni.

“Tra odore / di castagne / e vino di passione. / E sentire / sangue pulsante / bruciar / la prima neve…”

Insomma liriche ben centellinate, delicate ma incisive, alcune delle quali ermetiche, che utilizzano uno stile diretto, a tratti simbolico… ma sempre coinvolgenti, fissate nella memoria giusto per il tempo necessario a far spazio a nuovi pensieri, a nuove visioni affettive, a nuove solitudini, alla speranza non ancora sconfitta di una futura rinnovata felicità.


Per concludere vorrei sottolineare che la poesia di Maria Luisa Mazzarini è sempre alla ricerca di un soggetto emotivo appagante, la stessa è costantemente in linea, perfettamente in simbiosi con il proprio vivere quotidiano; oserei definirla “l’espansione di un sogno” una forza interiore che si sviluppa in una concezione vitale dove la poesia non è leggenda bensì il movimento costante dell’intero essere vivente capace di raggiungere frammenti di pura ontologia e di etica umana senz’alcuna retorica ai contenuti stessi… parafrasando un vecchio ed antico aforisma di Henry D. Thoreau lo stesso diceva “Andate fiduciosi nella direzione dei vostri sogni, vivete la vita che avete sempre immaginato.”

Dalla sua raccolta ho scelto per voi queste tre poesie:


VENEZIA SOGNA

Venezia sogna
nel suo paesaggio
di fiaba,

col mare ei colombi
nelle piazze,

la poesia sotto la luna
e i suoi tesori d'arte.

Venezia soffre
con le case
nell'acqua e gli atri bui,
i suoi muschi malati
e infidi

Venezia sospira,
anch'io,

in una sua inquieta
maschera magica,

di mistero.


DESTINO

Fa capolino la luna
dietro un manto di tenebre.

Eccola,
di nuovo rifulge.

Mi rammenta
il mio destino di nuvola.


CON UN FIORE

Con un fiore

libera
AMORE

dalla rabbia
del tempo

innocente

una conchiglia
fossile.



Diventa nostro amico su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti