Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

1/12/13, Albinea: Presentazione del libro “Gocce di Emozione” ( Aletti Editore ) di Flavia Gerenzani. L'Ufficio Stampa del Comune ha intervistato l'autrice.

di Rassegna Stampa

Domenica 1 Dicembre ad Albinea: Presentazione del libro “Gocce di Emozione” (Aletti Editore) di Flavia Gerenzani.

Di seguito, INTERVISTA ALL’AUTRICE DELL'UFFICIO STAMPA DEL COMUNE DI ALBINEA


I pomeriggi culturali, ad Albinea, si susseguono senza soluzione di continuità, per offrire al pubblico un vasto campionario di proposte tra cui scegliere.
Domenica 1 Dicembre – Sala Civica ore 16.30 – la poesia sarà protagonista con la presentazione a cura di Emanuela Morini Ognibene del libro “Gocce di Emozione” (Aletti Editore) di Flavia Gerenzani.
Parlare di emozioni è un processo difficile, perché non sono tangibili, sono esperibili da chi le vive, sono una condizione che appartiene al nostro essere vivi, derivano dal contatto fisico, psichico o mentale con il mondo esterno. Quando si parla di emozioni lo si fa con emozione, e le due sensazioni si mescolano e diventano un dono prezioso per chi vuole ascoltare.
In “Gocce di Emozione”, Flavia Gerenzani riesce a dare alle emozioni una dimensione di grande impatto, utilizzando il linguaggio poetico in modo semplice e diretto. Ne traspare una forte intelligenza emotiva, guidata da un grande equilibrio.
Per conoscere meglio le motivazioni che hanno spinto l’Autrice a condividere con il pubblico il suo sentire più intimo, quello della vita interiore.

Domanda: È indubbio che molte poesie siano dedicate a sua madre, gli “Occhi di giada”, il sorriso, la bellezza fisica sono caratteri che si tramutano, in lei che osserva, in emozioni. Cosa vuole dirci di lei?

Risposta: La caratteristica di mia madre che maggiormente emergeva e che continua ad emergere è la bellezza interiore, che non voglio ricondurre semplicemente al carattere o ai sentimenti; l’interiorità è in qualche modo oltre, è bellezza dell’anima.
Testimone di questa dimensione che attraversa l’uomo è la poesia, attraverso la quale è più facile cogliere lo spessore della bellezza interiore. Se infatti è vero che l’interiorità è un dono di tutti, è altrettanto vero che sono i contemplativi coloro che vi s’immergono più profondamente, che l’ascoltano porgendo verso di essa l’orecchio del cuore.
Nella poesia riesco ad esprimere in modo perfetto quanto di più bello vi era in mia madre, quanto di più profondo lei mi ha trasmesso.

Domanda: Il dolore compare in qualche lirica, discreto e sempre temperato dalla speranza della rinascita. Un approccio vagamente fatalistico e, allo stesso tempo, ricco di concretezza e di fiducia.
È così che vede la vita?

Risposta: Sì, così vedo e vivo la vita.
«Trasformare in versi le mie emozioni per me è un’esigenza, è un modo per rendere indelebile un’emozione, per restituirla assolutamente immutabile in una sorta di eternità senza tempo».
E nelle mie poesie scrivo il dolore, la lama tagliente che trapassa l’animo, l’attimo di sospensione tra ciò che mi lascia e ciò verso cui tendo: la rinascita.
La poesia mi aiuta a percepire nella sua profondità il sentimento del dolore, mutandolo, appunto in una visione di speranza e di fiducia.
Fatalismo, speranza della rinascita, fiducia, sono quindi presenti in me, quasi in antitesi, ed amo rappresentarli con una frase di Cesare Pavese, dall’opera Dialoghi con Leucò:
“Sorridere è vivere come un'onda o una foglia, accettando la sorte. È morire a una forma e rinascere a un'altra. È accettare, accettare se stessi e il destino.”

Domanda: Sappiamo che lei ha vinto un Premio di Poesia, con una poesia inedita. Esprimiamo i nostri complimenti e vorremmo saperne di più.

Risposta: Il Concorso Internazionale di Poesia Inedita “Il Federiciano” è una manifestazione ideata e realizzata dall'Editore Aletti, quest’anno giunto alla V Edizione.
La cerimonia di premiazione ha luogo a Rocca Imperiale, Il Paese della Poesia.
Il Paese della Poesia è un marchio registrato da Aletti Editore, il cui progetto prevede la decorazione dell’intero paese con stele poetiche.
La mia poesia “Il Tempo Inatteso” è stata selezionata per l'antologia “Il Federiciano Libro Amaranto”, e concorre per essere riprodotta in una delle due stele di ceramica maiolicata che ogni anno vengono adagiate sulle pareti esterne degli edifici del centro storico di Rocca Imperiale.
Accanto ai testi prescelti dal concorso, sono presenti anche poesie dei grandi vati della letteratura italiana e mondiale che hanno aderito al progetto de Il Paese della Poesia donando una poesia alla manifestazione.
Gli oltre 6500 autori iscritti nelle prime 4 edizioni al Concorso, legittimano Rocca Imperiale come entità preposta alla ricerca delle nuove voci poetiche italiane.

Domanda: Ha scelto di devolvere parte dei diritti d’autore all’Associazione “Il sorriso dei miei bimbi, l’educazione cambia la vita”. Una decisione di indubbio valore etico che fa apprezzare ancora di più la sua opera. Da cosa è nata questa decisione?

Risposta: Pubblicare un libro e con esso celebrare la memoria di mia Madre, ha rappresentato per me un preziosissimo dono, ma per rendere questa realtà ancora più luminosa, sentivo il bisogno di dare a quest’opera un significato profondo, una dimensione che rappresentasse l’essenza di mia Madre, la sua bontà d’animo, la sua propensione verso il prossimo, il suo saper donare amore, incondizionatamente.
Ed è in quel momento che la mia strada si incrocia, casualmente e quasi magicamente, con Il Sorriso dei miei Bimbi Onlus.
La Onlus Il Sorriso dei miei Bimbi, nasce nel 2002 da un progetto di Barbara Olivi, nata a Reggio Emilia e residente in Brasile, che da oltre dieci anni lavora con passione nel cuore di Rocinha, la più grande favela del Sudamerica, con progetti di educazione infantile e formazione giovanile.
Il Sorriso dei miei Bimbi promuove cultura a coloro cui viene sistematicamente negata per distinzione di razza e provenienza sociale, rispondendo ad una grave mancanza di diritti umani e diritti di cittadinanza.

Domenica 1 dicembre in Sala Civica, saranno presenti l’Autrice e Lorenzo Lipparini, Coordinatore Attività Italiane de “Il Sorriso dei Miei Bimbi Onlus”.

Diventa nostro amico su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti