Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17296

-




16° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


DEDICATO A... GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA

entro il 21 marzo 2021
(Festa dei poeti)
Partecipazione Gratuita!


 

 

Sta per uscire il nuovo attesissimo libro di Giuseppe Aletti

“Da una feritoia osservo parole – 365 rotte per il nuovo giorno”

salito fino al 3° posto nella classifica dei bestseller di Amazon.

Il libro uscirà il 21 marzo Giornata Mondiale della Poesia.

Il libro più amato da chi scrive poesie, una bussola per un cammino più consapevole.

È prevista una dedica per i primi mille
Con una riflessione di Giuseppe Aletti.

Clicca qui per ordinarlo

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Aletti Editore
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Oreste Compagnone - Seduto, ascolto

di Aletti Editore

Seduto, ascolto... è un continuo cercarsi. È un inseguirsi. È la storia di un uomo che si scopre bambino nel riflesso di una pozzanghera, o di uno specchio. È la storia di un uomo che riscopre, in sé, “il fanciullino” di pascoliana memoria, gli parla, lo ascolta, si ascolta. È la storia di un uomo che insegue, ed ascolta, sogni, sguardi, foglie, tramonti, venti, corpi. Ascolta, si ascolta, e si riscopre ancora capace di lasciare questa sua voce posarsi sulle cose con la delicatezza del latte e dell’infanzia. È un gioco. È un equilibrio. È un ritornello. È una capriola. È la storia di un uomo che si estranea dal mondo adulto per risentirsi bambino, per “rannicchiarsi dietro gli occhi” - per dirla con García Lorca - e lasciare che la poesia, che nel bambino vive, si traduca in immagini e suoni. E la sua voce resta ancora bianca. Anche quando si inspessisce e diventa adulta, e critica. È un bambino nella sua campagna. È un bambino che scherza ed ama. È un bambino che ride e sfotte. È una risata amara. È una lingua antica come la terra del sud. È un déjà vu. È un ritorno. È un’alba classica. È una sabbia eterna. Ascolta, e traduce tutto quello che ascolta in colori e musicalità. Ecco l’urgenza della rima. La rima è la forza di una filastrocca, di un’ode, di un poema. È la voce di un uomo e di un bambino che si tengono per mano, si guardano intorno e descrivono le emozioni. È un volo. È l’ombra calma e protettiva di una quercia sotto cui sedersi. E ascoltare.

Oreste Compagnone è nato a Teano (Caserta) nel 1948, in una numerosa famiglia di tradizione contadina. Scrive la sua prima poesia verso i quattordici anni. Nel 1976 - dopo numerose e varie esperienze lavorative - si arruola nel Corpo degli Agenti di Custodia, nel quale presta servizio fino all'anno 2008. Da questo momento si dedica alla poesia quasi totalmente.


Collana "Gli Emersi - Poesia"
pp.100 €13,00
ISBN 978-88-591-1604-2
Il libro è disponibile anche in versione e-book a €5,49

Diventa nostro amico su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti