Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17787

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Premio della critica alla raccolta poetica "Un Glissando Cromatico” ( Aletti Editore ) di Giuseppe Favuzza al concorso "Le Parole dell'Anima"

di Rassegna Stampa

Oggi, 9 maggio 2014, durante la cerimonia di premiazione del concorso "Le Parole dell'Anima" bandito dalla Città di Casoria (NA), è stato consegnato il premio della critica al libro “Un Glissando Cromatico” (Aletti Editore) di Giuseppe Favuzza.

*****
Il mio modo di rapportarmi alla vita è cambiato una sera di ottobre del 1981. Avevo dodici anni e mio padre mi portò a teatro per vedere il grande Chet Baker (e dire che la tromba non è mai stato, e non lo è ancora oggi, tra i miei strumenti preferiti; a me piacciono pianoforte e contrabbasso). Quella sera, c'era un poeta con noi, uno che svisava sulla sua anima e con quella tromba riusciva a suonare note di malinconia, di esuberanza, di quella felicità che nasce dentro perché ci si sente «uomini» e «vivi». Quella sera Chet Baker suonò ed io pensavo a diventar grande e a raccontare questa storia ai figli che avrei avuto.
Oggi i miei due figli li porto ad ascoltare jazz. Lo so, si annoiano, ma poi sorridono e battono le mani portando a modo loro il tempo ed imitando i gesti dei musicisti. Mi piace pensare che domani avranno di che raccontare... Ah dimenticavo, se son tornato jazz, e sorrido, lo devo ad Anna.

Giuseppe Favuzza


*****

Diventa nostro amico su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel
Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.