Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 15528

-



PARTECIPA ALL'IMPORTANTE
PROGETTO CULTURALE

ALESSANDRO QUASIMODO
LEGGE
"I POETI
ITALIANI CONTEMPORANEI"
 

3° Premio Letterario
Internazionale
Maria Cumani Quasimodo

SCADENZA
18 DICEMBRE 2018




PARTECIPA AL LABORATORIO SULLA SCRITTURA POETICA DI MOGOL E ALETTI


 
Info sull'Opera
Autore:
Presentazioni Aletti
Tipo:
Racconto
 
Notizie Presenti:
 -

19 ottobre 2014, Brescia - Presentazione del libro di Enzo Cordasco “FULGIDE LUCI DELLO JONIO-UN MEMOIR TRA POESIA E TEATRO” di ALETTI EDITORE

di Presentazioni Aletti

Presentazione del libro di Enzo Cordasco “FULGIDE LUCI DELLO JONIO-UN MEMOIR TRA POESIA E TEATRO” (ALETTI EDITORE)
in forma di reading teatrale

BRESCIA
domenica 19 ottobre 2014
presso Caffè Letterario Primo Piano di via Beccaria, 10 (piazza della Loggia)
alle ore 21

in collaborazione con MARISA VERONI E TEATRO DIONISO DI BRESCIA

Enzo Cordasco e gli attori del Teatro Dioniso presenteranno le luci di Nosside e di Marguerite Yourcenar nella Magna Grecia ionica calabrese.


Dalla quarta di copertina:

La bellezza di Calabria è un enigma. Un senso di immensità tra il Pollino e il mare dove gli occhi si perdono. Un orizzonte allegro. Una luce sorprendente. Raccontare questo lembo di terra è come aprire un antico papiro e scorgervi segni di fantastiche storie. E il paesaggio non è mai fermo, è mutevole come il senso del tempo. C'è bellezza di giorno e di notte. Bellezza del sole e dell'alba. E quella del tramonto. A quell'ora il cielo calabro si tinge di una miriade di colori. Il colore di mezzogiorno, in estate, è indescrivibile, violento di afa. Ora di silenzio, di riflessione. Ora di luce. Ora di musica della luce. La luce e le sue ombre. La luce e le sue voci. Poi c'è la notte, con i suoi morsi teneri di caldo. E poi il mattino, il regalo di quella notte nera e lunare, traforata da stelle lucenti, che brillano sempre, eterne. L'immortalità ha qualcosa di tutto questo, la sua limpidezza, la sua solitudine. Non è un caso che l'inquietudine si stempera quando si torna qui, e la dolcezza, l'incontro umano, diventano naturali. Su questo tratto di Ionio qualcosa di irreale si muove nel fondo dell'aria. Una scenografia del tempo, un palcoscenico di voci reali e ineffabili. Qui non si ha fretta, non si è impazienti. Qui ci si rilassa completamente. E non si aspetta niente, si torna solo in se stessi, si entra nel tempo lento e umile, dove ci si sente bene.

*****
Diventa nostro amico su facebook
http://www.facebook.com/alettieditore

Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore

Canale Televisivo Youtube
http://www.youtube.com/alettieditorechannel

Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti