Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17793

-




XXII CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA

“HABERE ARTEM”

SCADENZA
29 OTTOBRE 2021


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
e al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Intervista a Dario Arpaio che presenta ai lettori la raccolta poetica LEroe Assente. ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

D. - Partiamo proprio dal titolo, come mai “L’Eroe Assente.”? Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
R. - Per mantenere quanto più possibile integra, viva e verace la propria individualità, ci si deve risvegliare eroi primi, consapevoli di fronte a se stessi in una tensione emotiva, egoisticamente sana, costruttiva e creativa. Ecco che solo l’assenza, in un umile quanto disincantato distacco dal comune sentire, può garantire la sopravvivenza di una libera mente e condurre verso un orizzonte poetico tutto da esplorare, giorno per giorno attimo dopo attimo. Magari imbarcandosi sulla nave di Ulisse. Ecco, l’eroe è lui che sceglie di vestire i panni del navigatore alla ricerca del limite dell’orizzonte. La sua nave salpa l’ancora verso non-so-dove, senza porsi quesiti, in una navigazione a vista, magari non lontano dalla costa, alla ricerca degli attimi che viceversa andrebbero perduti. E tutto ciò è tenerezza. È poesia.

D. - Quanto la realtà ha inciso nella scrittura?
R. - La realtà di ogni giorno racchiude in sé tanti minuti coriandoli di poesia di vita. Sta a noi saperli vedere, magari anche afferrare, tanto nel bene quanto nel male.

D. - La scrittura come valore testimoniale, cosa ha voluto salvare e custodire dall’oblio del tempo con questo suo libro?
R. - Il tempo è un rifugio ed una prigione, ma anche un immenso forziere nel quale ritrovare i nostri sogni, i nostri pensieri, le nostre speranze, le nostre delusioni. E al ‘tempo’ affido le mie poesiole, come un messaggio in una bottiglia.

D. - Quali sono gli argomenti ricorrenti, o per lei fondamentali, che tratta in questo volume?
R. - Non riesco a isolare episodi tali da essere ricordati a scapito di altri. Viviamo una immensa partitura e ogni nota, ogni accordo è legato al prima e al poi.

D. - Quali sono le sue fonti di ispirazione: altri autori che ritiene fondamentali nella sua formazione culturale e sentimentale?
R. -Mille più mille sono gli autori per me fonte di ispirazione. Forse Shakespeare è l’unico ad avere scandagliato ogni recondito angolo della mente umana.

D. - Ci sono altre discipline artistiche, o artisti, che hanno in qualche modo influenzato la sua scrittura?
R. - La musica è per me fondamentale nell’ascolto e nella interpretazione della vita nelle sue manifestazioni, anche le più minute, apparentemente leggere, o marginali.

D. - Oltre a quello trattato nel suo libro, quali altri generi letterari predilige?
R. - Il romanzo su tutti.

D. - Preferisce il libro tradizionale cartaceo o quello digitale?
R.- Un libro va toccato, annusato, magari anche un pochetto maltrattato tra le mani. Quando lo hai materialmente in mano… beh, è una sensazione unica. Un libro di carta è un’avventura che inizia con la prima pagina e non ti lascia fino all’ultima. Quando termino di leggere un libro che mi ha coinvolto, è come se mi confondesse un certo qual senso di abbandono.

D. - Per terminare, qual è stato il suo rapporto con la scrittura, durante la composizione del libro.
R. - La scrittura è un lavoro arduo, una scultura faticosa. Qualche volta nel foglio bianco c’è già tutto, occorre svelarlo, a poco a poco, e poi tornare a lavorarci intorno e dentro. Togliere, togliere, togliere, fino ad avere il ritmo e il senso compiuti.

D. - Un motivo per cui lei comprerebbe “L’Eroe Assente.” se non lo avesse scritto.
R. - Per l’appeal del titolo. Chi è mai quell’eroe che anziché palesarsi e raccogliere onori, si nasconde al mondo per essere nel mondo?…

D. - Ha in progetto altre opere da scrivere nel prossimo futuro? In caso affermativo, può darcene una anticipazione?
R. - L’idea alla quale sto lavorando è il romanzo della mia vita, dalla nascita ad oggi, vissuto attraverso il cinema che, da sempre, è la mia grande passione tale da formarmi in un cinefilo compulsivo, o peggio…

Diventa nostro amico su facebook
http://www.facebook.com/alettieditore

Seguici su twitter
http://www.twitter.com/alettieditore

Canale Televisivo Youtube
http://www.youtube.com/alettieditorechannel


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti
Non sono presenti notizie riguardanti questa opera.