Home Page  
Progetto Editoriale  
Poesia  
Narrativa  
Cerca  
Enciclopedia Autori  
Notizie  
Opere pubblicate: 17422

-




12° CONCORSO INTERNAZIONALE
DI POESIA INEDITA


PAROLE IN FUGA

entro il 3 maggio 2021

Partecipazione Gratuita!


 

 

Il libro più amato da chi scrive poesie,
una bussola per un cammino più consapevole.
Riceverai una copia autografata del Maestro Aletti
Con una sua riflessione.

Tutti quelli che scrivono
dovrebbero averne una copia sulla scrivania.

Un vademecum sulle buone pratiche della Scrittura.

Un successo straordinario,
tre ristampe nelle prime due settimane dall'uscita.


Il libro è stato già al terzo posto nella classifica di
Amazon
ed è ora al secondo posto nella classifica di Ibs

Se non hai Amazon o Ibs scrivi ad:

amministrazione@alettieditore.it

indicando nell'oggetto
"ordine libro da una feritoia osservo parole"

Riceverai tutte le istruzioni per averlo direttamente a casa.



Clicca qui per ordinarlo su Amazon

oppure

Clicca qui per ordinarlo su Ibs

****

TUTTO QUELLO CHE HAI SEMPRE VOLUTO
PER I TUOI TESTI

vai a vedere quello che ha da dirti Alessandro Quasimodo
clicca sull'immagine

Le opere più interessanti riceveranno una proposta di edizione per l’inserimento nella prestigiosa Collana I DIAMANTI
Servizi prestigiosi che solo la Aletti può garantire, la casa editrice indipendente più innovativa e dinamica del panorama culturale ed editoriale italiano


 
Info sull'Opera
Autore:
Rassegna Stampa
Tipo:
Poesia
 
Notizie Presenti:
 -

Due recensioni del libro “Tutto è oltre…” di Genoveffa Pomina ( Aletti Editore )

di Rassegna Stampa

“Tutto è oltre…” Nella lettura della voluminosa raccolta di Genoveffa Pomina in prima battuta non deve ingannare il titolo. “Tutto è oltre…”, ma non al di fuori di questo mondo. La stessa Pomina ci avverte in un testo di apparato prima del corpus vero e proprio: “bisogna essere prima di tutto ispirati”, “poi occorre inciampare su un oggetto”. E scorrendo l’indice gli oggetti non mancano, tra i testi di questo libro: “Luci di seppia”, “Sciarpe di seta”, “Vecchio telone” etc., così come non mancano le emozioni e le sensazioni evocate da quegli oggetti: “Dove affiorano i ricordi”, “Percezioni”, “Istante chiamato vita”. Dobbiamo necessariamente richiamare alla memoria il correlativo oggettivo indicato da Eliot e incarnato nella poesia montaliana. Del resto i riferimenti a Montale si trovano anche nel frequente richiamo di questa poesia all’occasione di apertura al senso che il reale ci offre. Leggiamo, in altro testo anteposto alla raccolta vera e propria, un richiamo alle occasioni perdute. Ma la poesia riscatta ed ecco che soffermandoci ancora sul titolo scopriamo che “oltre” non è uno stato in luogo, bensì, come nel testo omonimo inserito nel libro, una modalità di approccio alla conoscenza "Va oltre la mente che impara a non fidarsi”; di cosa? Del primo sembiante, del grado zero.
Oltre i sette veli, è ancora la stessa autrice ad indicare al lettore la via per la conoscenza, sta la verità che altro non è se non reazione, rispondenza verso ciò che accade. E certamente può anche leggersi questa raccolta come invito alla conoscenza, intesa come esperienza dell’emozione e della percezione. Quasi un paradossale suggerimento a non fermarsi sulla pagina, ma ad immergersi tra le pieghe della vita che lì viene scritta la nostra esistenza. Non a caso una poesia di Tagore citata dalla Pomina evoca in ciò che sta vicino (cit. “Apri le porte e guardati intorno”) la vera essenza di ciò che la poesia può solo echeggiare. Così leggeremmo questi versi, come una spia, un prolifico e fruttuoso prontuario.

Recensione a cura di Ginevra Grisi

*****


“Tutto è oltre...” Poesia. Nella vastità di quest’opera s’intrecciano numerosi fili tra natura, pensiero e sentimento. Se anche proviamo a seguirne uno solo, ci appare il soggetto in una sua ininterrotta varietà, per esempio la luna, elemento femminile che sembra congeniale all’autrice: languida, silenziosa e pallida, | solitaria vagabonda (p.22) esce dalla sua prigione vaporosa (p.39) sciupata (p.57) cerbiatta sbandata e guardinga (p.72) si ostina a scivolare (p.82) malinconica (p.95) appesa al cielo (p.144) spettro tra i rami (p.160) sfuggente (pp.211 e 213) come un contrappeso (p.214) quasi piena (p.236) pallida e tremante (p.271) — ed è soltanto una parte in cui la luna appare. Se ne deduce quindi una serie di annotazioni poetiche che mostrano le infinite possibilità della scrittura. Poi c’è la musica, e la musicalità, e la foglia-simbolo: “Dove vanno le foglie che il vento stacca dagli alberi?” (Melodie). Ce lo dice il Leopardi: vanno dove “va la foglia di rosa | e la foglia d’alloro” (Imitazione). Ma nel suo insieme la poesia ci è data sia per conoscere il mondo che per intravedere l’oltre.

Recensione a cura di Luciano Nanni

*****

Libro: Tutto è oltre…
Autore: Genoveffa Pomina
Edizione: Aletti Editore - Villanova di Guidonia 2015
pp.334 prezzo: € 14,00


Seguici su Facebook
www.facebook.com/alettieditore

Seguici su Twitter
www.twitter.com/alettieditore

Visita il nostro Canale Televisivo Youtube
www.youtube.com/alettieditorechannel


Segnala questa opera ad un amico

Inserisci una nuova Notizia
Notizie Presenti